Febbraio 28, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Quanto è davvero stabile il cielo stellato fisso

Quanto è davvero stabile il cielo stellato fisso

“Le stelle che vediamo là fuori sono sfere di gas autoluminose. Sono soli notturni”, ha detto Kurt Antzuber dell’Astronomical Society del termine stella fissa. “L’unica differenza dalla nostra stella centrale, il Sole, è che queste stelle notturne i soli sono molto più lontani da noi.”

“Nulla è costante nell’universo”

La Terra ruota attorno al Sole, che è il punto fisso. Allora perché ci chiediamo quanto sono stabili le stelle fisse? Quindi nulla è costante in questo universo, ha detto Antzoper. Panta Re, tutto è in movimento, tutto scorre. Ciò significa che dalla nostra posizione consideriamo il Sole come il nostro punto centrale, attorno al quale ci muoviamo con i nostri pianeti e tutti gli altri pianeti. Per viaggiare a una velocità di circa 107.000 chilometri orari impieghiamo 365 giorni e un quarto. Quindi è un vero gioco di wrestling.

Pertanto, dal punto di vista della Terra, il Sole sembra essere il punto centrale. Il Sole fa parte della Via Lattea. Ci sono un totale di circa 200 miliardi di stelle in questa galassia. Ruota attorno al centro della galassia.

ORF

Osservatorio Kreuzbergel a Klagenfurt

La Via Lattea si sta muovendo verso la Galassia di Andromeda

Per la Terra il punto fisso è il Sole, spiega Antzuber: “Se però usciamo dal sistema di riferimento della Terra e andiamo nello spazio, ci rendiamo conto che nulla è fisso. Il Sole orbita attorno al centro della nostra galassia una volta ogni 270 milioni di anni. Anche con tutte le altre stelle.” Gli abitanti della Terra sono viaggiatori e sono in costante movimento: “Siamo costantemente in viaggio. Questa galassia si sta muovendo di nuovo verso un’altra galassia. Questa è la Nebulosa di Andromeda. Dista da noi 2,2 milioni di anni luce. Nessuno può immaginare quanto sarà lontano. Il fatto è che la distanza tra la Nebulosa di Andromeda e la Via Lattea diventa sempre più piccola nel corso di centinaia di milioni di anni.

Oroscopi che mostrano “stelle fisse”

Se si pensa al lasso di tempo umano, le stelle nella costellazione sono in realtà relativamente immobili l’una rispetto all’altra: “Altrimenti non ci sarebbero state le costellazioni che gli uomini fissavano nei tempi antichi, al tempo dei Babilonesi e dei Sumeri, nel cielo.” Circa 5000 anni fa. Queste costellazioni possono ancora essere viste chiaramente oggi come lo erano allora. Molto poco è cambiato in questi cinquemila anni.

Meteo Sole settembre Calore Sole

ORF

Il sole è solo un punto fisso con il punto di riferimento della Terra

Ma se si pensa a dimensioni più grandi, la costante non è più veramente costante, ha detto Antzoper: “Oggi non possiamo dire esattamente come sarà tra un miliardo di anni, ma il fatto è che anche le stelle si muovono l’una verso l’altra , anche se solo molto lentamente, “Muoviti. C’è una stella nel cielo, la stella Arturo nella costellazione di Boutes. Questa stella ha un movimento intero relativamente grande, ed è la stella con il movimento intero più grande. Cambia posizione di la larghezza della luna piena, ma entro 1.000 anni.”

Pensatela in questo modo, dice Antzuber: “Il diametro di una luna piena è di circa 30 minuti d’arco, ovvero circa mezzo grado. Se allunghi il mignolo, hai circa 1,5-2 gradi nel cielo. Quindi si sposta di un quarto della distanza dal mignolo.

Galassia di Andromeda

Galassia di Andromeda

I pianeti sono illuminati dal sole

Nel cielo non si vedono solo le stelle, ma anche altri punti luminosi: “Il grande punto luminoso sarà la Luna, si muove molto velocemente. Orbita attorno alla Terra in circa 28 giorni e si sposta un po’ nel cielo stellato ogni giorno. Nell’antichità chiamavamo pianeti Con pianeti e stelle erranti. A quel tempo, la gente non sapeva davvero cosa fosse in realtà. Oggi sappiamo che ci sono corpi celesti che orbitano attorno al nostro sole insieme alla Terra. “Celestiale freddo corpi che non emettono luce propria.”

Questi pianeti sono esposti alla luce solare e riflettono la luce sulla Terra: “La Terra ha bisogno di un anno per ruotare attorno al sole, mentre Marte ha bisogno di un anno e mezzo”, ha detto Antzuber. Ci sono sempre cambiamenti di prospettiva. Pertanto, ci sembra che questi pianeti si muovano in anelli attraverso il cielo.

Sezione della Via Lattea

NASA/UMAS/Dr

Dettagli della Via Lattea

Un episodio del genere si verifica quando un pianeta si sposta da est a ovest, poi si ferma lentamente, quindi torna indietro. Quindi fa un giro e continua.

Giove vaga durante il tour

Rispondendo alla domanda iniziale su quanto è stazionario il cielo stellato fisso, Giove aiuta, ad esempio: “Se prendiamo solo le lune di Giove, possiamo vederle solo attraverso un telescopio. Durante il periodo di orientamento di circa due ore, possiamo guarda come ruota la luna”. Io attorno a Giove Relativamente a Giove e alle altre quattro grandi lune di Giove nella sua orbita, puoi vedere chiaramente come si è mosso durante quelle due ore.

Giove ripreso dalla sonda Cassini

NASA/JPL/Università dell’Arizona

Giove con l’ombra della luna Io, ripreso nel 2000 dalla sonda Cassini

Il telescopio si muove contro la rotazione terrestre

Anche Giove stesso si muove normalmente rispetto al cielo stellato fisso durante il tour. Se vuoi trovare Giove alla fine del tour, devi spostare il telescopio. Poiché anche la Terra ruota attorno al proprio asse, ogni telescopio necessita di un cosiddetto dispositivo di tracciamento che compensi la rotazione terrestre.

Per questo motivo il telescopio viene mosso in senso contrario alla rotazione terrestre: “Tutti i corpi, il sole, la luna e le stelle, sorgono a est e tramontano a ovest. “Quindi devo spostare il mio telescopio da est a ovest nel tempo”, dice Antzhuber.