Maggio 19, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La situazione attuale in Ucraina: la pista dell’aeroporto di Odessa è stata distrutta

HFonti ucraine hanno riferito che l’attacco missilistico russo ha colpito la pista dell’aeroporto nella città costiera Odessa distrutto. Il governatore della regione di Odessa, Maxim Marchenko, ha dichiarato sabato al sito di notizie Telegram che i russi hanno attaccato la capitale ucraina meridionale dalla Crimea sul Mar Nero, che è stata annessa nel 2014.

I missili sono stati utilizzati dal sistema di difesa costiera “Bastion”. Non ci sono stati feriti. Il traffico dell’aviazione civile in Ucraina è stato sospeso dall’inizio della guerra il 24 febbraio. Fino ad allora, la città turistica di Odessa è stata trasferita anche dall’estero, ad esempio da Berlino.

Leggi anche

L’esercito russo ha continuato la sua offensiva nell’Ucraina orientale e meridionale con forza illimitata, ma secondo la versione ucraina, ha fallito nel suo tentativo di catturare tre importanti regioni a est. Gli aggressori hanno tentato l’area intorno alla città liman Nella regione di Donetsk e dintorni Severodoneck E Bubasna Nella regione di Luhansk, ha annunciato lo stato maggiore dell’esercito ucraino.

DWO_AP_Ucraina_Krieg_Gebiete_2704

Fonte: Mondo Infografico

“Nessun successo – la lotta continua”, ha detto. La Russia ha affermato che la sua artiglieria ha colpito 389 obiettivi in ​​Ucraina durante la notte, inclusi 35 posti di blocco, 15 depositi di armi o munizioni e diversi luoghi in cui si trovano truppe o equipaggiamenti ucraini. Quattro depositi di munizioni e carburante sono stati colpiti da missili russi.

I vigili del fuoco cercano di spegnere un incendio in una fabbrica di Kharkiv colpita da un missile russo

I vigili del fuoco cercano di spegnere un incendio in una fabbrica di Kharkiv colpita da un missile russo

Fonte: Reuters

Il presidente ha descritto la situazione come brutale. Tuttavia, Volodymyr Zelensky ha affermato che le forze e gli agenti dell’intelligence ucraini hanno ottenuto significativi successi tattici, senza entrare nei dettagli. “Stiamo colpendo gli occupanti in ogni direzione in cui stanno cercando di avanzare. La situazione nella regione”, ha aggiunto. Charkiv Difficile, ma il nostro esercito e l’intelligence hanno ottenuto notevoli successi tattici». Non ha menzionato altri dettagli.

Secondo le loro stesse dichiarazioni, le forze armate ucraine hanno catturato un villaggio di “importanza strategica” vicino a Kharkiv Roska Lozova Restituzione. Secondo il ministero della Difesa di Kiev, i soldati ucraini hanno trasportato in salvo più di 600 residenti.

Le persone fuggite dal villaggio di Ruska Lozova portano i loro averi a un posto di blocco a Kharkiv

Le persone fuggite dal villaggio di Ruska Lozova portano i loro averi a un posto di blocco a Kharkiv

Fonte: dpa/Felipe Dana

Un cane si siede sul sedile posteriore di un'auto utilizzata dai rifugiati del villaggio di Ruska Lozova per raggiungere un posto di blocco a Kharkiv

Un cane si siede sul sedile posteriore di un’auto utilizzata dai rifugiati del villaggio di Ruska Lozova per raggiungere un posto di blocco a Kharkiv

Fonte: dpa/Felipe Dana

Secondo la rappresentanza russa, l’Ucraina dovrebbe essere una regione russa vicino al confine Kursk Attacca con le granate. Il governatore della regione occidentale della Russia, Roman Starovit, ha affermato che sabato pomeriggio un valico di frontiera nel villaggio di Krubez è stato attaccato con granate.

Le guardie di frontiera russe hanno risposto con il fuoco e hanno fermato i bombardamenti. Nessuno è ferito. Starovojt aveva annunciato venerdì che la sua zona era stata bombardata dal territorio ucraino. Le rappresentazioni inizialmente non erano verificabili in modo indipendente. Non ci sono state reazioni ufficiali da Kiev.

