Aprile 17, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Referendum: gli svizzeri dicono sì alla tredicesima mensilità

Referendum: gli svizzeri dicono sì alla tredicesima mensilità

La grande maggioranza del popolo svizzero ha votato contro la proposta del Parlamento: per i pensionati dovrebbe essere prevista una tredicesima rendita annua. Secondo il risultato finale, al referendum ha votato “sì” il 58,2% degli aventi diritto. Il presentatore televisivo svizzero ne ha parlato come di una sensazione sensazionale, perché nessuna iniziativa popolare di sinistra per l'espansione sociale ha avuto successo dall'introduzione del diritto di iniziativa più di 130 anni fa.

I sindacati svizzeri hanno presentato una proposta per aiutare gli anziani a far fronte al crescente costo della vita pagando pensioni aggiuntive. L'Associazione pensionati “Avivo” ha parlato di una “giornata storica” per i pensionati.

Le iniziative popolari devono essere accettate non solo dalla maggioranza della popolazione, ma anche dalla maggioranza dei 26 Cantoni. Poiché in molti Cantoni più piccoli la maggioranza della popolazione spesso si oppone a ulteriori prestazioni o richieste statali, molte iniziative popolari falliscono in questa fase. Secondo il risultato finale, anche questo ostacolo è stato superato. L'affluenza alle urne è stata insolitamente alta, pari al 57,6%.

La proposta di innalzare l’età pensionabile è fallita

I residenti possono anche votare se l’età pensionabile debba essere aumentata da 65 a 66 anni in dieci anni. Chiaramente, questa proposta è fallita poiché il 74,7% ha votato contro. L'iniziativa è partita dall'Organizzazione giovanile del Partito Liberale.

Tra le tante votazioni regionali e locali nel cantone di Zurigo c'è stato anche la possibilità di ampliare due piste dell'aeroporto locale. È vicino al confine tedesco. La votazione è stata approvata con il 61,7% dei voti.

Alto tasso di partecipazione al voto per corrispondenza

Per quanto riguarda il voto sulle pensioni, i comuni hanno segnalato una percentuale insolitamente alta di elettori postali. A livello nazionale la percentuale era superiore al 90%.

Con informazioni dell'Agence France-Presse e dell'Agenzia di stampa tedesca