Ottobre 3, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Nastro: il presidente ucraino ordina la mobilitazione generale

18:04: la Russia vuole continuare a lavorare con gli Stati Uniti nello spazio

Dopo l’attacco all’Ucraina, la Russia ha confermato il suo desiderio di continuare la cooperazione con gli Stati Uniti nello spazio. Secondo TASS, l’agenzia spaziale russa Roscosmos ha annunciato giovedì che adempirà ai suoi obblighi internazionali. Ciò includeva la manutenzione della ISS e i voli lì.

18:02: Bozza – Vertice Ue per imporre sanzioni anche alla Bielorussia

Secondo una bozza, i paesi dell’UE vogliono non solo imporre ulteriori sanzioni alla Russia, ma anche prepararla per la Bielorussia. Secondo la bozza di documento del Consiglio Ue, i capi di Stato e di governo hanno voluto che le misure predisposte dalla Commissione Ue venissero adottate immediatamente.

17:59: Putin definisce l’attacco all’Ucraina una “misura necessaria”.

Il presidente russo Vladimir Putin ha descritto l’invasione della vicina Ucraina come una “misura necessaria”. “Per chiarire: ciò che sta accadendo è una misura necessaria”, ha detto Putin in un incontro con i rappresentanti degli affari russi giovedì sera, mostrandone alcuni estratti alla televisione di stato. “Semplicemente non ci è stata data alcuna opportunità di esibirci in modo diverso”.

Allo stesso tempo, Putin ha sottolineato: “Non possiamo prevedere appieno i rischi geopolitici”. Tuttavia, ha sottolineato che l’economia può giustamente aspettarsi che il governo agisca in modo ragionevole. Si attendevano nuove sanzioni. La Russia resta parte dell’economia globale. Questo non danneggerà il sistema. Allo stesso tempo, il capo del Cremlino ha avvertito i “nostri partner” di non isolare economicamente la Russia.

17:44: Gli Stati Uniti stanno preparando una risoluzione dell’ONU contro la Russia

Dopo l’invasione russa dell’Ucraina, gli Stati Uniti stanno preparando una risoluzione diretta contro Mosca alle Nazioni Unite. Circoli diplomatici hanno affermato giovedì che venerdì a New York si terrà una nuova riunione di emergenza del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. Ha aggiunto che la risoluzione condannerà con la massima fermezza l’aggressione russa e riaffermerà la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina, nonché la sua indipendenza e unità. Mira a chiedere un ritiro immediato dalla Russia.

Dal momento che la Russia è uno dei soli cinque paesi con il veto nel Consiglio di sicurezza, è chiaro che la risoluzione fallirà se verrà presa una votazione. Tuttavia, gli Stati Uniti e i loro alleati occidentali sperano di isolare in gran parte Mosca nel consiglio, idealmente con la Cina che si astiene dal suo veto e dall’approvazione di tutti gli altri membri dell’organismo di 15 membri. Pechino è stata riluttante ultimamente a difendere la sua partner Russia, almeno alle Nazioni Unite a New York.

READ  L'Ucraina annuncia "l'accerchiamento tattico": più di 1.000 soldati russi intrappolati | Politica

17:35: Nazioni Unite – 1,4 milioni di sfollati anche prima dell’escalation in Ucraina

L’Organizzazione delle Nazioni Unite per le Migrazioni (OIM) esprime preoccupazione per la situazione umanitaria sul terreno dopo l’invasione russa dell’Ucraina. Dopo otto anni di conflitto, più di 1,4 milioni di persone nel Paese sono già sfollate, ha detto giovedì a Ginevra Antonio Vitorino, direttore generale dell’Organizzazione internazionale per le migrazioni. “L’escalation aggraverà i bisogni umanitari e aumenterà la sofferenza di milioni di famiglie”, ha affermato. L’organizzazione è pronta ad assistere le persone che necessitano di assistenza, in stretta consultazione con governi e partner.

17:34: l’ex cancelliere Schroeder chiede la fine dell’offensiva “il prima possibile”.

