Giugno 29, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Monkeypox: la Svezia classifica il virus come una “malattia grave”.

Dopo aver confermato il caso
Svezia: vaiolo delle scimmie un ‘pericolo generale’

Per poter adottare misure di protezione contro le infezioni, la Svezia classifica il vaiolo delle scimmie come una malattia grave. In Belgio, i casi del virus sembrano essere collegati al festival fetish. In Spagna, le saune devono essere chiuse per il momento a seguito del sospetto focolaio.

Dopo il primo caso confermato di infezione da vaiolo delle scimmie in Svezia, il governo del paese ha classificato la rara malattia virale come pericolosa per il grande pubblico. “La classificazione consente di adottare misure per prevenire l’infezione al fine di prevenire la diffusione della malattia”, ha spiegato il ministro degli Affari sociali Lena Hallengren. È anche importante che le informazioni raggiungano i gruppi a rischio e che i servizi sanitari siano pronti a trattare e seguire i casi sospetti. Giovedì in Svezia è stato registrato il primo caso di vaiolo delle scimmie nella regione di Stoccolma.

In Belgio, i casi di vaiolo delle scimmie sembrano essere collegati a un importante festival fetish ad Anversa. Gli organizzatori del Darklands Festival, che si è svolto all’inizio di maggio, hanno affermato che le autorità belghe avevano collegato l’infezione al festival. Il Belgio ha finora confermato ufficialmente tre casi di vaiolo delle scimmie. In Spagna, le saune per gay sono state costrette a chiudere temporaneamente a causa di sospetti collegamenti con un focolaio di vaiolo delle scimmie.

Gli organizzatori del festival belga hanno affermato sul loro sito web che c’era un “ragionevole presupposto” che il virus potesse essere stato trasmesso da visitatori dall’estero. Il governo belga ha chiesto alla direzione del festival di informare gli ospiti del festival. Secondo gli organizzatori, il Darklands Festival prende di mira “diversi gruppi della comunità gay fetish”. Secondo gli organizzatori, i club e le organizzazioni sono dietro il festival e più di 150 volontari lavorano al suo interno. Gli eventi commerciali si svolgono durante il giorno e le feste la sera.

Il primo caso in Germania

Nella capitale spagnola, Madrid, i funzionari sanitari hanno ordinato la chiusura temporanea di una sauna per uomini gay sospettati di essere collegati a un focolaio di vaiolo delle scimmie. L’operatore ha annunciato su Twitter che il club sauna “El Paraíso” rimarrà chiuso per i prossimi giorni “per precauzione”. Enrique Ruiz Escudero, rappresentante delle autorità sanitarie della regione di Madrid, ha affermato che le autorità hanno registrato 21 casi confermati e 19 casi sospetti. La maggior parte di coloro che sono risultati positivi al virus ha avuto contatti con una sauna.

Il vaiolo delle scimmie, particolarmente diffuso nell’Africa centrale e occidentale, è stato rilevato in molti paesi dell’Europa e del Nord America dall’inizio di maggio. Dopo i primi casi in Gran Bretagna, ci sono state segnalazioni anche dagli Stati Uniti e da diversi paesi europei. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), gli uomini gay o bisessuali sono i più colpiti. In linea di principio, chiunque può contrarre il virus.

La virologa Sandra Cesek ha spiegato su Twitter che le persone con un sistema immunitario limitato e le persone in cattive condizioni di salute corrono un rischio maggiore di sviluppare un decorso grave della malattia. Il virus si trasmette tra gli esseri umani “attraverso uno stretto contatto fisico” con una persona infetta. “Le eruzioni cutanee, i fluidi corporei (come liquidi, pus o sangue dalle lesioni cutanee) e soprattutto le croste infettive sono le eruzioni cutanee”, spiega Sisik. Anche la saliva dei pazienti può essere contagiosa.

Questo venerdì, il vaiolo delle scimmie è stato rilevato per la prima volta anche in Germania. Secondo il ministero della Salute bavarese, era un brasiliano di 26 anni entrato in Germania dal Portogallo attraverso la Spagna e rimasto a Monaco per circa una settimana. Secondo il ministro federale della sanità Karl Lauterbach, si presume che l’epidemia possa essere contenuta.

(Questo articolo è stato pubblicato per la prima volta sabato 21 maggio 2022.)

READ  Gli allenatori di pattinaggio di figura lanciano l'allarme COVID-19: 19 persone positive