Dicembre 6, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Psicologia: meno paura della morte

Persone in tutto il mondo usano i primi giorni di novembre per commemorare parenti e amici scomparsi. Che si tratti dell’Halloween austriaco e della Commemorazione dei defunti o del messicano “Día de muertos” (Ing: Day of the Dead), la morte è onnipresente in molti paesi in questi giorni ed è un tema costante.

Solo gli altri devono morire

Le persone sono molto riluttanti a pensare alla loro partenza. Un team di ricerca israeliano ha scoperto intorno al 2019 che i nostri cervelli sono uguali Protegge attivamente da esso. L’area del cervello responsabile della previsione svanisce una volta che la morte è associata all’anima.

Un meccanismo di grande importanza, almeno in un’epoca in cui le persone vivevano ancora come cacciatori e raccoglitori. A quel tempo, spesso affrontavano la morte nella vita di tutti i giorni. Tuttavia, bloccare i pensieri negativi ha permesso loro di correre i rischi necessari per sopravvivere.

Aumento della paura della morte

Tuttavia, poiché oggi esistono ospedali e case di cura, le persone moderne hanno un contatto molto meno diretto con la morte. Secondo gli autori del libro israeliano studia Al fatto che la paura della propria morte continua ad aumentare. Gli esperti parlano addirittura di una sorta di “neuterofobia” tra le generazioni di oggi, forse più pronunciata che mai.

Le esperienze di pre-morte riducono la paura…

Tuttavia, è anche noto da tempo che le esperienze di pre-morte possono cambiare permanentemente le opinioni di alcune persone e quindi ridurre la paura della loro morte. Caso in questione, il comico americano e star di “Saturday Night Live”. Tracy Morgan. Nel 2014 è stato coinvolto in un grave incidente d’auto che lo ha quasi ucciso – e da allora è diventato più positivo sia sulla vita che sulla morte, secondo diverse interviste negli ultimi anni.

READ  Panoramica della corona: valori di infezione dell'Algovia martedì: aumento di 1 distretto e diminuzione di 1 distretto al di sotto di 100

… anche viaggi di droga

Cambiamenti simili nell’auto-percezione sono stati osservati anche in persone che usano o hanno precedentemente fatto uso di stupefacenti. Quindi circa uno studia Dal 2016 ha rivelato che i malati di cancro dopo aver assunto il farmaco psilocibina Avevano una visione più positiva della vita, una qualità della vita complessivamente migliore e allo stesso tempo meno paura della propria morte.

Anche viaggi di droga sotto l’influenza di LSD o per esempio ayahuascaun decotto della pianta narcotica della liana, può mostrare effetti simili.

Domande sulle esperienze di pre-morte e abuso di sostanze

Anche diversi ricercatori intorno al neuroscienziato americano hanno lavorato su questo argomento Roland Griffith Lavori. Volevano sapere quanto le NDE alterano la paura della morte e quanto il loro effetto fosse effettivamente paragonabile alle droghe psichedeliche. Il risultato studia È stato recentemente pubblicato sulla rivista “PLOS One”.

In esso, il team di ricerca ha condotto più sondaggi su oltre 3.000 persone. Circa 900 di loro avevano già avuto un’esperienza di pre-morte, mentre il resto aveva usato droghe psichedeliche almeno una volta. Utilizzando i questionari, i ricercatori sono stati quindi in grado di confrontare le risposte del gruppo di pre-morte con quelle del gruppo di droga.

Più soddisfazione, meno paura

Come sospettava il team di ricerca, i risultati sono stati molto simili per entrambi i gruppi: quasi il 90% di tutti gli intervistati ha riferito di avere meno paura di morire dopo un’esperienza di pre-morte o l’uso di droghe. Sono inoltre in corso cambiamenti positivi in ​​termini di soddisfazione generale e benessere personale.

Circa l’85% delle persone che hanno avuto NDE ha riferito che l’esperienza è stata l’esperienza più importante della loro vita. Nel gruppo dei farmaci, solo il 75% ha fornito risposte appropriate ai questionari, escluse le persone che avevano assunto ayahuasca. In media, hanno dato all’esperienza la stessa importanza delle persone con esperienze di pre-morte.

READ  Corona in MV: 3.863 Neuinfektionen - ein weiterer Todesfall | NDR.de - Nachrichten

Contro la depressione e i disturbi d’ansia

Sia le esperienze di pre-morte che i viaggi con droghe psichedeliche riducono effettivamente la paura della propria morte, e questo è sostenibile. Tuttavia, secondo il team di ricerca americano, i meccanismi e i processi esatti nel cervello alla base di ciò devono essere chiariti in ulteriori studi.

Ciò potrebbe portare a progressi nella medicina, per esempio. Una migliore comprensione dei farmaci e delle esperienze di pre-morte renderebbe possibile lo sviluppo di nuovi farmaci per il trattamento dei disturbi d’ansia o della depressione, ad esempio.