25 civili evacuati da un’acciaieria a Mariupol

Dalle acciaierie assediate Azovstal in Mariupol Secondo quanto riferito dalle agenzie di stampa russe, 25 civili sono stati evacuati. Sabato TASS e RIA Nowsti hanno riferito che sei bambini sono stati salvati, citando i loro giornalisti. Le informazioni non possono essere verificate in modo indipendente.

Secondo le informazioni ucraine, un totale di circa 1.000 civili si sarebbero rifugiati nei bunker delle acciaierie e ora sarebbero intrappolati. D’altra parte, la Russia parla di 2.500 combattenti ucraini e mercenari stranieri che si dice siano rintanati lì.

La polizia ha denunciato altri tre corpi con le mani legate vicino a Bucha

Vicino al sobborgo di Kiev Bucha Sabato, la polizia ha detto che altri tre corpi sono stati trovati con le mani legate. Il capo della polizia della capitale ucraina, Andrei Nepetov, ha affermato che i corpi dei tre uomini sono stati trovati in una fossa nel villaggio di Mirozky. Sono stati colpiti in diverse parti del corpo.

La gente passa accanto ai rottami di veicoli militari a Bucha, alla periferia di Kiev

La gente passa accanto ai rottami di veicoli militari a Bucha, alla periferia di Kiev

Fonte: dpa/Emilio Morenatti

Secondo Nebito, gli occhi dei tre uomini erano bendati e anche “alcuni” erano bendati. Secondo il capo della polizia, i cadaveri recano tracce di prolungate torture. Ogni uomo è stato infine ucciso da un proiettile nella tempia. “Secondo quanto si sa finora, gli occupanti hanno cercato di nascondere le tracce delle loro azioni violente”, ha spiegato Nebitov. Gettarono i corpi nel pozzo e li coprirono di terra.

Bucha è diventato sinonimo dei crimini di guerra commessi dalle forze russe nella loro guerra di aggressione contro l’Ucraina. Il sobborgo è stato controllato dalle forze russe per circa quattro settimane prima del suo ritiro alla fine di marzo. Secondo la polizia, a Bucha e dintorni sono stati scoperti circa 400 corpi, anche in due fosse comuni. Mentre continuano le indagini internazionali su possibili crimini di guerra, Mosca nega ogni responsabilità per questi omicidi.

Qui è dove troverai contenuti di terze parti

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché tale consenso è richiesto dai fornitori di contenuti incorporati in quanto fornitori di terze parti [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando il toggle su “On”, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali ad altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con la Sezione 49(1)(a) del GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite il toggle e tramite Privacy in fondo alla pagina.

Lavrov: Ha portato più di un milione di ucraini in Russia

Dal 24 febbraio circa 1,02 milioni di persone sono state trasferite “in salvo” dall’Ucraina alla Russia, secondo le stime del ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov. Come ha annunciato Lavrov in una dichiarazione pubblicata nelle prime ore di sabato mattina, 120.000 di queste persone provengono solo dalle regioni. Donetsk E Luhansk.

DW_AP_Ucraina_Flucht_3004_mki

Fonte: Infografica WELT / Anna Wagner

Il ministro ha anche detto a Xinhua e al sito web del ministero degli Esteri russo che il sostegno aperto della NATO all’Ucraina ostacola il raggiungimento di un accordo politico per porre fine al conflitto.

Fonti ucraine hanno riferito che sette soldati e sette civili sono stati rilasciati nell’ambito di uno scambio di prigionieri con la Russia. Sabato il vice primo ministro ucraino Irina Vereshuk ha dichiarato sui social media che lo scambio è stato qualcosa di speciale per lei: uno dei soldati era incinta di cinque mesi. La parte russa non ha confermato lo scambio di prigionieri fino a questo pomeriggio.

Puoi ascoltare il podcast WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché tale consenso è richiesto dai fornitori di contenuti incorporati in quanto fornitori di terze parti [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando il toggle su “On”, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali ad altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con la Sezione 49(1)(a) del GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite il toggle e tramite Privacy in fondo alla pagina.

“Kick-off Politics” è il podcast di notizie quotidiane di WELT. L’argomento più caldo analizzato dai redattori di WELT e le date di oggi. Iscriviti al podcast su spotifyE Podcast della melaE musica amazzonica O direttamente tramite feed RSS.

READ  Mancano cibo e acqua: l'Onu chiede aiuto per 1.000 marittimi bloccati