L'esercito tedesco partecipa al ponte aereo verso la Striscia di Gaza

Date:

Share post:

Edoardo Borroni
Edoardo Borroni
"Fanatico di alcol esasperantemente umile. Praticante di birra impenitente. Analista."

Al: 13 marzo 2024 alle 10:27

L'aeronautica tedesca vuole anche fornire aiuti umanitari agli abitanti della Striscia di Gaza per via aerea. Lo ha annunciato il ministro della Difesa Pistorius. Per la prima volta, i convogli umanitari sono arrivati ​​direttamente a nord dell’area contesa.

L'esercito tedesco partecipa al ponte aereo per fornire aiuti umanitari agli abitanti della Striscia di Gaza. Il ministro federale della Difesa Boris Pistorius ha ordinato all'aeronautica militare di “sostenere gli aiuti umanitari alla popolazione nei territori palestinesi attraverso lo sgravio del carico”.

A questo scopo l’esercito tedesco mette a disposizione due aerei da trasporto Hercules, ciascuno dei quali può trasportare fino a 18 tonnellate di carico utile. Il processo potrebbe iniziare alla fine della prossima settimana.

Il processo potrebbe iniziare la prossima settimana

Il politico del Partito socialdemocratico ha spiegato che “a Gaza mancano i beni di prima necessità”. “Vogliamo fare la nostra parte per garantire loro l’accesso al cibo e alle medicine”. Il ministro ha aggiunto che il declino “non è privo di rischi”. “Gli equipaggi assegnati a questo compito sono addestrati nelle procedure pertinenti e hanno una grande esperienza.” Secondo il ministero, i membri tedeschi dello squadrone binazionale del trasporto aereo di Evreux, in Francia, intraprenderanno questa missione.

In precedenza il Ministero degli Esteri avrebbe anche spinto per lo spiegamento della Luftwaffe e inviato una richiesta al Ministero della Difesa. Lo ha affermato questa mattina il presidente della commissione per gli affari esteri Michael Roth Rivista mattutina ARDNon immaginava che al Bundestag ci sarebbe stata una discussione critica su questo processo. Anche il sostegno aereo a Gaza sarà un argomento della commissione per gli affari esteri oggi. Il ponte aereo è stato avviato dalla Giordania. Partecipano anche paesi partner tedeschi come gli Stati Uniti e la Francia.

I soccorsi raggiungono il nord attraverso la nuova strada militare

La situazione umanitaria nella Striscia di Gaza è catastrofica. Il Nord è in gran parte isolato dall’accesso agli aiuti. Israele in precedenza consentiva ai camion di entrare direttamente nella fascia costiera settentrionale attraverso una nuova strada militare.

Dopo un'ispezione al valico di frontiera israeliano di Kerem Shalom, sei camion hanno trasportato aiuti del Programma alimentare mondiale attraverso il confine nel nord della Striscia di Gaza dal cosiddetto Gate 96 vicino al Kibbutz Beeri, ha annunciato l'esercito.

Si trattava di un progetto pilota per evitare che gli aiuti finissero nelle mani dell'organizzazione terroristica Hamas. I risultati verranno ora presentati al governo.

Primo convoglio da settimane

Il Programma alimentare mondiale aveva precedentemente annunciato che il primo convoglio diretto verso il nord dal 20 febbraio era riuscito a consegnare cibo a 25.000 persone nella città di Gaza. Poiché le persone nel Nord sono sull’orlo della fame, ogni giorno sono necessarie consegne e accesso diretto al Nord.

La strada sterrata utilizzata dal convoglio su istruzioni del governo israeliano divide la fascia costiera chiusa a sud di Gaza City lungo un corridoio est-ovest che è stato occupato dalle forze israeliane dall'inizio della guerra contro Hamas. Cinque mesi fa.

La strada si estende dal confine israeliano vicino al Kibbutz Be'eri, che è stato attaccato il 7 ottobre in un massacro compiuto da terroristi di Hamas e altri gruppi estremisti in Israele, fino alla costa mediterranea.

Critiche a Israele riguardo alla situazione umanitaria

Israele è sottoposto a severe critiche internazionali a causa della catastrofica situazione umanitaria nella Striscia di Gaza. Finora gli aiuti umanitari sono arrivati ​​nella zona solo attraverso la parte meridionale della Striscia di Gaza. Ma al nord arrivano pochi aiuti, anche a causa della devastazione e della minaccia di bombardamenti.

Le Nazioni Unite stanno sollecitando l’espansione delle consegne di aiuti tramite camion e consentendo il trasporto di merci attraverso altri valichi di frontiera verso il nord particolarmente colpito.

Una nave carica di aiuti è in viaggio verso la Striscia di Gaza

Le forniture di primo soccorso stanno ora viaggiando via mare verso la Striscia di Gaza. Una nave di un'organizzazione umanitaria che trasportava 200 tonnellate di cibo ha lasciato Cipro martedì. La World Central Kitchen annunciò sul binario X che la nave era salpata da Larnaca.

Si prevede che la spedizione di aiuti raggiungerà la costa di Gaza entro due o tre giorni. Il famoso chef e capo della World Central Kitchen, José Andrés, non ha voluto specificare esattamente dove attraccherà la nave per motivi di sicurezza. Andres e il capitano della nave Open Arms, Oscar Camps, hanno confermato che le spedizioni erano dirette al nord della Striscia di Gaza. Vicino alla costa, due piccole imbarcazioni porteranno la chiatta al molo costruito da World Central Kitchen.

Israele ha detto che ispezionerà tutte le spedizioni prima di lasciarle passare. Questo viaggio è un test per l’apertura di un corridoio marittimo attraverso il quale verranno consegnati gli aiuti alla Striscia di Gaza.

Georg Schwarty, ARD Berlino, Tagesschau, 13 marzo 2024, 10:22

Related articles

Sono stati segnalati più casi di Oropouche: la clinica fornisce i dettagli

Pagina inizialeil mondostava in piedi: 21 luglio 2024, 15:07Da: Vittoria CrumbeckPremeredivisoIn Italia sono stati segnalati nuovi casi di...

Ecco perché hanno le maniglie ai piedi

Molte bottiglie di birra o altre bottiglie hanno creste nascoste. È questo Braille?La prossima volta che acquisti...

Mike Heater si è davvero innamorato di Layla nel bosco?

Mike Heater si è davvero innamorato di Layla nel bosco?bromflashI piccioncini ora vogliono fare i passi successivi nella...

Vaccinazione contro le zecche: un grande successo per gli open day

Sabato 20 luglio 2024 l'Azienda Medici dell'Alto Adige ha invitato i cittadini ad una vaccinazione gratuita contro l'encefalite...