Londra fa pressione sull’UE per “cambiamenti” nelle tariffe post-Brexit

Date:

Share post:

Piero Esposito
Piero Esposito
"Appassionato di alcol. Ninja di Twitter. Amante della TV. Cade molto. Fanatico del caffè hipster."

Il governo britannico chiederà la sua pressione su Bruxelles “Cambiamenti significativi” Nel protocollo che disciplina il regime doganale post-Brexit specifico per l’Irlanda del Nord.

Il ministro degli Esteri britannico Brexit David Frost, in un discorso a Lisbona martedì 12 ottobre, ha esortato ventisette persone a mettersi alla prova. “Ambizione e desiderio”, Secondo un rapporto diffuso da Downing Street nella serata di sabato 9 ottobre.

Il Protocollo nordirlandese, firmato con l’Accordo Brexit, introduce restrizioni sulle merci provenienti dalla Gran Bretagna nella provincia britannica, con l’obiettivo di impedire un ritorno di frontiera nell’isola d’Irlanda a rischio di indebolire la pace.

L’articolo è riservato ai nostri abbonati Per saperne di più Brexit: Bruxelles si prepara per un aumento del rischio con Londra in Irlanda del Nord

Ma l’accordo è responsabile di problemi di approvvigionamento ed è accusato di creare un confine nel Mare d’Irlanda. La rabbia per il discorso ha scatenato violenze sull’isola in primavera, che hanno riacceso i timori di tre decenni di conflitto che avevano ucciso 3.500 persone fino all’accordo di pace del 1998.

David Frost “Leggi attentamente” e “Sii il più positivo possibile” La risposta europea ai piani britannici è prevista per mercoledì e inizierà “Presto discussioni serie”, Secondo Downing Street. Lo farà notare anche lui “Le discussioni infinite non sono un’opzione”In assenza di una rapida risoluzione, Londra non esiterà a sospendere il protocollo attuando l’articolo 16, che consente la violazione di alcuni termini dell’accordo. “Gravi difficoltà economiche, sociali o ambientali”.

“Vai ben oltre la questione delle salsicce”

L’Unione Europea (UE) propone una soluzione alla crisi, secondo i giornali britannici che salutano la vittoria del governo Boris Johnson. “Guerra della salsiccia”, In deroga al divieto – per il momento – di prodotti a base di carne congelati provenienti dalla Gran Bretagna nell’Irlanda del Nord“Identità nazionale”.

Ma, secondo Downing Street News, non dovrebbe esserci soluzione “Vai ben oltre la questione delle salsicce” E affrontare “Di base”, Come il ruolo del tribunale dell’UE (CGUE) nell’applicazione delle leggi sul mercato unico europeo applicabili nell’Irlanda del Nord.

Per saperne di più Il Regno Unito vuole rinegoziare le tariffe post-Brexit in Irlanda del Nord, l’UE nega categoricamente

Secondo estratti dal discorso di David Frost, “Senza il Nuovo Testamento in quest’area, il protocollo non avrebbe il supporto di cui ha bisogno per sopravvivere”..

Tale richiesta corre inevitabilmente il rischio di scontrarsi con la smentita della Commissione di Bruxelles.

Secondo una fonte del governo britannico, “La vera domanda è se l’UE è pronta per i cambiamenti necessari”..

Mondo con AFP

Related articles

Spagna – Italia: Disgustosa provocazione dei tifosi! Ecco perché lo Schalke viene fischiato

Ecco come domina il favorito! Nella finale preliminare, la Spagna ha vinto 2-0 contro un'altra contendente al...

Questo cavo USB-C a doppia porta condivide in modo intelligente l’alimentazione

Alimentatori e cavi: la maggior parte dei nostri lettori probabilmente ne ha alcuni a casa. I cavi...