Viene spesso criticato per i suoi stretti legami con la leadership russa L’ex cancelliere Gerhard Schroeder (Partito socialdemocratico) ha denunciato l’invasione dell’Ucraina. “La guerra e le relative sofferenze delle persone in Ucraina devono finire il prima possibile”, si legge in una dichiarazione pubblicata giovedì sulla pagina della rete professionale di Schroeder su LinkedIn. Questa è la responsabilità del governo russo”.

Schroeder ha continuato: “Gli errori e le omissioni nelle relazioni tra Occidente e Russia sono stati spesso discussi”. “E ci sono stati molti errori – da entrambe le parti. Ma nemmeno gli interessi di sicurezza della Russia giustificano l’uso di mezzi militari”.

17:34: il ministro degli Esteri britannico perde la pazienza con l’ambasciatore russo

Nel mezzo dell’escalation in Ucraina, si dice che il ministro degli Esteri britannico Liz Truss abbia esaurito la pazienza. Sky News, citando una fonte del ministero degli Esteri, ha riferito di aver “espulso” prematuramente l’ambasciatore russo, Andrei Kelin, che aveva convocato giovedì dopo un acceso scambio di battute. “Ha detto che dovrebbe vergognarsi del fatto che la Russia abbia ripetutamente mentito e perso l’ultima scintilla di fiducia nella comunità internazionale”, ha affermato la fonte non identificata. L’agenzia di stampa britannica “PA” ha anche riferito che l’incontro è stato “estremamente arrabbiato”.

17:30: Attivisti per i diritti civili: più di 160 arrestati in manifestazioni contro la guerra in Russia

Secondo attivisti per i diritti civili, più di 160 persone sono state arrestate durante le manifestazioni contro l’invasione della vicina Ucraina. Il portale per i diritti civili Owd-Info ha contato 167 arresti in più di 20 città russe giovedì sera. L’organizzazione ha pubblicato sul social network Telegram le foto di persone in possesso di striscioni che esprimono solidarietà all’Ucraina, da sole o in piccoli gruppi. I manifestanti sarebbero stati picchiati durante gli arresti.

READ  Il CEO di Netzagentur Klaus Müller si aspetta un inverno rigido in Germania

Le autorità russe hanno precedentemente avvertito di proteste e minacciato arresti. È noto che le forze di sicurezza russe spesso reprimono in particolare i manifestanti dell’opposizione.

17:26: l’Ucraina chiede l’esclusione della Russia dal sistema di pagamento SWIFT

A causa dell’attacco della Russia, l’Ucraina chiede che il Paese sia escluso dal sistema di pagamento internazionale Swift. Giovedì il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba ha dichiarato su Twitter che chiunque si opponga a una tale mossa è stato anche macchiato “del sangue di uomini, donne e bambini ucraini innocenti”. L’espulsione da Swift è considerata una sorta di “bomba nucleare economica”. Di conseguenza, le istituzioni finanziarie russe saranno escluse dal sistema finanziario globale.

Swift è il sistema più importante al mondo per lo scambio di informazioni sulle transazioni. Tuttavia, recentemente ci sono state riserve in alcuni paesi dell’UE sull’esclusione della Russia, anche perché ciò potrebbe arrecare loro gravi danni. Tuttavia, negli ambienti dell’Unione Europea, non era esclusa la possibilità che ciò accadesse in un secondo momento.

17:22: WDR cancella tutta la programmazione del carnevale

La Radio della Germania Ovest (WDR) ha risposto alla guerra in Ucraina e ha cancellato tutta la programmazione prevista per il carnevale. Lo ha annunciato il presentatore giovedì pomeriggio. Non è ancora chiaro se il “Karneval in Köln” delle 20:15 di WDR andrà in onda su ARD lunedì grasso.

La WDR Television inizialmente è iniziata con uno speciale carnevale del giovedì mattina, ma è terminata tre ore dopo le sette previste. I redattori hanno effettivamente cercato di gestire l’equilibrio tra carnevale e guerra durante la trasmissione. Agli spettatori è stato chiesto di inviare i loro sentimenti contrastanti allo studio via e-mail o WhatsApp.

