Maggio 19, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Fashion Group dichiara nuovamente bancarotta: alcune filiali sono ora sull’orlo della chiusura

Fashion Group dichiara nuovamente bancarotta: alcune filiali sono ora sull’orlo della chiusura

Un’azienda di moda tedesca inciampa di nuovo. Ora molte filiali dovranno essere chiuse.

Solo tre anni fa, l’azienda di moda di Jerry Weber ha dovuto salvarsi dal fallimento con l’aiuto di una procedura fallimentare. Ora il noto produttore di abbigliamento di Halle in Vestfalia è di nuovo in crisi. Al fine di ristrutturarsi, la società sta pianificando significativi tagli alla rete di filiali e tagli di posti di lavoro per un importo sconosciuto, ha annunciato la società mercoledì.

“Il progetto di rigenerazione è una risposta necessaria alle condizioni esterne”, ha affermato Angelika Schindler-Obenhaus, Presidente di Gerry Weber International. L’azienda di moda è stata duramente colpita dalla crisi del Coronavirus e dai cambiamenti nel comportamento dei clienti a causa dell’elevata inflazione e del basso potere d’acquisto. Non è più possibile gestire molti negozi in modo redditizio dopo Corona.

Jerry Weber: Dopo il nuovo fallimento, la rete di filiali si indebolirà

Il produttore di moda Jerry Weber ha presentato istanza di fallimento per la seconda volta in tre anni.

Foto: Foto: Oliver Berg/Dott

Questa volta, tuttavia, l’azienda di moda sta percorrendo una strada raramente utilizzata in Germania nei suoi sforzi di ristrutturazione. Gerry Weber International AG ha chiesto al tribunale distrettuale di Essen di avviare un procedimento ai sensi della legge quadro sulla stabilizzazione e la ristrutturazione aziendale (StaRUG).

L’obiettivo dell’azione StaRUG è consentire agli imprenditori di ristrutturare le proprie attività senza dover passare attraverso procedure concorsuali. “Parte del progetto sarà una completa riduzione del capitale, il che significa anche che le azioni di Jerry Weber International AG non saranno quotate in borsa”, si legge nella nota.

Tuttavia, anche questa volta il creatore di moda non ha potuto evitare la procedura di insolvenza. Gerry Weber Retail GmbH, in cui è integrata l’attività di vendita al dettaglio tedesca con 149 negozi e 28 negozi, sarà ristrutturata con l’ausilio di procedure concorsuali in autogestione.

Il numero di filiali interessate dalla chiusura rimane poco chiaro

Schindler Oppenhaus ha affermato che la vendita al dettaglio dovrebbe essere riorganizzata in generale. “Per questo vogliamo costruire la rete di filiali del futuro. Perché crediamo fermamente nella filiale. Allo stesso tempo, oggi dobbiamo testare ogni metro quadrato di spazio”, ha affermato il manager. Ha aggiunto che entro la fine di giugno sarebbe stato chiaro quali franchising avevano un futuro. Il numero di negozi che devono chiudere nell’ambito della ristrutturazione dipende anche dalla disponibilità del proprietario a negoziare.

Nelle sue parole, Gerry Weber vuole concentrarsi sul “nucleo sano” in futuro e promuovere il commercio all’ingrosso di successo, l’e-commerce e il commercio internazionale. Il CFO Florian Frank ha affermato che queste aree non sono quindi interessate dalle misure di ristrutturazione. La deliverability rimane completamente assicurata e le operazioni aziendali continuano a funzionare al massimo delle loro potenzialità.

Jerry Weber non è solo nei suoi problemi attuali. Molti fornitori di moda in Germania stanno attualmente lottando per la propria vita, inclusi molti nomi noti. L’ultima grande catena di supermercati della Germania, la Galeria Karstadt Kaufhof, ha cercato salvataggio in misure di scudo protettivo alla fine dello scorso anno. A marzo è seguito il negozio di moda Peek & Cloppenburg KG Düsseldorf (P&C). Il rivenditore di scarpe Görtz aveva già fatto questo passo a settembre. La rivale Renault ha dovuto presentare istanza di fallimento solo poche settimane fa

Altri lettori sono interessati anche a:

Una rapida panoramica di tutte le novità CHIP

  • Fonte: Google

    Non perdere nessuna novità

    Basta premere il pulsante e seguire Google per non perdere mai nessuna notizia da CHIP.