Aprile 21, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Non saremo buoni amici”: Steiner saluta Ralf Schumacher e spara alla Haas

“Non saremo buoni amici”: Steiner saluta Ralf Schumacher e spara alla Haas

“Non saremo buoni amici”
Steiner saluta Ralf Schumacher e spara alla Haas

Dopo aver lasciato la carica di team principal della Haas, Guenther Steiner rimarrà in Formula 1 come esperto di RTL. Prima dell'inizio della nuova stagione, l'italiano ha parlato delle circostanze del suo licenziamento e di come potrebbero essere alcuni incontri sul ring.

L'uscita shock di Gunter Steiner dalla Haas è stata il primo big bang nell'ancora giovane anno 2024 della Formula 1. Un botto con conseguenze. Il nuovo esperto di RTL, come al solito, nell'intervista è stato aspro e si è espresso contro il suo ex capo. “Non ho alcun problema con la decisione, semplicemente il modo in cui è stata presa non era giusto. Non l'avevo mai fatto prima”, ha confermato Steiner in un'intervista a RTL/ntv. Il proprietario della Haas, Gene Haas, ha informato telefonicamente all'inizio dell'anno il 58enne della sua partenza dalla guida della squadra. Riguardo al suo rapporto con American Haas, ha detto ridendo: “Non credo che andrò a cena con lui, anche se paga”.

Steiner aveva una “visione chiara”, come chiariva il limite di budget: “Devi andare in una direzione diversa da quella in cui vanno tutti gli altri. Non devi imitare gli altri, ma devi rispettare ciò che sono le altre squadre”. Se tutto il settore va in quella direzione, bisogna fare in modo di andare con lui per lottare per lui.” L'altoatesino è tranquillo: “I risultati parleranno da soli: forse ho ragione io, forse il Sig. Haas.»

Steiner ha avuto anche un rapporto un po' difficile con l'ex pilota di Formula 1 e zio Ralf Schumacher. Il motivo: Schumacher ha criticato Steiner, tra le altre cose, per non aver dato a suo nipote una “giusta possibilità”. Anche a Schumacher non è piaciuta l'interazione personale con Mick. Il 48enne allora disse: “Come uomo esperto e anche come padre, non si tratta un giovane in questo modo”.

Steiner non evita Ralf Schumacher

Nessun problema per Steiner, che, in quanto esperto di pista di RTL, può sicuramente incontrare Schumacher, che posa davanti alla telecamera per Sky, una o due volte in questa stagione – all'apertura della Formula 1 in Bahrein. (Sabato, 16:00/Diretta su RTL e Sky) Questo potrebbe essere il caso per la prima volta.

Formula1_Notes_FINAL_Races1.pngFormula1_Notes_FINAL_Races1.png

“Non evito nessuno. Vai d'accordo con alcune persone, non vai d'accordo con altri, questa è la vita. Non mi creo alcun problema, altrimenti ti metteresti sotto pressione”, ha detto Steiner. Il caso Schumacher. “Se vuole salutarmi, va bene, altrimenti va bene lo stesso,” ha continuato l'ex funzionario della Formula 1. Ha sottolineato: “Logisticamente non diventeremo buoni amici, ma il rispetto c’è sempre”.

È probabile che Steiner incontrerà anche il vecchio equipaggio Haas in pista. Ha sottolineato che c'era un po' di “tristezza” in questo. “Amo i ragazzi e loro amano me, almeno la maggior parte di loro. In realtà non ho problemi con questo. Per me è stato meglio. Se non arrivi in ​​montagna lo vuoi perché non lo fai. non farlo.” “Raccogliti, è meglio non salire, altrimenti ti fai male”, ha detto Steiner. È “contento” della decisione e per questo è aperto alle persone. “Ci faremo una bella risata.”

Critiche alla vettura Haas, ma elogi a Hulkenberg

Non è ancora chiaro quanto riderà il suo successore, Aiyao Komatsu. Steiner generalmente ha un'alta stima del suo ex collega. “L'ho avuto come ingegnere capo per otto anni. Se dicessi che non era bravo, direi che sono stato un po' stupido”, ha detto il 58enne. Tuttavia, il lavoro di un team leader è “un ruolo completamente diverso” e “un lavoro completamente diverso da quello di un ingegnere capo”, ha sottolineato Steiner.

In realtà non voleva giudicare questa decisione. “Il signor Haas pensa che sia una decisione saggia, lasciamogli prendere la sua decisione e vedere dove lo porterà. Non sono d'accordo sul fatto che non sia nelle forze di Ayo Komatsu essere presidente della squadra.” I giapponesi sono ora responsabili dei risultati della prossima stagione. I primi test furono preoccupanti per la squadra americana.

Durante i test drive in Bahrein, Steiner ha detto che il nuovo pilota “non aveva un bell'aspetto, devo dire”. “Hanno fatto molti viaggi lunghi e distanze di gara per testare la tenuta degli pneumatici.” L'anno scorso l'usura è stato il problema più grande della Haas. “Sarà un altro anno difficile. Non si può rimediare alla mancanza di investimenti in due mesi”, aveva previsto Steiner alla sua ex squadra.

Dopotutto, il pilota della Haas Nico Hulkenberg sembra “molto motivato”, afferma Steiner. “Ce l'ha messa tutta, dice di aver lavorato tanto in inverno. A Nico non mancheranno le motivazioni e il talento. Bisognerà vedere quanto è buona la macchina”