Febbraio 27, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Messi è un calciatore di livello mondiale, ma la sera è Paul Breitner a creare il momento

Messi è un calciatore di livello mondiale, ma la sera è Paul Breitner a creare il momento
calcio Festa a Londra

Messi è un calciatore di livello mondiale, ma a gestire la serata ci pensa Paul Breitner

Lionel Messi è un campione del mondo – e ancora una volta un calciatore di livello mondiale Lionel Messi è un campione del mondo – e ancora una volta un calciatore di livello mondiale

Lionel Messi è un campione del mondo – e ancora una volta un calciatore di livello mondiale

Fonte: Reuters

Lionel Messi ha vinto ancora una volta il premio individuale più importante disponibile nel calcio. L'argentino è stato nominato calciatore mondiale dell'anno in contumacia. Ma il climax emotivo è stato diverso.

DottL'argentino Lionel Messi è stato incoronato miglior giocatore del mondo per l'ottava volta. Il 36enne campione del mondo è stato premiato lunedì sera a Londra, ma lui non era presente.

Messi, che da questa stagione gioca nella American League con l'Inter Miami, era considerato un outsider nella top tre, che comprendeva anche Kylian Mbappe (Paris Saint-Germain) ed Erling Haaland (Manchester City). Il norvegese era il favorito per la vittoria del titolo, ma è rimasto indietro. Messi non era nella stanza e non era stato preparato alcun videomessaggio, il che, unito all'apparente mancanza di comprensione nella stanza riguardo alle elezioni, ha trasformato il grande momento in un momento tutt'altro che celebrativo. Gli applausi furono però contenuti.

Allenatori, giocatori, giornalisti e tifosi, la maggior parte dei quali tiene ancora Messi nel cuore, hanno il diritto di voto. Come mostrano i risultati elettorali, la decisione a favore di Messi è stata molto debole. Come Haaland, l'argentino ha ricevuto un totale di 48 punti: in caso di pareggio vengono conteggiati i primi voti per la capolista nazionale, e qui Messi era chiaramente in vantaggio.

Non c'è dubbio che Paul Breitner sia stato il responsabile del momento più emozionante della serata. Durante la cerimonia sono state commemorate tre grandi leggende del calcio scomparse quest'anno: l'inglese Bobby Charlton, il brasiliano Mario Zagallo e Franz Beckenbauer, che guidò la Germania alla vittoria della Coppa del Mondo come capitano e poi come allenatore.

“Il miglior giocatore che la Germania abbia mai conosciuto”

Dopo un film sull'opera dell'Imperatore, nella sala è stato intervistato il suo collega di lunga data Breitner. Il campione del mondo del 1974 era certamente preparato per questo momento, ma aveva chiaramente difficoltà a mantenere la calma. “Franz è stato il miglior giocatore che la Germania abbia mai avuto”, ha detto recentemente il 72enne, trattenendo le lacrime, parlando di Beckenbauer.

Leggi anche

Breitner ha elogiato la disponibilità all'aiuto e l'apertura del suo collega di lunga data (“Era una persona straordinaria”) prima di sedersi sulla sedia e dire “grazie”. Il supervisore Thierry Henry, giocatore di fama mondiale di lunga data, ha dovuto deglutire a fatica dopo le parole di Breitner.

Aitana Bonmatti (25 anni), che quest'estate ha festeggiato il titolo mondiale con la Spagna, ha vinto il premio come miglior calciatrice. L'allenatore di Haaland, Pep Guardiola, è stato premiato come miglior allenatore, e il miglior allenatore è stata l'allenatore olandese Sarina Wegman, che ha guidato la nazionale inglese alla finale della Coppa del Mondo in estate.

Leggi anche

Un uomo fa flessioni su un kettlebell in palestra