Maggio 22, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Nuova valutazione: perché l’influenza tradizionale non esiste più

Amburgo Nuova recensione

Perché la classica influenza non esiste più?

Giovane malato di influenza a casa ||  Modellfreigabe vorhanden

L’influenza grave non è solo spiacevole, ma può anche essere pericolosa per la vita

Quelle: Photo Alliance / Zoonar

Mentre il coronavirus viaggia attraverso la Germania, i casi di influenza sono diminuiti del 99% ad Amburgo, ad esempio. I medici vedono una ragione per questo – e avvertono del prossimo inverno.

DottSecondo i medici, i requisiti di maschera e le restrizioni di contatto hanno quasi completamente impedito la consueta epidemia di influenza l’anno scorso. Mentre il numero di infezioni da corona ad Amburgo è triplicato, il numero di malattie influenzali è sceso a cento rispetto al valore dell’anno precedente. Come evidenziato dalle ultime informazioni sull’infezione dell’Istituto per l’igiene e l’ambiente di Amburgo, nel 2020 sono stati segnalati 3.915 casi di influenza nella città anseatica. L’anno scorso, solo 40 persone hanno contratto l’influenza. Nello stesso periodo il numero dei contagi da Covid-19 è passato da 35.485 a 106.535.

Leggi anche

Il senatore della scuola di Amburgo Ties Rabe (SPD), qui visita la scuola distrettuale

L’influenza di solito si manifesta a ondate da metà gennaio a metà marzo, ha spiegato Johannes Knobloch, capo dell’igiene presso l’ospedale universitario di Eppendorf. I requisiti delle maschere e le restrizioni di contatto imposte dal blocco dello scorso anno avrebbero potuto prevenire l’infezione da goccioline. “L’influenza non è andata via, ma non è diventata una crescita esponenziale”, ha detto il professore di medicina. La maggior parte delle persone ha un’immunità batterica che previene malattie gravi. Il frequente contatto con il virus dell’influenza li ha resi “potenziati” contro l’influenza.

Leggi anche

5 gennaio 2022, Bassa Sassonia, Hannover: un assistente biotecnologo mostra i test PCR preparati per il coronavirus da pazienti nel laboratorio di reazione a catena della polimerasi dell'Ufficio sanitario statale della Bassa Sassonia (NLGA).  Foto: Julian Stratenschulte / dpa +++ dpa picture radio +++

Con il Covid-19 è stato molto diverso l’anno scorso. All’inizio del 2021, circa il 90 per cento delle persone non era protetto perché non era stato vaccinato o curato. La protezione della bocca e del naso – fatta eccezione per una maschera FFP2 correttamente utilizzata – non protegge chi lo indossa, protegge le altre persone dalle infezioni. Knobloch potrebbe immaginare che dopo la fine della pandemia di Corona e dei requisiti delle maschere, potrebbe esserci una grave pandemia influenzale.

“Grave ondata di influenza il prossimo anno”

Associazione Medici di Medicina Generale Amburgo Ha rilasciato una dichiarazione simile: “Temiamo di dover affrontare una forte pandemia influenzale il prossimo anno se le misure AHA-L non saranno più rigorosamente monitorate e ci sono due gruppi di bambini che hanno avuto poco o nessun contatto con i virus dell’influenza”, ha affermato il presidente del sindacato Jenny Hausmann. AHA-L sta per distanza, igiene e vita quotidiana con mascherina e ventilazione.

I virus sono molto diversi

I due medici hanno escluso confusione tra i due tipi di virus nei test. “Questi virus sono correlati tra loro un po’ come gli ananas e le banane”, ha detto Knobloch. Haussmann inoltre non crede che i pazienti influenzali siano stati meno visitati dai medici a causa del Corona. “Presumo che i pazienti con sintomi influenzali abbiano ora maggiori probabilità di recarsi nello studio del medico di famiglia perché vogliono escludere che i sintomi siano causati dall’infezione da corona”, ha affermato il presidente dell’associazione.

READ  Il valore dell'occorrenza è diminuito a causa dell'indisponibilità dei numeri attuali