Gennaio 30, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Le tempeste provocano frane e uragani in Italia

Il Sud Italia è stato nuovamente colpito dai temporali: sono state segnalate alluvioni e uragani, in Sicilia le strade sono state chiuse dopo frane.

Dopo una buona settimana di piogge torrenziali e frane sull’isola di Ischia che hanno ucciso almeno 11 persone, il sud Italia è stato nuovamente colpito dai temporali nel fine settimana. I vigili del fuoco erano costantemente in servizio.

Filmati provenienti da zone come la provincia di Crotone in Calabria hanno mostrato servizi di emergenza che utilizzano gommoni su strade completamente allagate. Le persone sono state portate al sicuro e le tempeste hanno causato ingenti danni alla proprietà. Inizialmente non sono stati segnalati feriti.

Frane, smottamenti, tornado

La Protezione Civile ha seguito gli sviluppi con la sua squadra di crisi e domenica pomeriggio ha scritto su Twitter che in Sicilia si erano verificati smottamenti e smottamenti e le strade erano state chiuse. Alluvioni e uragani sono stati segnalati dalla Calabria e dalla Puglia. Nella regione delle Isole Eolie tra Sicilia e Calabria si è verificato in mattinata un terremoto di magnitudo 4.6, che non ha provocato danni.

Sull’isola d’Ischia diverse centinaia di abitanti delle zone ad alto rischio hanno trascorso il sabato e la domenica notte in hotel o presso parenti. Sono stati spostati in sicurezza venerdì perché le autorità non potevano garantire che un nuovo acquazzone non avrebbe innescato altre frane.

Le tempeste dovrebbero spostarsi verso nord

I meteorologi hanno previsto che il fronte del maltempo potrebbe spostarsi verso nord. A Venezia, alcune paratoie di protezione contro le inondazioni sono state estese domenica notte a causa di un allarme allagamento. Il sistema denominato “Moss” con un totale di 78 pannelli mobili ai tre ingressi marittimi di Lake City può garantire che non sia soggetto ad allagamenti durante l’alta marea.