Maggio 22, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’Alto Adige impone lo stop definitivo ai vacanzieri: “risorse raggiunte”

L’Alto Adige impone lo stop definitivo ai vacanzieri: “risorse raggiunte”
  1. Pagina iniziale
  2. il mondo

Creato da:

Da: Elena Gries

Una regione in Italia ha emesso un divieto di turismo per evitare il sovraffollamento nelle destinazioni turistiche più popolari.

Bolzano/Italia – L’estate sta arrivando e la maggior parte delle persone sta già programmando le proprie vacanze. Molti viaggiatori sono attratti dal mare, altri dalla montagna. La destinazione turistica è particolarmente popolare Italia. Tuttavia, alcune parti del paese soffrono del turismo di massa. Pertanto, nell’agosto 2022 è stato introdotto il tanto discusso limite massimo di posti letto per l’Alto Adige.

La regione non è la prima con una tale mossa. Altri paesi di vacanza hanno già introdotto restrizioni turistiche. L’Alto Adige vuole finalmente limitare il turismo di massa con una nuova legislazione.

Alto Adige Una provincia del nord Italia
Capitale Bolzano
Residente 532.080 (31 dicembre 2019)

Sosta turistica in Alto Adige: il numero di turisti non dovrebbe più superare il livello del 2019

“Abbiamo raggiunto il limite delle nostre risorse, abbiamo problemi di traffico e i residenti faticano a trovare alloggi a prezzi accessibili”, afferma l’assessore provinciale dell’Alto Adige Arnold Schuler, responsabile del turismo della provincia e fautore del nuovo piano. Legge. stazione di notizie Cnn. La qualità della vita dei residenti locali, ma anche dei viaggiatori nella regione, deve continuare ad essere garantita, il che è possibile solo con regole aggiuntive.

Il numero di turisti nella regione turistica dell’Alto Adige non dovrebbe superare in futuro il livello del 2019, riferisce Cnn. A quel tempo, il numero di posti letto ufficialmente registrati era inferiore a 230.000. Tuttavia, secondo Schuler, nel 2022 sono stati calcolati 34 milioni di pernottamenti.

In Italia la legge mira a frenare il turismo di massa: ne va della fama di paradiso naturale dell’Alto Adige

La legge specifica che nuove opzioni di alloggio come appartamenti per le vacanze, hotel o Airbnb non possono essere consentite senza la previa approvazione del comune responsabile. Eccezione: il rifugio esistente verrà chiuso. Secondo Schuler, la lunga reputazione della regione turistica dell’Alto Adige come paradiso naturale è influenzata dal numero di persone che visitano la zona. “I turisti vengono qui per fare escursioni e vedere posti meravigliosi, non per rimanere bloccati nel traffico”, ha detto. Cnn.

Escursionisti davanti alla silhouette delle Dolomiti in Alto Adige, Italia.
Il turismo di massa in Alto Adige minaccia la reputazione della regione. Ora è stata introdotta una nuova legge per limitare il numero di viaggiatori nel nord Italia. (Miniatura) © Imago

Entro il 30 giugno, tutte le strutture devono informare le autorità di quanti ospiti hanno effettivamente ospitato nel 2019. La sommatoria risulta infine in un nuovo valore soglia, che non sarà più superato in futuro. Se un istituto chiude, il numero dei posti letto disponibili torna al comune. I posti letto possono essere assegnati a nuovi alloggi quando riaprirà. Ciò garantirà che il numero di posti rimanga invariato in futuro. (hg)