Aprile 16, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Missione “Nova-C”: il successo del primo sbarco commerciale sulla Luna

Missione “Nova-C”: il successo del primo sbarco commerciale sulla Luna

Al: 23 febbraio 2024 alle 2:02

Per la prima volta nella storia dei viaggi spaziali, uno sbarco commerciale sulla Luna ha avuto successo. Con l'atterraggio di “Nova-C” sulla superficie del satellite terrestre, è stato realizzato il primo sbarco americano sulla Luna in più di 50 anni.

Per la prima volta una sonda lunare commerciale è atterrata sulla superficie lunare. Il lander Nova-C, soprannominato “Odysseus” della società americana Intuitive Machines, è atterrato di notte nella regione meridionale del satellite terrestre, secondo l'agenzia spaziale statunitense NASA. Questo è il primo sbarco americano senza equipaggio sulla Luna dalla fine del programma Apollo, più di 50 anni fa.

Il capo della NASA Bill Nelson ha parlato della vittoria. Non è ancora chiaro quali siano le condizioni di Nova-C dopo l'atterraggio. Il centro di controllo ha affermato che inizialmente sono stati ricevuti solo segnali deboli. Stanno lavorando per ottenere segnali più forti e saperne di più sulle condizioni precise del lander.

La NASA vuole tornare sulla Luna con un nuovo programma

“Nova-C” è stato precedentemente lanciato nello spazio a bordo del veicolo di lancio SpaceX dallo spazioporto statunitense di Cape Canaveral, nello stato americano della Florida. Il lander Nova-C, soprannominato “Odysseus”, ha le dimensioni di una cabina telefonica britannica vecchio stile, ha gambe in alluminio, pesa circa 700 chilogrammi e può trasportare circa 130 chilogrammi di carico. La NASA ha destinato gran parte della somma ad attrezzature di ricerca e altri materiali, mentre le società commerciali si sono assicurate il resto per i loro progetti. Anche l'artista americano Jeff Koons ha inviato con sé 125 sculture in miniatura realizzate in acciaio inossidabile.

“Nova-C” è entrata nell'orbita lunare il 21 febbraio.

La missione Nova-C fa parte del programma CLPS (Commercial Lunar Payload Services) della NASA. Attraverso questo programma, l’agenzia spaziale americana vuole raccogliere quanta più conoscenza possibile durante il viaggio di ritorno sulla Luna in modo relativamente economico ed efficiente, aggiudicando e collaborando con contratti di atterraggio lunare a società private. Con l’aiuto delle aziende, la NASA vuole anche preparare la Luna come scalo per le future missioni su Marte.

Un totale di circa 2,6 miliardi di dollari (circa 2,4 miliardi di euro) sono stati stanziati per il programma CLPS entro il 2028. Intuitive Machines ha ricevuto circa 77 milioni di dollari per la missione Nova-C. L'azienda, con sede a Houston, in Texas, è stata fondata nel 2013, tra gli altri, dall'uomo d'affari iraniano-americano Kam Ghaffarian, che è anche dietro Axiom Space, che ha appena inviato astronauti sulla Stazione Spaziale Internazionale in missione commerciale.

Cinque paesi sono riusciti a sbarcare sulla luna

Finora solo gli Stati Uniti d’America, l’Unione Sovietica, la Cina, l’India e il Giappone sono riusciti a sbarcare sulla Luna. Nessuna azienda privata è mai riuscita in un simile progetto. Solo nel gennaio 2024 l’azienda americana Astrorobotic fallì in una missione simile. L’azienda con sede a Pittsburgh ha lanciato la capsula “Peregrine”, anch’essa parte del programma “CLPS” della NASA. Il lander lunare si è dovuto autodistruggere prima di raggiungere il satellite terrestre a causa di una perdita di carburante.

Poco dopo, il lander SLIM (Lunar Exploration Intelligent Lander) dell'agenzia spaziale giapponese JAXA è atterrato dolcemente sulla superficie lunare, ma inizialmente ha riscontrato problemi con l'alimentazione. SLIM non è riuscito a iniziare a funzionare se non dopo un'interruzione di corrente durata diversi giorni. Nell’aprile 2023 un’azienda giapponese con una missione simile ha fallito.