Aprile 21, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Navalny ha messo in guardia contro la vittoria di Trump alle elezioni americane

Navalny ha messo in guardia contro la vittoria di Trump alle elezioni americane
  1. Home page
  2. Politica

Insiste

Dopo la morte di Navalny, Donald Trump ha sfruttato la notizia a beneficio della sua campagna elettorale. Lo stesso Navalny ha recentemente messo in guardia riguardo al secondo mandato di Trump.

MOSCA/WASHINGTON – Un merito va riconosciuto all'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump: tra le tante espressioni di lutto a livello internazionale per la morte di Alexei Navalny, il repubblicano è riuscito a distinguersi dalla massa con le sue dichiarazioni sulla figura dell'opposizione russa. Facendo un paragone crudo, sta sfruttando la morte di Navalny per i propri interessi politici negli Stati Uniti. Donald Trump era già stato criticato dopo la morte di Navalny perché inizialmente non aveva commentato.

Il fatto che Donald Trump voglia assicurarsi il suo ritorno alla Casa Bianca alle elezioni americane del 2024 quest’anno è attualmente osservato con preoccupazione in tutto il mondo. Un secondo mandato di Trump come presidente degli Stati Uniti è ora visto come una possibile realtà. Dopo la dichiarazione di Trump sulla NATO, considerazioni geostrategiche che non erano più presenti dalla fine della Guerra Fredda sono improvvisamente entrate all'ordine del giorno. Resta incerto quanta influenza Trump avrà sulla politica globale. Tuttavia, lo stesso Navalny ha scritto che potrebbe essere “davvero spaventoso” – in una delle sue ultime lettere prima della sua morte.

Prima della morte di Alexei Navalny: gli oppositori del Cremlino mettono in guardia contro Donald Trump sulle elezioni americane del 2024

Ho scritto in un articolo sugli ultimi mesi prima della morte di Navalny Il New York TimesIl nemico del Cremlino ha monitorato con ansia da lontano l’agenda di Donald Trump durante la campagna elettorale americana del 2024. Nonostante l’isolamento, il prigioniero sembra essere ben informato sugli sviluppi politici globali. In una lettera al fotografo Yevgeny Feldman poco prima della sua morte, Navalny scrisse il suo pensiero sulla politica americana: Se il presidente degli Stati Uniti Joe Biden avesse un problema di salute, “Trump diventerà presidente”.

Poster di protesta del politico russo Alexei Navalny e dell'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump
Poco prima della sua morte, il politico dell’opposizione russa Alexei Navalny aveva apparentemente avvertito di un secondo mandato per Donald Trump. © Mindaugas Colbes/Manuel Pals Sinita//dpa(2)/Montaggio

Anche Interessato al commercio Si riferisce allo scambio di lettere e fa riferimento a una lettera del 3 dicembre in cui Navalny esprimeva nuovamente preoccupazione per un secondo mandato per Donald Trump. Tuttavia, quando poco dopo fu trasferito al campo di pena di Polarulf, si dice che la capacità di comunicare di Navalny fosse quasi cessata. alto Il New York Times Il giornalista Sergei Parkhomenko ha ricevuto una lettera il 13 febbraio, pochi giorni prima della morte di Navalny. In questo, il prigioniero ha parlato di libri e ha detto che nella sua nuova prigione poteva accedere solo ai classici.

Donald Trump commenta la morte di Navalny e la paragona alla politica statunitense

Anche se Navalny aveva messo in guardia contro Donald Trump prima della sua morte, non ha parlato apertamente fino a diversi giorni dopo l’incidente nel campo di prigionia russo – senza menzionare la Russia o Vladimir Putin. L’ex presidente degli Stati Uniti ha scritto sulla sua piattaforma “Verità sociale”: “La morte improvvisa di Alexei Navalny mi ha reso più consapevole di ciò che sta accadendo nel nostro Paese”. Il 77enne ha anche aggiunto: “È un viaggio lento e costante”. Progresso, con politici di estrema sinistra e pubblici ministeri e giudici bugiardi che ci portano lungo un percorso di distruzione.

Trump inizialmente è rimasto vistosamente in silenzio dopo la morte di Navalny. La sua rivale, Nikki Haley, lo ha criticato aspramente per questo. Il 52enne ha chiesto alla televisione americana che Trump rispondesse se crede che Putin sia responsabile della morte di Navalny. “O si schiera dalla parte di Putin e pensa che sia fantastico che Putin abbia ucciso uno dei suoi avversari politici, oppure non pensa che non sia un grosso problema. Entrambi sono preoccupanti. Entrambi sono problematici.”

La morte di Navalny scatena reazioni: il rapporto di Trump con Vladimir Putin è sotto esame in vista delle elezioni americane

Sullo sfondo delle elezioni americane e della guerra in Ucraina, il rapporto di Trump con Vladimir Putin è stato messo sotto esame dopo la morte di Navalny. In passato il repubblicano ha espresso regolarmente commenti positivi su Vladimir Putin e ha anche dato l'impressione di ammirare il presidente russo. Con le sue recenti dichiarazioni sulla difesa dei paesi della NATO, ha anche messo in dubbio la dottrina della pubblica sicurezza.

A differenza di Trump, il presidente americano Joe Biden è stato molto chiaro dopo la morte di Navalny e ha incolpato Putin per questo. Biden ha detto venerdì alla Casa Bianca che, sebbene non sappiamo esattamente cosa sia successo, non c'è dubbio che la morte di Navalny sia stata il risultato delle azioni di Putin e delle azioni dei suoi criminali. Putin ha avvelenato Navalny, lo ha arrestato, lo ha accusato di crimini inventati e lo ha messo in isolamento. Ma nulla di tutto ciò ha impedito a Navalny di condannare le bugie, anche in prigione. Lo stesso Cremlino mantiene la sua bizzarra reazione alla morte di Navalny. (FBO/con EPA)