Ottobre 21, 2021

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Milos Zeman è stato ricoverato e la Repubblica Ceca è sprofondata nell’incertezza

Il destino politico della Repubblica Ceca per i prossimi anni si svolge attualmente presso l’Ospedale Militare Centrale di Praga. Domenica 10 ottobre, il presidente Milos Zeman si è precipitato lì quasi inconsapevolmente. L’ospedale arriva in un momento cruciale per il Paese, dopo le elezioni legislative, che hanno visto la breve sconfitta del suo alleato, il miliardario e popolare primo ministro Andrzej Babis, che alla fine ha dovuto nominare un primo ministro.

All’età di 77 anni, questo presidente Pan Vivant e provocatorio, filo-eurosettico, filo-russo e filo-cinese ha alternato ricoveri ospedalieri e non è apparso in pubblico per diverse settimane. Il suo vecchio compagno della “Rivoluzione di velluto”, che in seguito divenne un vero e proprio falso rivale politico, ha parlato con l’ex presidente ceco (2003-2013) Vaklav Klaus “problema al fegato”. I medici tacciono, ma il sig. L’entourage di Zeman continua a minimizzare la gravità della situazione, e soprattutto lui fa in modo di mantenere la sua posizione. “Durante la sua permanenza in ospedale, il signor presidente chiede,” Lo ha annunciato il suo portavoce Jiri Ovsek. “Il suo attuale ricovero non minaccia i negoziati post-elettorali e la situazione costituzionale”., Ha promesso. In circostanze normali, il ruolo del presidente nelle istituzioni ceche è secondario.

Feedback: Il premier ceco perde le elezioni parlamentari

Ma la situazione attuale è particolare: con sorpresa di tutti, il primo ministro Andrzej Babis, candidato alle elezioni, ha perso all’età di 67 anni. Il milionario, capo dell’agrobusiness, petrolchimico e dei media, è arrivato secondo in un sondaggio venerdì e sabato 9 ottobre. Dopo aver fatto una campagna contro “Bruxelles” con il suo aiuto “Amy” Il primo ministro nazionalista ungherese Viktor Orban, il suo populista e anti-organizzativo ANO (per il “Movimento dei cittadini dissidenti”) ha ricevuto solo il 27,1% dei voti, dietro la coalizione di destra che ha ottenuto il 27,8% dei voti.

READ  Govt-19: autoesami e competenza sanitaria, screening gratuito all'estero ... Nuovi dettagli dopo il 15 ottobre

La campagna è stata interessata dai “Pandora Papers”

Sabato sera, il leader del gruppo Peter Fiala ha dichiarato che l’opposizione ha vinto, con la coalizione centrale del Partito Pirata e sindaci e indipendenti al terzo posto con il 15,6% dei voti. Con 108 seggi su 200 in parlamento, tutti e cinque i partiti stanno difendendo la loro scelta “Crea governo” E ascolta “Per consegnare la sua formazione a Pietro Fiola al Presidente”. “Insieme, il nostro Paese non sarà più indebitato e farà parte di un’Europa democratica”. Questo professore di scienze politiche di 57 anni ha iniziato davanti ai suoi sostenitori.

Il 66,78% di voi dovrebbe leggere questo articolo. Il resto è solo per gli abbonati.