Maggio 19, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Perché alcune persone sono immuni all’infezione da corona? Lo studio porta nuove intuizioni

  • Studio Corona: I ricercatori stanno studiando la carica virale e l’infezione
  • Risultati sorprendenti: 58 persone non sono risultate positive al coronavirus
  • Che cosa hanno cellule T relazione?
  • Ci sono persone immuni al contagio da Covid-19?

Nella primavera del 2020, questa diffusione Corona virus Tra l’altro anche in Regno Unito la fine. parecchi I pazienti è venuto in Ospedali. Per medici e infermieri, il rischio di affrontare la malattia è aumentato rapidamente virus infettare. Ce n’era molto infezione. Ma per alcuni, il virus non ha scampo dall’inizio, anche se potrebbero essere entrati in contatto con esso più volte. Sembra che tu lo sia immunità speciale contro il coronavirus. possederlo ricercatore Scoperta dal Regno Unito. Il risultati della ricerca Questo è apparso di recente in una pubblicazione precedentemente non certificata sulla rivista Nature. I ricercatori hanno analizzato diversi campioni e dati del personale ospedaliero britannico. In tal modo, scoprono un gruppo del college 58 personedove per un periodo di quattro mesi, Il test PCR non è risultato positivo e non sono stati trovati anticorpi, sebbene il personale delle cliniche sia stato regolarmente testato. Allo stesso tempo, un certo numero di colleghi è stato infettato da Corona durante questo periodo.

Corona Virus: porre fine all’infezione a causa di un aumento del livello di cellule T

In 20 di questi soggetti di studio, i ricercatori hanno riscontrato livelli elevati di cellule T19 di loro contengono anche una proteina immunitaria chiamata . IFI 27. Secondo gli autori, la proteina potrebbe essere un indicatore di un precedente contatto con Sars-CoV-2. Gli scienziati sospettano che nelle persone studiate si sia verificata una sorta di cessazione dell’infezione. Il virus potrebbe aver raggiunto i corpi delle persone, ma è stato combattuto lì così rapidamente che non è riuscito nemmeno a prendere piede.

READ  Quasi tutti hanno torto: quale aspetto non si adatta alla catena?

“Non ho mai visto niente di simile prima”, ha detto. “È davvero sorprendente che le cellule T possano controllare l’infezione così rapidamente”. Shane CrottyImmunologo presso La Jolla IIstituto di Immunologia della California, che non è stato coinvolto nella ricerca, adattato da Nature. Il sistema immunitario di queste persone sembra essere in grado di combattere il virus prima che si diffonda ulteriormente. Questo processo è indicato in termini tecnici come “Infezione fallita” un certo.

Secondo i ricercatori, il motivo dell’efficace difesa contro il virus può essere di un certo tipo cellule T di memoria essere quello che hanno trovato nei campioni. Queste cellule erano attive contro una serie di proteine ​​virali importanti per la replicazione del virus, le cosiddette complesso di replicazione. I ricercatori hanno trovato queste cellule T più spesso in coloro che non mostravano segni di infezione rispetto a quelli che avevano Covid-19. I ricercatori hanno anche trovato questo tipo di cellule T in campioni di sangue prelevati prima della pandemia.

Lo studio lascia molte domande senza risposta

Gli scienziati lo sospettano cellule immunitarie Si forma quando viene infettato da un coronavirus umano che causa il raffreddore. Perché a differenza della proteina spike, che i virus usano per penetrare nelle cellule umane, ma varia da variante virale a variante virale, complesso di replicazione Lo stesso per molti coronavirus. Ciò potrebbe rendere queste proteine ​​un nuovo obiettivo per i vaccini che funzionano non solo contro SARS-CoV-2, ma contro tutti i potenziali coronavirus.

Bestseller: guarda gli autotest per Wreath su Amazon

READ  6 alimenti per un intestino sano

Tuttavia, lo studio attuale lascia molte domande senza risposta. In primo luogo, non è chiaro quando il freddo provoca la formazione di tali cellule T. Perché sebbene la stragrande maggioranza delle persone abbia avuto un raffreddore causato da coronavirus almeno una volta nella vita, è chiaro che solo pochi hanno questi linfociti T di memoria.

D’altra parte, altri ricercatori osservano che non ci sono prove conclusive che le persone esaminate siano state effettivamente in contatto con Sars-CoV-2.

Sono necessari ulteriori studi per ottenere una dichiarazione affidabile

Gli autori dello studio hanno contestato questi dubbi per il fatto che l’aumento dei linfociti T misurati coincideva esattamente con la prima ondata dell’epidemia in Gran Bretagna. Una coincidenza molto improbabile. Altri critici affermano: anche se le cellule T speciali erano in grado di bloccare completamente l’infezione in quel momento, non è chiaro se ciò si applicasse anche alla variante delta più infettiva. Pertanto, sono necessari ulteriori studi con modelli animali e dati dall’uomo.

Ulteriori lettureI ricercatori tedeschi si sono occupati anche dei linfociti T nella lotta contro il virus Corona

L’articolo contiene link di affiliazione

* Nota: in redazione siamo sempre alla ricerca di prodotti utili per i nostri lettori. I link forniti in questo articolo e contrassegnati dall’icona del carrello o da un asterisco sono chiamati link di affiliazione/link sponsorizzati. Se clicchi su uno di questi link o effettui un acquisto attraverso di essi, riceviamo una commissione dal rivenditore. Questo non cambia il prezzo per te. I nostri rapporti editoriali sono principalmente indipendenti dalla presenza o dall’importo della commissione.