Luglio 3, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Le negoziazioni in Borsa inizieranno mercoledì 5 gennaio 2022

In attesa di importanti dati economici statunitensi, secondo i calcoli di banche e broker, il Dax partirà oggi leggermente in ribasso – circa 16.100 punti. E chiuso martedì, in rialzo dello 0,8 percento a 16.152,61 punti.

Dax 16,263,75

Gli operatori di mercato non vedono fine alla corsa alle borse europee. Tuttavia, è probabile che il mercato diventi più selettivo e non compri tutto in massa.

Negli Stati Uniti, la notte prima era emersa la preferenza per i titoli economici e finanziari, insieme alla pressione sui titoli tecnologici. I trader presumono che il “commercio sull’inflazione” tornerà, con maggiore attenzione alla direzione dei tassi di interesse. Anche il presidente della Fed di Minneapolis Kashkari ora considera l’inflazione un eufemismo; È considerato una “colomba” in politica monetaria.

Tuttavia, in Europa, si prevede solo una moderazione, poiché la Banca centrale europea continua a ignorare il rapido aumento dell’inflazione e non sta ancora pianificando alcun rialzo dei tassi. Il focus dei dati economici è sulle revisioni PMI dall’Europa e dagli Stati Uniti per il settore dei servizi. È particolarmente interessante vedere se l’indice tedesco si regolerà al rialzo “come al solito” o se lo slancio di ripresa diminuirà qui.

I dati provenienti dall’agenzia di collocamento privata statunitense ADP danno uno sguardo ai dati ufficiali di venerdì. Gli esperti prevedono che a dicembre verranno creati 400.000 posti di lavoro nel settore privato statunitense, dopo un aumento di 534.000 nel mese precedente. “I dati del mercato del lavoro sono l’indicatore più importante per valutare se la Federal Reserve statunitense implementerà i suoi previsti aumenti dei tassi di interesse nel 2022”, hanno scritto gli analisti di Asset Manager BlackRock. I broker si aspettano maggiori informazioni dalle trascrizioni delle ultime deliberazioni della Fed, che saranno pubblicate in serata (CET).

READ  2021 e le sue novità