Maggio 17, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

NplusX – Recensione: Horizon Forbidden West

Ballando con un robot

Anno 2017 Developer Studio Guerrilla Games consegnato Alba di Orizzonte Zero Colpisci una vera sorpresa. Molti giocatori non pensavano che la squadra, che i giocatori conoscono solo come sviluppatori della serie Killzone, sarebbe stata in grado di giocare a un gioco open world, specialmente non con un personaggio principale femminile. I primi trailer e screenshot erano tecnicamente avvincenti, ma hanno lasciato alcuni scettici con bizzarri dinosauri robotici. Ora sappiamo che Horizon Zero Dawn è uno dei migliori giochi per PS4 e che Guerrilla Games è uno dei team di sviluppo più talentuosi che navigano sotto la bandiera dei PlayStation Studios. Sono passati quasi cinque anni dall’uscita di Horizon Zero Dawn. Ora l’eroina dai capelli rossi Aloy è tornata e stiamo testando le sue ultime avventure per te!

Ad ovest!

La storia di Horizon Forbidden West inizia praticamente con selvaggio congelato, ovvero il DLC per la prima parte, si ferma. Un breve video introduttivo riassume gli eventi di Horizon Zero Dawn, ma non scende nei dettagli. Chiunque abbia interpretato la prima parte e il DLC stesso ha vantaggi non solo in termini di storia. Guerrilla Games generalmente sembra presumere che la maggior parte dei giocatori non controlli Aloy per la prima volta, e quindi lo fa senza lunghe lezioni all’inizio del gioco. I nuovi arrivati ​​vengono praticamente gettati nel profondo e devono solo ottenere alcuni testi informativi e brevi spiegazioni dei controlli, con alcuni attacchi possibili più avanti nell’arena. In effetti, questo approccio probabilmente non è sbagliato, dato che Zero Dawn era gratuito su PlayStation 4 come parte di una promozione Play-at-Home lo scorso anno e la parte era regolarmente disponibile sul PlayStation Store per 10 € o meno prima.

Ma torniamo alla storia: circa sei mesi dopo la fine della prima parte, una terribile peste rossa devasta il mondo post-apocalittico di Forbidden West, colpendo allo stesso modo piante e animali. Questa piaga rappresenta anche una minaccia per gli esseri umani. Per fermare la peste, Aloy deve trovare una copia del GAIA. GAIA è il sistema di bonifica controllato dall’intelligenza artificiale che avrebbe dovuto rendere nuovamente abitabile la Terra dopo il “Giorno Zero” più di mille anni fa. Consiste di diverse sub-routine, ognuna delle quali ha funzioni diverse. Hades, un subreddit devastante che avrebbe dovuto essere sconfitto ma in realtà rubato da un uomo di nome Sylens, sembra essere in qualche modo collegato alla Peste Rossa. Aloy è l’unica persona sulla terra che può fermare Ade e ripristinare GAIA perché solo lei può entrare in alcune tane degli Anziani. Questo perché possiede il corredo genetico del Dr. Elizabeth Sobek, la scienziata stellare dietro Project Zero Dawn.

La versione GAIA con le sue varie parti può essere trovata nel “Forbidden West”, ma la strada lì, ovviamente, è disseminata di molti ostacoli. L’area è limitata per un motivo. Molti animali robotici e dinosauri si opporranno ad Aloy e ad alcuni alleati come Arend o Farrell, ma ci sono anche molti avversari umani. L’Occidente è abitato da varie tribù ostili, ognuna con i propri problemi. Ad esempio, il Tinakith vive ai confini del territorio di Karga nel bel mezzo di una guerra civile. C’è anche un gruppo misterioso che vuole trovare GAIA prima di Aloy e sbarazzarsi dell’eroina dai capelli rossi.

READ  Valve mette fine agli imbrogli con falsi sconti

La storia del Forbidden West non è scritta male, ma è un mezzo per raggiungere un fine e senza dubbio non sta al passo con la storia della prima parte. Le domande più importanti sul mondo di gioco e sulle origini di Aloy in Horizon Zero Dawn hanno avuto semplicemente una risposta, e la storia principale della seconda parte spesso si perde in un gergo fantascientifico che sembra più interessante di quanto non sia in realtà. Soprattutto, i dialoghi ben scritti tra Aloy e i tanti personaggi colorati e le loro relazioni personali dovrebbero portare avanti la storia.

Niente di nuovo in Occidente?

