Dicembre 7, 2021

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Nessuna possibilità in circostanze normali”

14:57

Wolf: Avrei affrontato questa situazione immediatamente!

“Se mi fosse stato detto all’inizio dell’anno che stavamo combattendo una battaglia in piena regola in Arabia Saudita e Abu Dhabi [um die WM] C’è, allora lo farei”, rivela Toto Wolff, riferendosi ai problemi che la Mercedes ha avuto all’inizio dell’anno. Il campione del mondo della serie ha vinto tre delle prime quattro gare all’inizio della stagione.

Ma la Red Bull era considerata l’auto più veloce all’epoca, specialmente sul palco di Monaco quando i Bulls hanno celebrato cinque vittorie consecutive. Nel frattempo, Verstappen ha 32 punti di vantaggio su Hamilton. Tuttavia, Wolff sottolinea di non aver smesso di credere nelle possibilità della Coppa del Mondo. “Tutti in questa squadra si rifiutano di arrendersi”, spiega.

“Sono grato per lo sviluppo del campionato, spero che il campionato continui fino alla fine”, ha detto Wolff. Comunque, le probabilità non sono così male.


14:36

Verstappen “non ha possibilità in circostanze normali”

Come promemoria, in Coppa del Mondo, Verstappen ha ancora otto punti di vantaggio su Hamilton. Ma significa anche che il britannico può diventare campione del mondo da solo. Se vincerà le ultime due gare, il titolo mondiale resterà con lui per un altro anno. L’esperto Ralf Schumacher spiega riguardo a ‘Sky’: “Per ora, la Mercedes è il pacchetto più stabile”.

“Max dà tutto e mostra quanto è bravo. In circostanze normali, però, non ha possibilità”, crede il tedesco e aggiunge: “Forse è fortunato perché gli manca finora. Se ce l’ha a inizio stagione potrebbe essere già campione del mondo.” “. Perché Verstappen ha perso molti punti a causa di circostanze sfortunate, come la sua gomma bucata a Baku.

Ora potrebbe aver bisogno proprio di quella fortuna in una battaglia per il campionato del mondo, che non ha avuto per molto tempo…


14:15

Hamilton: vince su 30 piste

Lewis Hamilton ha vinto ieri sul 30° circuito diverso del calendario di Formula 1. Per fare un confronto: Michael Schumacher è arrivato secondo in queste statistiche con “solo” 23 giri diversi. E dal campo attuale, Sebastian Vettel è il seguace più vicino ad Hamilton (se di questo si può parlare a questa distanza) con 21 giri. Molto impressionante!



13:37

Steiner: il colpo di testa più duro di una tripletta finora

“Penso che sia stata la tripletta più dura di sempre”, ha detto l’allenatore della Haas dopo le gare di Messico, Brasile e Qatar. La spedizione in ritardo in Brasile è stata principalmente responsabile di questo. Ti ha reso “un po’ nervoso”, ha detto Steiner. E anche il successivo viaggio in Qatar non ha migliorato le cose.

READ  Un nuovo motore per Verstappen in Arabia Saudita?

“E’ stato molto difficile perché il viaggio dal Brasile fino a qui è stato lungo”, spiega e ci ricorda che tutto doveva essere smontato in Brasile domenica dopo la gara. Poi avevi un volo di 16 ore e sei ore di differenza di fuso orario davanti a te.

“Ci sono cose decisamente migliori che puoi fare nella tua vita”, dice Steiner con un sorriso.


13:13

Valutazioni dei piloti dalla redazione

Non perderti nessun lunedì: ci sono i punteggi dei piloti della redazione! Un promemoria: Max Verstappen è già stato nominato il nostro pilota dell’anno. Almeno questo fine settimana in Qatar, nella redazione c’erano due piloti migliori dell’olandese. Fai clic sulla nostra galleria fotografica!

A seguire, come di consueto, la grande dichiarazione di chiusura, che comprende anche i punteggi dei nostri lettori e del nostro esperto Marc Saurer.


Galleria fotografica: Qatar: i marchi degli editori per i conducenti


12:51

Wolff: il Qatar era in realtà il tallone d’Achille

Alla Mercedes, pensavano già che il Qatar sarebbe stata la più dura delle ultime tre gare della stagione. Tuttavia, Hamilton ha guidato per primo e ha vinto facilmente domenica. Toto Wolff spiega che il Qatar era precedentemente visto come un tallone d’Achille e che l’Arabia Saudita dovrebbe svolgere un ruolo più importante nelle carte della Mercedes.

