Aprile 16, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L'Ucraina annuncia le morti dopo un attacco missilistico su Odessa

L'Ucraina annuncia le morti dopo un attacco missilistico su Odessa

Al: 15 marzo 2024 alle 19:55

Dalla scorsa estate la Russia ha intensificato i suoi attacchi contro la città costiera di Odessa. Ora diverse persone sono state nuovamente uccise. Ma anche la Russia denuncia attacchi sul suo territorio.

Secondo le informazioni ricevute da Mosca e Kiev, diversi civili sono stati uccisi in attacchi reciproci. Il numero delle vittime è particolarmente alto nella città portuale di Odessa, nel sud dell’Ucraina, che quella notte è stata nuovamente bersaglio dei missili russi. Secondo le informazioni ucraine, almeno 20 persone sono state uccise.

Il governatore della regione, Oleh Kiper, ha detto sull'applicazione Telegram che tra le vittime c'erano un paramedico e un operatore della protezione civile. I soccorritori si sono precipitati sul luogo dell'impatto dopo le prime esplosioni e sono rimasti uccisi in un secondo attacco missilistico.

Ci sono anche persone gravemente ferite tra i servizi di emergenza. Un totale di altre 46 persone sono rimaste ferite. Inoltre, la Protezione civile ha riferito che dieci edifici residenziali e due autopompe sono stati danneggiati dalle esplosioni. Sabato Kipper ha ordinato il lutto a Odessa.

Vass: territori occupati dalla Russia

Aeronautica Militare: intercettati 27 droni

Secondo il governatore regionale Serhiy Borsov, due persone sono state uccise e altre tre sono rimaste ferite nella notte nella regione di Vinnitsa, nell'Ucraina centrale. La zona dista più di 400 chilometri dalla linea del fronte.

A sud, nella regione di Zaporizhzhya, di cui Mosca ha dichiarato l'annessione e il controllo parziale, una donna di 76 anni è stata uccisa, secondo il governatore locale ucraino Ivan Fedorov. Pezzi di una granata russa sono caduti sulla donna mentre si trovava nel parco.

L’aeronautica ucraina ha affermato che la Russia ha lanciato durante la notte 27 droni e otto missili. Ha aggiunto che tutti i droni sono stati intercettati nelle regioni di Kharkiv, Vinnytsia, Kirovohrad, Mykolaiv, Khmelnytsky e Kiev.

Tre bambini morti nella regione di Donetsk

Nel frattempo, le autorità filo-russe della città di Donetsk, nell’Ucraina orientale, controllata da Mosca, hanno affermato che tre bambini sono stati uccisi negli attacchi ucraini. Il sindaco di Donetsk nominato dalla Russia, Alexei Kolemsin, ha affermato che a seguito del “barbaro bombardamento notturno” è stata colpita una casa in una zona residenziale della città.

Il mese scorso, le forze russe hanno catturato la città di Avdiivka, pochi chilometri a nord di Donetsk, affermando che respingere le forze ucraine avrebbe aiutato a proteggere dai bombardamenti i residenti delle aree che controllano. Il centro di Donetsk è a circa 20 chilometri più avanti.

Le parti in conflitto come fonte

Nella situazione attuale non è possibile per un organismo indipendente verificare direttamente le informazioni fornite dagli organi ufficiali delle parti in conflitto russa e ucraina sull'andamento della guerra, sui bombardamenti e sulle perdite.

Belgorod riferisce di nuovo di bombardamenti

Anche sul territorio russo si sono verificati gravi attentati che hanno provocato la morte. Il primo giorno delle tanto criticate elezioni presidenziali, la regione di confine di Belgorod è stata nuovamente presa di mira. Il governatore Vyacheslav Gladkov ha detto sul servizio online Telegram che un membro dell'“unità di autodifesa territoriale” è stato ucciso nella città di Grayvorun. Successivamente è stata segnalata un'altra morte.

Secondo il ministero della Difesa russo, sette missili ucraini sono stati lanciati sulla città di Belgorod. Ciò non è stato ancora verificato in modo indipendente. L'agenzia di stampa russa RIA Novosti ha riferito che le persone hanno dovuto lasciare i seggi elettorali e rifugiarsi nei rifugi.

I paramilitari come menti?

Mosca accusa per i bombardamenti la vicina Ucraina, contro la quale il presidente Vladimir Putin conduce da più di due anni una brutale guerra di aggressione. Dietro questi attacchi, infatti, spesso sembrano esserci organizzazioni paramilitari. Anche se combatte a fianco dell’Ucraina, è composto principalmente da nazionalisti russi.

Le associazioni, che portano nomi come Corpo dei Volontari Russi, affermano di aver combattuto nei giorni scorsi con l'esercito russo nella regione di confine e ora hanno annunciato ulteriori attacchi sui social media.

Anche le autorità della regione di Sumy, nell'Ucraina orientale, al confine con Belgorod, hanno riferito di scontri nell'area. Secondo l'amministrazione militare di Sumy, durante la notte diverse città nella zona di confine sono state colpite da pesanti bombardamenti da parte dell'artiglieria e dei mortai russi. Si dice che anche l'aeronautica russa abbia utilizzato bombe plananti nell'area.

Gli attacchi sono lontani dall’interno

Secondo quanto riferito dal ministero della Difesa russo, droni e missili sono stati distrutti anche nella regione di Kaluga, a sud-ovest di Mosca. Due droni sono stati abbattuti sulla regione di Lipetsk, a circa 400 chilometri dall'Ucraina.

Andrea Beer, ARD Kiev, Tagesschau, 15 marzo 2024, 17:05