Gennaio 25, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Pandemia corona: tasso di infezione a 497,1 – un nuovo massimo

Stato: 15/01/2022 08:25

Il tasso di infezione in sette giorni ha raggiunto un nuovo massimo di 497,1, sebbene l’onda Omicron non abbia ancora colpito le unità di terapia intensiva, secondo i medici. Ciò è probabilmente dovuto al gran numero di giovani colpiti.

I nuovi casi di coronavirus in Germania hanno raggiunto un livello elevato. Il Robert Koch Institute (RKI) ha indicato al mattino il tasso di infezione a sette giorni a livello nazionale a 497,1. Ieri è stato segnalato il precedente massimo di 470,6 nuovi casi di corona ogni 100.000 abitanti in una settimana.

Sabato la scorsa settimana, il tasso di infezione a sette giorni è stato di 335,9. L’RKI ha indicato il numero di nuove infezioni rilevate oggi a 78.022. Il giorno prima è stato raggiunto un nuovo massimo giornaliero a livello nazionale con 92.223 casi.

Omikron non pone ancora problemi alle unità di terapia intensiva

I medici di terapia intensiva non hanno ancora osservato alcun effetto dell’onda omicron sulle unità di terapia intensiva. “Attualmente non siamo in grado di identificare un’onda omicron nelle unità di terapia intensiva”, ha affermato Gernot Marx, capo del registro di terapia intensiva presso la Società interdisciplinare tedesca per la terapia intensiva e la medicina di emergenza (DIVI), la rete editoriale tedesca. “Fortunatamente, quando si tratta di pazienti Covid-19, possiamo continuare a segnalare numeri bassi”.

Giovedì, per la prima volta da metà novembre, i reparti sono scesi a poco meno di 3.000 pazienti Covid. Marks ha sottolineato che i giovani di età inferiore ai 35 anni sono attualmente colpiti da omicron. “Questi sviluppano un decorso acuto molto meno frequentemente degli anziani, quindi non sono ancora o talvolta solo pazienti nelle nostre unità di terapia intensiva”.

READ  Previsioni Omikron per gennaio: lo statistico prevede fino a 435.000 casi al giorno

Secondo Marks, si prevede che rispetto alla variante delta, in cui circa lo 0,8% di tutti i contagiati doveva essere trattato in terapia intensiva, molte meno persone risultate positive seguirebbero un decorso così grave. “Se gli incidenti aumentano drasticamente a causa della diffusione molto rapida, questo ovviamente rimane un problema”, ha avvertito Marks.

Monitoraggio completo della corona richiesto nelle cliniche

Il medico di terapia intensiva Christian Karaganides sollecita una migliore registrazione dei pazienti Corona negli ospedali. “La situazione nei reparti ordinari in Germania potrebbe diventare particolarmente tragica se il numero di casi continua a superare il limite”, ha affermato il direttore scientifico del registro di terapia intensiva presso la Società multidisciplinare tedesca per la terapia intensiva e la medicina d’urgenza a Rheinische. Posta”.

“Abbiamo finalmente bisogno di un monitoraggio, come il registro di terapia intensiva, che registri in modo affidabile i pazienti ospedalieri con corona. Finora, questo è stato un viaggio alla cieca inaccettabile che non possiamo più permetterci”. Karaganides ha affermato che il governo federale dovrebbe affrontare rapidamente la situazione.

Discussione sulla quarta vaccinazione

L’esperto di Monaco Clemens Wendtner ha avvertito che la quarta vaccinazione contro la corona deve essere preparata rapidamente, con i vaccini disponibili. “Per me, una quarta vaccinazione da quattro a sei mesi dopo la terza sarebbe una procedura appropriata”, ha detto all’agenzia di stampa dpa il capo medico in malattie infettive presso la clinica Schwabing di Monaco.

Ma allo stesso tempo ha sottolineato che, a causa della mancanza di dati, non vi è ancora alcuna raccomandazione da parte del Comitato permanente per l’immunizzazione in merito alla quarta vaccinazione. Si dice spesso che si vuole aspettare il vaccino Omikron modificato. “Ma temo che ci vorrà molto tempo”, ha detto Wendtner. Non sono attesi nuovi vaccini fino ad aprile, ma l’ondata di Omicron sta appena iniziando a emergere.

READ  La vaccinazione antinfluenzale è raccomandata per i pazienti cronici

immagine simbolo

Voce degli insegnanti
15/01/2022 • 09:28

Replay 09:15 Star Child: FAQ

>> La variante Omicron del coronavirus porta a meno della metà dei ricoveri negli Stati Uniti rispetto alla variante delta. Lo hanno riferito i ricercatori del Center for Disease Control dell’Autorità sanitaria degli Stati Uniti nell’attuale studio preliminare. <