Maggio 19, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Questo gruppo sanguigno è più suscettibile alle infezioni

  1. Pagina iniziale
  2. conoscenza

creatura: aggiornato:

a: Nadia Austell

Uno studio francese ha mostrato quanto sia diverso il rischio di infezione da Corona virus tra i gruppi sanguigni.

Francoforte – Nel primo anno dell’epidemia di Corona, ricercatori di tutto il mondo lo hanno notato Le persone con gruppo sanguigno 0 hanno meno probabilità di contrarre il coronavirus Persone con gruppi sanguigni A, B o AB. Per molto tempo non è stato chiaro quali meccanismi portino a queste differenze. I ricercatori dell’Università di Nantes a Francia pubblicato in studia Ora gli insight possono fornire le risposte.

Tuttavia, questa osservazione non è del tutto nuova. Si sospettava anche il legame tra gruppo sanguigno e altre malattie e la sua trasmissibilità: quindi le persone con gruppo sanguigno 0 avevano maggiori probabilità di contrarre la peste rispetto ad altri gruppi sanguigni. Nel auraOra sembra che il virus si stia comportando al contrario.

  • I due gruppi sanguigni più comuni in Germania Secondo la Croce Rossa tedesca gruppo sanguigno A del 43%. E il Gruppo sanguigno 0, 41 percento quota nella popolazione. Pertanto, la necessità di donare sangue da questi gruppi è elevata, poiché, ovviamente, queste proporzioni si trovano anche tra i pazienti.
  • Il il gruppo sanguigno B è dell’11% Raramente è rappresentato ed è solo da Gruppo sanguigno AB 5% Frequenza minacciosa.

Studio Corona: i gruppi sanguigni determinano i rischi di infezione e trasmissione

Ci sono già state ipotesi sui meccanismi sottostanti: Peter Ellis, ad esempio, è docente di Genetica Molecolare e Riproduzione presso la School of Biosciences dell’Università del Kent (Gran Bretagna) indovinare Processi simili si verificano nelle trasfusioni di sangueSe qualcuno entra in contatto con il Corona virus. Perché una persona con sangue di gruppo A ha antigeni contro il gruppo sanguigno B e viceversa. Il gruppo sanguigno AB forma anticorpi contro uno dei due antigeni, il gruppo sanguigno 0 contro entrambi. Di conseguenza, i gruppi sanguigni nelle trasfusioni sono compatibili tra loro a vari livelli. Una persona con gruppo sanguigno 0 non può ricevere sangue da un altro gruppo sanguigno, ma è lo stesso donatore universale.

READ  Gli incidenti aumentano: Hessen inasprisce le regole del coronavirus per i non vaccinati

Il personale della clinica con COVID-19 e i loro partner che vivono nella stessa famiglia sono stati intervistati per lo studio. I contagi esaminati si sono verificati tra gennaio 2020 e maggio 2021. Non sono state incluse nell’analisi le coppie che difficilmente sarebbero state contagiate tramite il proprio partner, cioè che non condividevano una camera singola.

Stock di sangue di laboratorio, fotografati in occasione della Giornata mondiale del donatore di sangue 2014. (avatar) © imago stock & people / Imago Images

In totale, la trasmissione del virus è stata osservata in 333 coppie ed è stata esaminata la possibilità di trasmissione del virus a seconda del gruppo sanguigno. I loro risultati mostrano che le persone con gruppo sanguigno 0 possono facilmente trasmettere il virus a tutti gli altri gruppi sanguigni, proprio come possono donare il loro sangue a tutti gli altri gruppi sanguigni. D’altra parte, il rischio di contrarre il coronavirus è più basso, ma se sviluppano il Covid-19, sono d’altra parte un pericoloso super-diffusore.

Trasmissione Corona: il gruppo sanguigno 0 è il super fattore?

Secondo i risultati dello studio, le persone con gruppo sanguigno AB hanno maggiori probabilità di contrarre infezioni, ma hanno un minor rischio di trasmissione. “Poiché il gruppo sanguigno A si verifica più frequentemente rispetto al gruppo sanguigno B e AB, le persone con gruppo sanguigno A in una popolazione di discendenza dell’Europa occidentale hanno meno probabilità di incontrare persone affette incompatibili”, affermano i ricercatori. Tutto questo insieme spiega perché i membri del gruppo sanguigno A sono finora particolarmente ben rappresentati nelle infezioni, mentre i membri del gruppo sanguigno 0 hanno infezioni inferiori alla media.

Per i medici, questi risultati sono molto rilevanti per il trattamento quotidiano. così ha detto Christian Drosten Già nel 2020 nel podcast Coronavirus-Update sui legami tra gruppi sanguigni e rischio di infezione: i medici saranno sempre “preoccupati per un paziente con un certo profilo: forse più anziano, forse sovrappeso, forse con malattie cardiache di base. Se lo vede ancora anche quello : gruppo sanguigno A, si preoccuperebbe di più e darebbe un’occhiata più da vicino.” “Tuttavia, questo è solo un fattore importante nel contesto di una valutazione del rischio”, ma ciò non significa per la popolazione media che tutti quelli con gruppo sanguigno A dovrebbero siate molto preoccupati”. Allo stesso modo una persona con sangue di tipo O non dovrebbe considerarsi esente da qualsiasi rischio. (non disponibile)

READ  Sylt: l'epidemia di Corona paralizza il turismo - chiudono hotel e ristoranti | regionale