Aprile 17, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L'affermazione di Habeck sull'auto elettrica fa riflettere: la svolta in Germania?

L'affermazione di Habeck sull'auto elettrica fa riflettere: la svolta in Germania?
  1. Home page
  2. Politica

Insiste

Lunedì il ministro dell'Economia Robert Habeck ha visitato lo stabilimento Mercedes-Benz a Berlino. Qual è il futuro delle auto elettriche in Germania?

BERLINO – Nell'ambito del suo tour ufficiale, il vicecancelliere e ministro dell'Economia Robert Habeck (Partito dei Verdi) ha visitato lunedì il “Digital Factory Campus” della Mercedes-Benz a Berlino. Ha parlato con il sindaco di Berlino Kai Wegener (CDU) e il direttore di produzione di Mercedes-Benz Group AG, Jörg Borzer, dello sviluppo della mobilità elettrica in Germania.

In una conversazione con i giornalisti durante la visita, ad Habeck è stato chiesto anche del calo delle vendite di veicoli elettrici. Habak ha risposto, secondo le informazioni di: “L’aggiornamento lineare dei numeri di registrazione significa che non raggiungeremo i 15 milioni nel 2030, questo è vero”. immagine. Il governo del semaforo ha dichiarato nel suo accordo di coalizione che la Germania diventerà il mercato principale per la mobilità elettrica. “Il nostro obiettivo è almeno 15 milioni di veicoli completamente elettrici entro il 2030”, si legge ufficialmente nel contratto. Tuttavia, a metà dicembre 2023, il sostegno del governo si è improvvisamente interrotto. Da allora, il mercato non si è sviluppato come previsto.

Habeck commenta il futuro delle auto elettriche in Germania: lo sviluppo delle auto elettriche “non è lineare”

Nonostante tutto, lunedì Robert Habeck era fiducioso. “Lo sviluppo artistico e, soprattutto, l'accettazione sociale non si sviluppano in modo lineare”, ha continuato il vicerettore. Nonostante la mancanza di finanziamenti statali, si aspetta un elevato livello di domanda dopo un certo “punto di svolta”. Quindi i numeri aumenteranno di nuovo in modo significativo. Almeno le basi sembrano esserci. Secondo una nuova analisi, nessuna industria automobilistica in Europa è così preparata per la transizione alla mobilità elettrica come in Germania.

Il ministro dell'Economia Robert Habeck (D), il sindaco di Berlino Kai Wegener (R, CDU) e Jörg Bürzer, direttore della produzione della Mercedes-Benz AG, in
Il ministro dell'Economia Robert Habeck (D), il sindaco di Berlino Kai Wegner (D, CDU) e Jörg Börzer, direttore di produzione della Mercedes-Benz AG, nel “Digital Factory Campus” di Mercedes-Benz. © Monika Skolemowska/DPA

Il governo federale aveva già previsto di concedere un bonus di acquisto fino a 4.500 euro per le nuove auto elettriche fino alla fine del 2023. Inoltre, il produttore ha concesso un bonus pari alla metà, ovvero fino a 2.250 euro. Il 1° gennaio 2024 il premio assicurativo statale dovrà essere ridotto a 3.000 euro per poi scadere alla fine del 2024. Poiché il governo federale ha dovuto correggere la propria pianificazione di bilancio, questi finanziamenti si sono improvvisamente interrotti a metà dicembre. Diverse case automobilistiche hanno successivamente annunciato che avrebbero pagato personalmente i premi assicurativi. Per molti acquirenti il ​​prezzo di un’auto nuova non è cambiato, almeno per ora.

Le vendite di veicoli elettrici e l’espansione delle infrastrutture per i veicoli elettrici sono in stallo: “Siamo sotto pressione”

L'espansione delle infrastrutture correlate in Germania sta attualmente crescendo lentamente. “Siamo sotto pressione. Il Paese e l'industria automobilistica devono dimostrare il proprio valore”, ha detto ad alta voce Habeck. immagine-Anche informazioni. Ma non ha paura della concorrenza di Cina e Stati Uniti. “Se ne abbiamo paura, dovremmo lasciarlo. Non ho paura di questo”, ha detto il ministro dell'Economia.

Da quando i finanziamenti governativi sono stati interrotti, gli esperti tedeschi hanno vissuto una grande incertezza sul futuro della mobilità elettrica. “L'interruzione improvvisa e totale del bonus d'acquisto del governo porterà quest'anno a un calo delle nuove immatricolazioni di veicoli elettrici”, aveva previsto all'inizio di gennaio Felix Gall, responsabile della mobilità presso la società di consulenza aziendale EY. “Il mercato delle auto elettriche non è ancora in piedi, ma dipende dal sostegno del governo. Dove non ci sono finanziamenti e investimenti in buone infrastrutture di ricarica, verranno vendute solo poche auto elettriche. (NZD con EPA)