Aprile 14, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Nazionale di calcio: domande sul capitano Kimmich dopo la sconfitta contro il Belgio

Nazionale di calcio: domande sul capitano Kimmich dopo la sconfitta contro il Belgio


analisi

Stato: 29/03/2023 07:42

Sul 2: 3 contro il Belgio, la nazionale tedesca si allontana per la prima mezz’ora. Solo Emre può stabilizzare la situazione. Questo sarebbe stato il lavoro del capitano Joshua Kimmich, il cui ruolo può essere discusso ancora.

Hansi Flick sa essere spietato. Togliere dal campo il 19enne Florian Wertz, ex giocatore del Colonia e ora giocatore del Leverkusen, dopo una buona mezz’ora di partita a Colonia è stata un’impresa ardua per l’allenatore della nazionale.

  • Lettura in diretta del nastro – Germania vs Belgio
    Freccia destra

C’erano argomenti per questo, ovviamente, perché Wirtz era vulnerabile, perdeva rapidamente la palla e finiva con molti passaggi con l’avversario. Flick ha anche cambiato la sua formazione titolare con modifiche che hanno interessato anche un Leon Goretzka malato all’inizio del gioco.

Le modifiche diventano effettive

Il 4-2-2-2 è diventato il 4-3-3. Emre Can, neofita, è passato a centrocampo, affiancato da Joshua Kimmich con una direttiva più offensiva, così come l’esordiente Felix Nmecha, che si è unito a Goretzka. È stato coerente e ha assicurato un significativo miglioramento del gioco della nazionale tedesca.

La nazionale belga con il tecnico Domenico Tedesco ha mostrato chiaramente i limiti della Germania nell’amichevole. Nella prima mezz’ora c’era una minaccia di disastro.
Di più

La tenacia mostrata dal Ct contro il Wertz non era minimamente nota quando si trattava di un bambino di nove anni, decorato di riconoscimenti e recentemente dotato della fascia di capitano.

Il colpo di Joshua Kimmich, che afferma sempre di aprire la strada, non solo è caduto dal cronometro nel primo tempo, ma ha dato ai belgi più gol e possibilità grazie a un gioco disordinato. Al giocatore di Monaco mancava spazio davanti ai quattro difensori, poiché era necessario installare un undici confuso.

Può assumere il ruolo di leader

Ma le critiche di Kimmich sono state molto sottili, così come gli elogi per Emre Can. “Era il leader coraggioso di cui avevamo bisogno in questo gioco. Ha scosso la squadra per svegliarla”. Flick ha detto del Dortmunder, che ha portato virtù di cui la Federcalcio tedesca (DFB) ha sentito parlare così spesso dalla fine prematura della Coppa del Mondo in Qatar.

Poi l’allenatore della Nazionale ha ammesso martedì sera (28 marzo 2023) che il risultato importante delle prime partite internazionali dell’anno è che c’è un grande bisogno di un “sei chiaro”, che pensa soprattutto in difesa.

La posizione del costruttore tradizionale è la posizione posteriore destra

Con ciò, e sempre grazie a una prestazione decente, si è riaperto il dibattito sulla possibilità che Kimmich non se la cavasse meglio come terzino destro.

Questo tradizionale cantiere della squadra tedesca è stato riaperto contro il Belgio dopo Marius Wolf, che ha mostrato una prestazione molto dignitosa contro i peruviani molto più deboli.

Dopo la vittoria per 2: 3 sul Belgio, l’allenatore della nazionale Hansi Flick ha raccontato a Sportschau in un’intervista i motivi della sconfitta e ha sottolineato gli aspetti positivi della partita della squadra DFB.
Di più

Questo vale anche per i difensori centrali Matthias Ginter e Thilo Kehrer, che hanno dovuto sentire da Flick che avrebbero dovuto essere più rumorosi e “allenarsi meglio” per “restituire i sei”. Al più tardi a quel punto, divenne chiaro quanto Joshua Kimmich fosse stato avvolto nell’ovatta dal suo ex allenatore al club, almeno pubblicamente.

Kimmich è in forma bassa

La nazionale tedesca avrà bisogno di Kimmich per avere successo a Euro 2024. Su questo ci sono pochi dubbi. Ma per come ha giocato con la maglia della Nazionale negli ultimi mesi, non è uno dei pilastri della squadra, ma solo un altro giocatore alla ricerca di un buon livello che possa proseguire nel match.

“Se togliamo la prima mezz’ora, abbiamo giocato una buona partita”, ha detto. ha detto Emre Can. Ci sono anche argomenti per questa tesi, ma dopo 30 minuti all’inizio, il divario dovrebbe essere molto superiore a 0:2.

A giugno, la Germania continuerà a cercare il personale giusto, la giusta formazione iniziale e le giuste tattiche. I Clear Six sembrano essere stati trovati a Emre Can al momento, ma ci sono domande sul capitano.