Aprile 21, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’auto del console italiano è stata data alle fiamme

L’auto del console italiano è stata data alle fiamme

L’auto di un impiegato dell’ambasciata italiana a Berlino è stata data alle fiamme. Il governo italiano ha risposto a causa di altri incidenti.

Un ambasciatore italiano è stato distrutto a Berlino. Sconosciuti hanno appiccato il fuoco all’auto di un impiegato consolare a Berlino-Schöneberg venerdì sera, ha annunciato sabato il ministero degli Esteri italiano.

La polizia di Berlino ha confermato l’incidente su richiesta. Un’auto appartenente a un dipendente dell’ambasciata italiana ha preso fuoco a Berlino-Schöneberg venerdì mattina presto, secondo un portavoce. Secondo un rapporto dei media della polizia, i servizi di emergenza sono stati avvisati intorno alle 3:10 del mattino. Le fiamme si sono propagate dalla Bmw dell’impiegato consolare alla Opel parcheggiata accanto.

La sicurezza dello Stato è stata decisa dopo l’incidente di Berlino

La polizia sospetta un incendio doloso e la sicurezza dello Stato sta indagando. Inizialmente non era chiaro se la mossa fosse specificamente rivolta al diplomatico o al governo italiano. Nessuno è rimasto ferito nell’incidente. Gli incendi automobilistici sono un evento frequente a Berlino.

Anche l’ambasciata italiana a Barcellona è stata attaccata. Lì, le finestre del consolato italiano sono state distrutte e un muro nell’area d’ingresso è stato deturpato, ha detto il ministero degli Esteri italiano. Anche lì nessuno è rimasto ferito. I graffiti indicano gli anarchici come criminali.

Il primo ministro Maloney ha twittato sull’incidente a Berlino

Il primo ministro italiano di destra Giorgia Meloni ha dichiarato in una dichiarazione che il suo governo “sta seguendo con preoccupazione e vigilanza questi nuovi casi di violenza contro i nostri funzionari e le missioni diplomatiche”. Il ministro degli Esteri Antonio Tajani ha esaminato se le ambasciate e il personale italiano abbiano bisogno di una maggiore sicurezza in futuro.

Su Twitter, Meloni ha espresso la sua solidarietà al personale dell’ambasciata a Berlino e all’intero governo italiano dopo l’attentato.

All’inizio di dicembre, l’auto di un impiegato consolare ad Atene è stata attaccata con bottiglie molotov e data alle fiamme. Un gruppo anarchico greco ha successivamente rivendicato la responsabilità del crimine.

Secondo i resoconti dei media, le autorità di sicurezza italiane stanno indagando su un collegamento tra gli ultimi incidenti e lo sciopero della fame dell’anarchico imprigionato Alfredo Caspito. Il 55enne è stato incarcerato in Sardegna per l’attentato del 2006 a un’accademia di polizia e l’uccisione nel 2012 di un manager. Poiché il governo lo classifica come un pericoloso terrorista, è sottoposto a dure condizioni carcerarie solitamente riservate a mafiosi di alto livello. Per questo è in sciopero della fame da 100 giorni.

Le immagini dell’ambasciata mostravano graffiti che chiedevano scuse e libertà per Caspido.