Chiunque abbia giocato a Horizon Zero Dawn non si sentirà a casa solo nel Forbidden West per via della storia e di alcuni volti familiari. Le aree sono molto simili a quelle della prima parte in alcuni punti, e il gameplay non è cambiato molto in linea di principio. Molti elementi ricordano ancora la famosa formula Ubisoft che è stata utilizzata più e più volte in serie come Assassin’s Creed, Far Cry o Watch Dogs. La grande mappa è piena di icone che vogliono sfiorare più e più volte. Tuttavia, la mappa non è completamente visibile dall’inizio. In Assassin’s Creed and Co, gli eroi devono scalare le torri per avere una panoramica del terreno e sbloccare nuove parti della mappa. Invece di arrampicarsi sulle torri, Aloy si arrampica su robot dal collo alto. Le basi nemiche possono essere occupate e gli animali cacciati. Le pelli e le ossa di animali vengono utilizzate per creare nuove attrezzature o migliorare le attrezzature esistenti con un sistema di creazione. I mercanti che vendono vestiti nuovi, armi o munizioni aspettano nelle città e nei campi. Nella prima parte, almeno il sistema di combattimento avanzato sembrava davvero nuovo, ma la seconda parte, ovviamente, perde questo vantaggio. Per combattere i robot, che hanno sempre i loro punti deboli, è disponibile un arco con diverse frecce e una manciata di altre armi da fuoco più o meno primitive per attacchi a lungo raggio, la maggior parte delle quali già note dalla prima parte. Nel combattimento corpo a corpo, Aloy usa una lancia e può lanciare bombe e piazzare trappole come al solito. Dopotutto, ci sono più di venti nuovi tipi di robot, anche i più piccoli ora rappresentano un pericolo maggiore perché possono attaccare Aloy con attacchi a impulsi e proiettili da lontano.

Nonostante tutte queste somiglianze, sarebbe insolente accusare Horizon Forbidden West di mancanza di innovazione. Stiamo sicuramente ottenendo qualcosa di più di nuove aree e tipi di robot qui. È chiaro che Guerrilla Games ha preso alcune delle critiche da Zero Dawn e ha perfezionato il gameplay con il feedback dei fan. Mentre Aloy faceva ancora affidamento sulle sporgenze e sulle scale così ben segnalate nella prima parte per scalare pareti rocciose o rovine ricoperte di vegetazione, ora è molto più flessibile sul suo cammino. Con una specie di rampino può raggiungere punti più alti. Con un lanciatore di trascinamento, può tirare oggetti verso di sé o abbattere muri. Può misurare alcune rocce più o meno come Link in The Legend of Zelda: Breath of the Wild. Sebbene abbia ancora bisogno di punti fissi su cui aggrapparsi, è disponibile solo quando la messa a fuoco è attivata Un dispositivo che le permette di scansionare l’ambiente circostante Spettacolo. In pratica, questa azione ricorda una specie di roccia cibernetica.

READ  (21/01/2022) Amazon Alexa - Al momento si è verificato un problema con l'assistente linguistico

Dopo aver raggiunto la cima di un collo lungo o in cima a una roccia, Aloy può semplicemente saltare e planare in aria su un paracadute. Aloy non è mai stato così elegante a terra e in aria. Per la prima volta, può immergersi sott’acqua per scoprire splendidi mondi sottomarini pieni di pesci luccicanti e piante colorate.

Il sistema di combattimento è praticamente lo stesso di quello vecchio, ma c’è anche un’innovazione qui: Aloy ora può equipaggiare i cosiddetti potenziamenti di coraggio e Assumendo completo coraggio Usalo durante una scaramuccia per infliggere temporaneamente più danni o più colpi, ad esempio. Diversi incantesimi coraggiosi con diversi livelli di efficacia possono essere sbloccati nell’albero delle abilità.

