Aprile 21, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Le azioni Sony crollano: i videogiochi sono troppo economici?

Le azioni Sony crollano: i videogiochi sono troppo economici?

I deboli dati trimestrali hanno fatto scendere il prezzo delle azioni Sony. Secondo un rapporto della CNBC, la società giapponese ha perso 10 miliardi di dollari in valore delle azioni da quando ha presentato la sua relazione annuale. Tra le altre cose, Sony ha corretto al ribasso l'obiettivo di vendita della Playstation 5.

annuncio

Ma il motivo principale per cui gli investitori sono spaventati è il calo dei margini di profitto nel settore dei giochi, ha detto alla CNBC l’analista Atul Goyal. Lo scorso trimestre, il business dei giochi ha generato solo un margine del 6%, ha riferito la CNBC. Nel trimestre di dicembre del 2022 ha raggiunto il 9%. “Le vendite di Sony hanno raggiunto un livello record”, ha detto Goyal. Ma i margini sono bassi quasi quanto lo erano dieci anni fa. “Questo è semplicemente inaccettabile.”

Goyal vede nell'aumento dei costi di produzione dei videogiochi la ragione della riduzione dei margini. Questo è un fenomeno che affligge il settore da anni: con l’aumento dei requisiti tecnici, aumentano anche gli sforzi di produzione dei videogiochi moderni. Tempi di sviluppo di cinque anni o più non sono più un'eccezione nel settore dei blockbuster. Dall'attacco hacker a Insomniac di Sony è noto che lo sviluppo di “Marvel's Spider-Man 2” Si dice che abbia ingoiato 300 milioni di dollari.

L’industria dei giochi sta cercando di contrastare questi costi più elevati con prezzi più alti. Quando è stata lanciata la Playstation 5, Sony ha aumentato i prezzi dei suoi popolari giochi da 60 a 70 dollari USA o da 70 a 80 euro. Nel Conversazione con il Telegrafo Jim Ryan, allora presidente della Playstation, definì i nuovi prezzi “giusti”, non solo per i costi di produzione più elevati, ma anche per l'intrattenimento più duraturo che i videogiochi offrono rispetto ad altri media.

Non solo Sony ha aumentato i prezzi dei suoi popolari giochi, ma anche la rivale Microsoft ha aumentato i prezzi negli Stati Uniti a 80 euro. Microsoft ha affermato, giustificando questa mossa: “Il prezzo riflette il contenuto, la gamma e la complessità tecnica di questi titoli”. In precedenza, i prezzi dei giocattoli erano rimasti relativamente stabili per anni, nonostante il raddoppio dei costi di produzione.

Contenuti editoriali consigliati

Dopo la tua approvazione, un sondaggio esterno (Opinary GmbH) verrà caricato qui.

Carica sempre i sondaggi

I margini bassi rappresentano un problema particolare per i giochi per giocatore singolo, come quelli che Sony e Microsoft amano sviluppare come fornitori di sistemi per le loro console. I giochi multiplayer che possono generare entrate a lungo termine attraverso la vendita di abbonamenti o bottini sono più redditizi.


(Là)

Alla home page