Ma questo potrebbe essere un avvertimento per la prossima gara, perché: “L’abbiamo visto quest’anno. Il Brasile avrebbe dovuto essere il circuito della Red Bull”, ricorda Wolff. Tuttavia, Hamilton ha vinto lì, così come in Qatar. E ad Austin, prima considerata una pista per la Mercedes, ha trionfato Verstappen. Quindi in qualche modo è ancora tutto imprevedibile…


12:30

Valutazioni TV solide per Sky

670.000 spettatori hanno assistito ieri alla gara del Qatar su Sky. Questo è un buon rapporto qualità-prezzo, ma nemmeno un ottimo rapporto qualità-prezzo. Sebbene la battaglia della Coppa del Mondo si stia avvicinando al culmine, l’interesse non sembra necessariamente crescere. Per fare un confronto: l’apertura della stagione in Bahrain è stata seguita da 1,12 milioni di telespettatori su Sky e, soprattutto nella prima parte della stagione, il traguardo dei 700.000 è stato regolarmente superato.


12:12

Perché Ricardo ha dovuto risparmiare così tanta benzina?

Ieri abbiamo saputo dal Team Principal Andreas Seidl che Daniel Ricciardo ha dovuto “risparmiare una straordinaria quantità di carburante” in gara. Ora lo stesso australiano ha dichiarato che potrebbe trattarsi di un “errore di sistema”. “A volte abbiamo perso due secondi al giro risparmiando carburante”, dice.

Nel complesso, ha dovuto risparmiare carburante per “una buona metà della gara”. Guardando indietro, questo potrebbe non essere stato necessario. “Peccato” dice seccato Riccardo. Perché quando è stato in grado di spingere più avanti in gara, i suoi tempi erano buoni. Ma ormai la domenica era finita. “Ci ha sicuramente privato della nostra possibilità di ottenere punti”, spiega.


11:53

Verstappen: I danni alle ali non hanno avuto effetto

Ricordi che ieri l’olandese ha avuto un leggero danno alla sua ala al via della gara? Nel frattempo, ha confermato di non aver perso alcuna prestazione di conseguenza. “Ho avuto un po’ di problemi”, ha detto Verstappen. “Ma non sono stati abbastanza danni per influenzare davvero la differenza di velocità tra noi”.

Cosa intende: anche senza il danno, ieri non avrebbe avuto alcuna possibilità contro Hamilton. Ecco perché la Red Bull non ha cambiato le sue ali nelle stazioni. E alla fine, Verstappen è stato comunque in grado di segnare il giro più veloce. Quindi il danno non può essere così grande.


11:33

Hamilton: ora capisco meglio la macchina

Il campione del mondo sottolinea che la Mercedes è stata molto forte nelle gare passate perché la vettura nel frattempo si è “comprata meglio”. “Siamo stati sicuramente in grado di ottenere più prestazioni dal pacchetto senza introdurre alcun aggiornamento. Non abbiamo avuto alcun aggiornamento da Silverstone”, afferma.

Non vede necessariamente la Mercedes come la favorita nelle ultime gare della stagione. “Penso che sia molto vicino tra le due auto”, spiega, “nelle ultime due auto [Rennen] Abbiamo fatto un lavoro migliore nel complesso. Spero che possiamo adottare questo modello nelle prossime due forme”.

E in Arabia Saudita ha anche un motore più nuovo…


11:10

Verstappen incontra il supervisore sportivo

Questa è una grande storia! I governanti del Qatar hanno dato al “maresciallo canaglia” (citazione di Horner) ha incontrato Max Verstappen per compensare le dure critiche di Horner. I nostri cuori si aprono un piccolo lunedì mattina…


10:51

Verstappen: Qatar “non solo a modo nostro”

“Ovviamente ci è mancato un po’ di ritmo questo fine settimana”, ha ammesso l’olandese dopo il secondo posto. Perché anche senza una penalità di rete non aveva possibilità contro Hamilton in gara. “Non era solo la nostra pista,” fa spallucce, “ma ogni fine settimana è diverso dalle corse”, spiega.

Ad ogni Gran Premio possono succedere molte cose. Ricorda la sua punizione e spiega: “Queste cose possono accadere a chiunque, molto rapidamente”. Significato: in Arabia Saudita tutto potrebbe sembrare di nuovo molto diverso. “Dobbiamo solo continuare a spingere”, spiega Verstappen, che ha dichiarato: “Naturalmente non ci arrenderemo”.

Tuttavia, la Mercedes sembra essere la favorita ora, anche se è ancora in vantaggio in Coppa del Mondo. A proposito: quest’anno la Mercedes non ha mai vinto tre gare di fila. Se Hamilton è in vantaggio anche in Arabia Saudita, sarà il primo.



10:15

Hamilton di nuovo inaccessibile in Arabia?

In Qatar, la Red Bull era felice che Hamilton non avesse più un vantaggio sullo stretto come in Brasile. La cattiva notizia: Hamilton ha completato il weekend di Doha con un motore più lento. Andrew Shovlin di Mercedes rivela: “Ce ne sono due [Motoren]con cui cavalchiamo.”

“Qui [in Katar] Quello con meno potenza era in macchina”, rivela, e Toto Wolff annuncia in questo contesto che il motore più potente sarà installato nuovamente in Arabia Saudita, dove ci sono piste lunghe. Quindi non ci sono buone notizie per Red Bull. Perché Hamilton potrebbe essere di nuovo Superiore come in Brasile…