Maggio 25, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Putin accoglie gli imprenditori dall’Italia a un incontro virtuale

wI colloqui diretti tra Mosca e i delegati di Kiev sono stati accolti dal presidente russo dopo la più recente escalation della crisi ucraina a Parigi mercoledì. Vladimir Putin L’élite dell’economia italiana a negoziare. Nonostante l’incontro previsto per novembre sia quasi terminato, il suo significato simbolico non può essere ignorato. Mentre l’Unione Europea e la Nato minacciavano severe sanzioni durante l’invasione russa dell’Ucraina, i pesi massimi del commercio italiano parlavano di “profonda cooperazione” con Putin, ha detto Mosca prima dell’incontro. L’Italia è il quinto partner commerciale della Russia. Secondo il Cremlino, i colloqui si concentreranno su un’ulteriore cooperazione nel settore energetico e nell’industria, nella finanza e nella tecnologia ambientale.

Mattia Roop

Corrispondente politico a Roma, Italia, Vaticano, Albania e Malta.

La politica italiana è da settimane ipnotizzata dal dramma che circonda l’elezione del nuovo presidente e capo del governo. Mario Tracy, che aspira a essere presidente, domenica si è ritirato nel suo orto di campagna in Umbria. Ma martedì si diceva che i colloqui economici andrebbero meglio cancellati da Palazzo Chiki, la residenza ufficiale dei primi ministri italiani.

“Ostpolitik” indipendente d’Italia

Anche il ministero degli Esteri si è espresso contro l’incontro in questo momento e ha annunciato che l’ambasciatore di Roma a Mosca non avrebbe partecipato. Il ministero degli Esteri ha affermato che l’incontro è stato una “iniziativa privata” e non ha nulla a che fare con le agenzie governative. L’incontro è stato organizzato dalla Camera di Commercio Italo-Russa di Milano e dal Gruppo Imprenditori Italo-Russi. Su pressione del governo di Roma, i vertici delle società detentrici di azioni del settore pubblico hanno annullato con breve preavviso la loro partecipazione all’assemblea. Questo è ciò che ha scoperto il presidente della Mineral Oil Company எனி, Claudio Descalzi, il primo a partecipare, non è più nell’elenco aggiornato dei partecipanti. Alla compagnia di assicurazioni General, l’amministratore delegato non ha partecipato come previsto, ma il presidente. Tra le circa una dozzina e mezza di aziende italiane partecipanti, le più importanti sono il produttore di pneumatici Pirelli, l’azienda elettrica Eni, il produttore di pasta Barilla e le società finanziarie UniCredit e Intesa Sanpaolo.

READ  Mostra ad Ammersee: Dießen: Dieci artisti vedono l'Italia così

Nonostante il governo di Roma si sia ufficialmente ritirato dall’accordo commerciale con Putin, l’Italia sta portando avanti la propria “Ostpolitik” nei confronti della Russia. In un discorso al parlamento il 15 gennaio, il primo ministro Drake ha affermato che l’invio delle truppe di Putin non significava un’occupazione immediata dell’Ucraina, ma che la Russia voleva essere “parte del processo decisionale”. La continua apertura di canali di comunicazione da parte di Putin chiarisce che Mosca “vuole esplorare le possibilità della diplomazia per raggiungere una soluzione equilibrata”, ha affermato Drake. Da quando è salito al potere nel febbraio 2021, ha parlato con Putin più volte al telefono, quattro volte da agosto.

I buoni rapporti tra Roma e Mosca risalgono alla Guerra Fredda. Nell’autunno del 1964, la città di Stavropol sul Volga fu ribattezzata Doliatti (Doliatti). In questo modo Mosca ha onorato il leader comunista italiano Palmiro Togliatti, sopravvissuto alla dittatura fascista sotto l’esiliato Benito Mussolini in Unione Sovietica. Negli anni ’60 i dirigenti sovietici vennero a Rimini per le vacanze estive, dove tradizionalmente i comunisti italiani offrivano il sindaco. La tradizione dell’amicizia italo-sovietica è proseguita dopo il crollo dell’Unione Sovietica nel 1991 e il crollo del sistema bipartitico della Democrazia Cristiana e dei Comunisti in Italia nel 1994. Silvio Berlusconi e Putin hanno sviluppato un’amicizia maschile geostrategica. Successivamente anche i governi di Roma si sono espressi ripetutamente contro le sanzioni io Contro Mosca dopo le operazioni militari russe negli stati successori dell’Unione Sovietica.