17:19: G7 – Attacco russo “seria minaccia” al sistema internazionale

I paesi del G7 hanno condannato l’attacco russo all’Ucraina come una “grave minaccia” per il sistema internazionale. Una dichiarazione congiunta rilasciata dai capi di Stato e di governo del gruppo di paesi afferma che “l’attacco russo non provocato e ingiustificato” all’Ucraina “cambia radicalmente la situazione della sicurezza transatlantica”. Hanno anche messo in guardia sugli effetti della crisi “ben oltre l’Europa”.

I capi di Stato e di governo del G7 hanno invitato la comunità internazionale a protestare “nel modo più forte possibile” ea stare “fianco a fianco” con l’Ucraina. La Germania attualmente presiede il G7.

17:17: Esplosioni nella zona di confine tra Russia e Ucraina

Molteplici esplosioni si sono sentite nella regione russa di Belgorod vicino al confine ucraino. Gli investigatori russi parlano del bombardamento dell’Ucraina. Tre persone sono rimaste ferite.

READ  Critiche ai vestiti attillati: lo spettacolo di samba ha fatto scandalo in Arabia Saudita

17:13: Ministero della Difesa vara “misure di allerta nazionale”.

Il ministero federale della Difesa ha dopo l’attacco russo all’Ucraina Avviate le misure nazionali di preparazione. “L’esercito tedesco è ora pronto e sta aumentando la sua disponibilità”, ha detto giovedì il ministero a Berlino. “Significa anche che i residenti potrebbero essere in grado di notare più movimenti militari nei luoghi pubblici nei prossimi giorni”.

Secondo il ministero, potrebbero esserci restrizioni nel settore dei trasporti, poiché le capacità di trasporto su terra, acqua e aria devono rimanere disponibili per scopi militari. La Bundeswehr adotterà “misure preparatorie alla divisione individuale in caso di trasferimento” della forza di reazione rapida della NRF.

17:12: arresti a Mosca durante le proteste contro la guerra

In Russia, dopo l’attacco all’Ucraina, ha cominciato a muoversi la prima resistenza. Giovedì, l’Agenzia d’informazione russa ha riferito che la polizia aveva arrestato diverse persone durante le proteste contro la guerra nel centro di Mosca. Un giornalista della Reuters ha detto che la polizia ha transennato piazza Pushkin. E l’attivista dell’opposizione Marina Litvinovich è stata precedentemente arrestata, come ha confermato all’agenzia di stampa Reuters. “Sono stato arrestato mentre tornavo a casa”, ha scritto il servizio di messaggistica Telegram.

Litvinovich, che vive a Mosca, aveva precedentemente invitato i suoi compatrioti a protestare contro l’attacco. Ha scritto su Facebook: “Oggi alle 19 nei centri delle nostre città. I ​​russi sono contro la guerra!” “Metteremo fine a questo caos nei prossimi anni. Non solo noi, ma anche i nostri figli e nipoti”.

17:03: l’Ucraina ha perso il controllo delle aree del sud

Secondo le loro dichiarazioni, le autorità ucraine hanno perso il controllo di parti del sud del paese dopo l’invasione delle forze russe. Lo ha annunciato giovedì l’amministrazione regionale della regione di Kherson. Kherson si trova sul fiume Dnipro. Anche la regione di Henichesk non è più sotto il controllo ucraino.

16:56: Selinsky – L’esercito russo ha catturato un aeroporto militare vicino a Kiev

Secondo il governo ucraino, l’esercito russo ha catturato un aeroporto militare vicino a Kiev. Il presidente Volodymyr Zelensky ha dichiarato giovedì che si tratta dell’aeroporto di Hostomil, a pochi chilometri a nord-ovest della capitale ucraina. Ha incaricato l’esercito ucraino di riprendere l’aeroporto.

Fonti ucraine hanno riferito che elicotteri e aerei russi stavano abbattendo paracadutisti all’aeroporto di Hostomil. 20 macchine sono coinvolte nel processo. L’aeroporto dista circa 25 km dalla città.