Più grande, più lontano, migliore

Nel complesso, indipendentemente dalla storia, quasi ogni parte di Forbidden West sembra più grande e migliore rispetto a Zero Dawn. Naturalmente, questo si riflette anche nell’ottica, che, nonostante l’assenza del ray tracing, è una delle migliori che le attuali console hanno da offrire. Su PS5, abbiamo la possibilità di scegliere tra due diverse modalità: la modalità Grafica offre una risoluzione 4K a 30 fps e la modalità Performance offre 60 fps con una risoluzione leggermente ridotta di 1800p. Ad ogni modo, le ampie aree sono ricche di dettagli, che sfortunatamente possono essere catturati solo male nei nostri screenshot ridotti. Horizon Forbidden West, in azione su una grande TV 4K, sembra incredibile in alcuni punti. Mentre il vento scivola dolcemente sul paesaggio della steppa, migliaia di erbacce si muovono. Foglie e polline danzano nell’aria. I cuscini di muschio sembrano così soffici che vuoi solo sdraiarti su di essi. Red Plague potrebbe non essere carino per la flora e la fauna del gioco, ma impressiona visivamente con gli effetti particellari più delicati. Pensi di poter vedere ogni granello di sabbia durante il tramonto sulle spiagge Attraverso acque di mare poco profonde Dipinge bellissimi motivi per terra, dentro i bunker sotterranei, la polvere di corna è sospesa al suolo come nebbia e le macchine degli anziani lentamente arrugginiscono. Quando quest’ultimo è protetto dalla corrosione, sono state utilizzate le migliori tonalità metalliche per dare a tutto un aspetto fantascientifico scuro. In breve: un gioco open world non è mai stato così bello.

L’unica cosa che può essere criticata è che le aree con molta erba e alberi sembrano innaturalmente nitide, come se gli sviluppatori avessero messo un filtro molto potente sopra l’immagine. Se guardi da vicino, a volte puoi vedere una strana forma di sfarfallio o sfarfallio dei bordi durante il gioco profondità di campo utilizzata.

READ  Mega affare per Apple iPad (2021): acquistalo subito a buon mercato!

I personaggi del gioco sono quelli che sono cambiati di più. Le città piccole e grandi ora sono molto più vivaci e, sebbene molti NPC non abbiano ancora una routine quotidiana coerente, ma svolgano invece lo stesso compito a qualsiasi ora del giorno o della notte, vengono eseguiti visivamente in un modo molto più realistico. Puoi dire che Guerrilla Games ha fatto molti sforzi per sviluppare i volti. Non esistono due lettere uguali. È necessario impegnarsi molto anche nelle espressioni facciali delle persone, che si riflette nelle espressioni facciali più credibili da The Last of Us Part II.

Molte delle scene tagliate sono anche più cinematografiche di quanto non fossero nella prima parte grazie alle riprese di tracciamento più dinamiche, e anche un’ottima acustica con fantastici effetti 3D e l’uso del feedback tattile utilizzando il controller dual-sense. Il mondo di gioco prende vita.

I livelli di difficoltà sono quasi invariati, più o meno. Inizialmente c’erano quattro livelli di difficoltà in Horizon Zero Dawn, ma altri due livelli sono stati aggiunti tramite patch dopo il rilascio. In Forbidden West, ci sono sei livelli di difficoltà tra cui scegliere fin dall’inizio, cinque dei quali sono preimpostati e vanno dalla facilissima “Modalità Storia” alla modalità estremamente difficile per combattenti particolarmente esigenti. La sesta modalità selezionata dall’utente offre ai giocatori l’opportunità di personalizzare determinate impostazioni per creare il proprio livello di difficoltà.

Conclusione:

Horizon Forbidden West non sta reinventando la ruota. Non sarebbe giusto aspettarsi, dopotutto, che questa non sia una nuova IP, ma la continuazione di una grande avventura d’azione. Tuttavia, è chiaro che gli sviluppatori hanno fatto uno sforzo per mettere a punto il gameplay e rendere la presentazione più audace. Anche nella prima parte, il gameplay riguardava senza dubbio il complesso sistema di combattimento, e ora è un po’ meglio. Tecnicamente, anche Horizon Forbidden West è assolutamente sbalorditivo. Ciò compensa anche la storia principale in qualche modo funzionale, che con un tempo di gioco di 25-30 ore non raggiunge mai il culmine della narrazione in Horizon Zero Dawn, ma almeno ha una scena o l’altra fantastica. In altre parole, Horizon Forbidden West non è perfetto, ma è più di un degno sequel di un’avventura d’azione di prim’ordine e la maggior parte dei giocatori sarà felice di trascorrere dozzine di ore giocando e giocando con Aloy anche dopo aver completato il gioco. La storia principale, esplora le diverse tribù da visitare, dai la caccia ai robot ed esplora persino l’ultimo angolo del Forbidden West.

Testato da noi: versione PS5
Vorremmo ringraziare Sony per aver gentilmente fornito il campione di prova.