Maggio 17, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Putin avverte del pericolo di guerra se l’Ucraina si unisce alla NATO

Aggiornato il 02/01/2022 alle 23:23

  • Il presidente russo Putin rimane duro nelle sue prime apparizioni pubbliche in mezzo alla crescente situazione di stallo.
  • Chiede chiaramente alla NATO di astenersi dall’accettare l’Ucraina, poiché ciò aumenterebbe i rischi di guerra.
  • Ma parole chiare arrivano anche da Kiev.

Puoi trovare notizie più attuali qui

Nonostante la politica della “porta aperta” della NATO, la Russia Presidente Vladimir Putin insiste affinché venga inclusa l’alleanza militare Ucraina rinuncia. Putin ha detto martedì al Cremlino che la NATO potrebbe accettare membri aggiuntivi in ​​conformità con i suoi statuti. “Puoi, ma non è obbligatorio.” L’Ucraina si sta sforzando di unirsi all’alleanza militare occidentale perché si sente minacciata dalla Russia. A Kiev, il primo ministro britannico Boris Johnson e il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki hanno sostenuto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

Putin ha avvertito del pericolo di guerra EuropaL’Ucraina dovrebbe diventare un membro della NATO. A suo avviso, l’Ucraina vuole la penisola del Mar Nero Generoso Con la forza se necessario. La Russia ha annesso la Crimea nel 2014 e rifiuta categoricamente i negoziati sul suo ritorno. A questo proposito, Putin ha avvertito della possibilità di un conflitto armato tra il blocco militare e la Nato sulla Crimea.

La Russia si sente minacciata dalla NATO

Putin ha anche fatto riferimento al principio di “indivisibilità della sicurezza” in Europa. Di conseguenza, la sicurezza di un paese non può essere a scapito degli interessi di un altro. Russia Si sente minacciato dalla NATO. Il presidente russo ha criticato l’Occidente dopo un incontro di quasi cinque ore con il primo ministro ungherese Viktor Orban Mosca Prima di ignorare gli interessi di sicurezza della Russia nell’attuale crisi. Questa è stata la sua prima affermazione nell’attuale escalation.

READ  Aumento improvviso: i casi Corona raddoppiano in Sudafrica

Con un grande accumulo di forze russe vicino all’Ucraina, ci sono timori in Occidente che la Russia stia progettando di invadere il suo vicino. Il Cremlino lo nega, e si crede anche che sia possibile alimentare i timori per convincere i paesi della NATO a fare concessioni sulle garanzie di sicurezza. Mosca ha rivolto un elenco simile di richieste alla NATO e agli USA, inclusa la fine dell’espansione della NATO verso est. Entrambi respingono le preoccupazioni principali della Russia, ma offrono un dialogo nelle risposte scritte.

Martedì Putin ha criticato l’atteggiamento negativo nei confronti delle richieste russe. Verranno comunque verificate le risposte scritte degli USA e della NATO. “Spero che alla fine troveremo una soluzione, anche se non è facile. Ne siamo consapevoli”, ha detto il capo del Cremlino. Ha anche invitato la NATO a ritirarsi nelle sue posizioni nel 1997 e ad astenersi dal dispiegare sistemi missilistici vicino ai confini della Russia.

Orban avverte di una guerra fredda

Il primo ministro ungherese Orban ha espresso la speranza che si possa trovare una soluzione. “La mia visita mira a fare la pace”, ha detto Orban, che è stato il primo rappresentante di un paese della NATO e dell’Unione europea a incontrare Putin a Mosca durante l’attuale crisi. Ha avvertito dello scoppio di una nuova guerra fredda. Il dialogo è necessario in questo caso”. Accoglie quindi con favore i colloqui tra la Russia ei suoi alleati occidentali. Anche se le posizioni sono distanti, i problemi possono essere superati.

Dopo un colloquio telefonico con il suo omologo statunitense Anthony Blinken, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha confermato che la Russia insiste nel discutere questioni di sicurezza in Europa. Blinkin, a sua volta, ha chiesto al Cremlino di fermare l’escalation della crisi ucraina. Il Dipartimento di Stato americano ha affermato che Blinken ha chiesto il ritiro delle truppe e delle attrezzature russe dal confine con l’Ucraina e ha esortato Mosca a seguire la via diplomatica.

READ  Guerra in Ucraina in diretta il 31 marzo: l'ambasciatore ucraino lancia un attacco diretto a Ritter Sport

Primo ministro britannico Johnson La Russia ha fortemente avvertito di un attacco all’Ucraina. Johnson ha detto durante la sua visita in Ucraina che l’esercito ucraino avrebbe offerto “una resistenza violenta e sanguinosa”. Kiev. Johnson ha affermato che un’invasione russa significherebbe un disastro politico, umanitario e militare. Minacciò che la Gran Bretagna ei suoi alleati preparassero severe sanzioni contro la Russia. Queste questioni entreranno in vigore non appena il “primo dito russo” entrerà in territorio ucraino e porteranno a un meccanismo.

La Polonia vuole spedire armi in Ucraina

Zelensky era d’accordo con Johnson. “Gli ucraini si difenderanno fino alla fine”, ha detto il presidente. I russi dovevano capire che la guerra sarebbe finita in tragedia. “Pertanto, dico francamente che non ci sarà guerra tra Ucraina e Russia. Sarà una guerra su vasta scala in Europa”.

Durante la sua visita a Kiev, il primo ministro polacco Morawiecki ha annunciato che all’Ucraina sarebbero state fornite munizioni e armi, tra cui decine di migliaia di granate, munizioni di artiglieria, sistemi antiaerei e droni da ricognizione. Gli sforzi diplomatici per allentare le tensioni dovrebbero continuare mercoledì. Poi Johnson vuole chiamare Putin. Anche il primo ministro olandese Mark Rutte ha in programma di visitare Zelensky. (dpa/fra)

In precedenza, il governo polacco ha affermato di avere motivo di credere che la Russia aumenterà la sua presenza militare in Bielorussia, un paese vicino all’Ucraina. Lo ha confermato lunedì un portavoce della Casa Bianca.