Aprile 18, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Lago completamente prosciugato – “Due mesi di pioggia continua non bastano”

Lago completamente prosciugato – “Due mesi di pioggia continua non bastano”
  1. tz
  2. il mondo

Creato da:

Da: Riccardo Strobl

Ceresol Reale, un lago artificiale nel nord Italia, era già molto secco nel marzo 2022.  (foto d'archivio)
Ceresol Reale, un lago artificiale nel nord Italia, era già molto secco nel marzo 2022. (Foto d’archivio) © IMAGO/Mauro Ujetto/NurPhoto

La siccità nel nord Italia sta causando grossi problemi. Il monumento è un serbatoio artificiale di Ceresol Real.

TORINO – La siccità sta causando gravi problemi in tutto l’arco alpino. Oltre alla Germania, è la Svizzera, l’Austria e Italia. L’estate scorsa, in particolare, l’Italia settentrionale ha dovuto affrontare una grave siccità. C’era anche una sezione Si è discusso dell’emungimento del Lago di GardaI raccolti dovrebbero essere salvati nelle aree fertili intorno al fiume Po.

Di nuovo allarme siccità in Italia

Ma l’inverno non ha portato la pioggia che ci aspettavamo. In alcune parti della Francia, Svizzera, Italia e Austria, le nevicate alla fine di febbraio sono state al di sotto del normale per diversi anni, ha affermato il meteorologo della geosfera Klaus Hasslinger. Tempo A. Secondo il rapporto, l’Italia ha avuto il 53% di neve in meno nei mesi precedenti rispetto alla media a lungo termine. A questo si aggiunge anche la mancanza di pioggia.

Ora anche l’Italia è minacciata dalla siccità la prossima estate. E peggiorerà di molto la situazione. E non piove tanto che i serbatoi di acqua potabile sono pieni. Durante la siccità dello scorso anno in Italia, l’acqua potabile è stata parzialmente fornita.

Il bacino artificiale di Ceresol Real è un monumento di questo sviluppo generale.

Ceresol Real Reservoir diventa un monumento alla siccità

“Il lago è un pezzo di terra e macerie”, titolava un quotidiano italiano La Stampa. Il lago, a nord di Torino, vicino al confine francese, è ormai completamente prosciugato. Secondo il rapporto, la regione è carente dal 40 al 70 per cento delle precipitazioni. Le immagini di un lago in secca hanno suscitato scalpore in Italia lo scorso autunno.

Ma dopo un altro inverno secco, le foto appaiono ancora più “brutali”, come scrive il quotidiano. Quindi la situazione peggiorerà nei prossimi mesi.

“Due mesi di pioggia continua non saranno sufficienti per ridurre o ridurre il deficit di precipitazioni”, ha detto al giornale il meteorologo Daniel Kate Bello. La ragione principale di ciò è la mancanza di nevicate nelle quote più elevate durante l’inverno.