Psicoterapia: come il cambiamento climatico ci sta facendo ammalare

Date:

Share post:

Saveria Marino
Saveria Marino
"Analista incredibilmente umile. Esperto di pancetta. Orgoglioso specialista in cibo. Lettore certificato. Scrittore appassionato. Difensore di zombi. Risolutore di problemi incurabile."

A partire dal: 9 giugno 2024 alle 4:30

Ondate di caldo, siccità, inondazioni: le conseguenze del cambiamento climatico possono avere ripercussioni anche sulla nostra psiche. Come e quando l’“ansia climatica” diventa patologica e cosa aiuta ad affrontarla?

Scritto da Florian Walseder e Sylvain von Liebe, BR

In uno studio recentemente pubblicato sul German Medical Journal Sondaggio Il 71% dei 573 psicoterapeuti ha affermato che i propri pazienti hanno espresso preoccupazione per la crisi climatica. Il 41% di questi terapisti aveva almeno un paziente che aveva iniziato il trattamento a causa di ansia climatica, stati emotivi alterati e depressione.

Andreas Mayer-Lindenberg, presidente della Società tedesca di psichiatria, psicoterapia, psicosomatica e neurologia (DGPPN), conferma che la paura climatica è in aumento tra la popolazione a causa dei cambiamenti climatici. Per ogni grado in più aumenta la temperatura media, “cresce anche l’entità dei disturbi psicologici” – di circa lo 0,9%. Con 80 milioni di cittadini tedeschi si tratta di una cifra molto elevata, dice Meyer Lindenberg, “se consideriamo che siamo già di oltre un grado ben al di sopra della temperatura media pluriennale”.

Il caldo in particolare non ci rende solo più vulnerabili ai disturbi psicologici. Ci rende anche più aggressivi: facciamo più rumore nel traffico quando fa caldo. Cani un po’ di più. I commenti aggressivi sulle piattaforme di social media si stanno surriscaldando. Gli studi dimostrano tutto questo, dice Mayer-Lindenberg.

Le persone che già soffrono di malattie mentali sono particolarmente vulnerabili al pericolo fisico dovuto al caldo. Secondo Mayer-Lindenberg, durante le ondate di caldo il tasso di mortalità triplica.

Aumentano i timori legati al cambiamento climatico Prestazioni informatiche lontano

Le dichiarazioni dello psichiatra si trovano anche nel documento di sintesi sul tema “Cambiamenti climatici e salute mentale”, pubblicato dalla DGPPN nel 2023. I disturbi da stress post-traumatico, i disturbi d’ansia e la depressione sono qui menzionati specificamente come effetti sulla salute mentale dovuti al clima. modifica.

Secondo il documento di ricerca, anche abilità come l’attenzione, la memoria e la capacità di calcolo possono essere compromesse dall’inquinamento atmosferico e dai cambiamenti climatici associati.

dopo lo shock Disturbi da stress Dopo disastri naturali

Lo psichiatra Meyer Lindenberg utilizza il seguente esempio per illustrare l’entità e la durata dei disastri naturali causati dai cambiamenti climatici sulla nostra salute mentale: dopo l’uragano Katrina, che colpì la costa del Golfo degli Stati Uniti nel 2005, “più di due terzi” erano ancora lì un anno successivamente della popolazione affetta dal disturbo dopo lo shock. “Molto tempo dopo”, dice Mayer-Lindenberg, “si registra ancora un aumento dei disturbi d’ansia, ma anche delle dipendenze”.

Cosa è ancora normale e cosa è patologico?

Il cambiamento climatico spaventa molte persone. Questo è del tutto normale, dice Mayer Lindenberg.

Diventa patologico solo quando la paura è così grande che la vita di tutti i giorni non può essere gestita. Quindi, secondo Melanie Winkler, è un disturbo d’ansia. Winkler è medico senior presso il Medical Park di Bernau am Chiemsee ed è specializzato in medicina psicosomatica e psicoterapia.

Cosa aiuta contro la paura climatica

Per classificare correttamente le tue paure e imparare come affrontarle, il medico consiglia di “fare un test con la realtà”. Ciò significa verificare: “Quale paura è reale ed effettivamente giustificabile – e cosa è esagerata”. Dopotutto, il nostro cervello è “mutevole”. In questo modo possiamo influenzare questo “in modo positivo per poter affrontare meglio le cose che ci si presentano”, spiega il medico.

Lo psichiatra Mayer Lindenberg afferma che la paura associata al cambiamento climatico è normale. Tuttavia, il tuo impegno personale può aiutare e incoraggiare gli altri a fare qualcosa contro il cambiamento climatico, spiega Meyer-Lindenberg.

La Dott.ssa Melanie Winkler consiglia ai politici di comunicare in modo chiaro, soprattutto con i giovani. “Sì, si sta intraprendendo un’azione e possiamo continuare a vivere. Possiamo continuare a gestire le nostre risorse qui su questo pianeta.” Ciò crea sicurezza quando si vede che “c’è azione e non solo parole”, dice lo specialista in psichiatria e psicoterapia somatica.

Related articles

Southside Festival nel fango e nella pioggia: performance da megastar

Venerdì pomeriggio è iniziato il Southside Festival a Neuhausen op Eck. Si prevede che entro domenica il...

Il sole sta per spostarsi verso i poli: cosa significa questo per la Terra

Home pageLo sappiamostava in piedi: 22 giugno 2024 alle 14:08da: Tanja BannerInsisteDivideCirca ogni undici anni, i poli magnetici...