La nuova entità dei danni naturali: la compagnia assicurativa HUK-Coburg registra i danni nel ramo auto

Date:

Share post:

Saveria Marino
Saveria Marino
"Analista incredibilmente umile. Esperto di pancetta. Orgoglioso specialista in cibo. Lettore certificato. Scrittore appassionato. Difensore di zombi. Risolutore di problemi incurabile."

Nuova gamma di danni elementali
La compagnia assicurativa HUK-Coburg registra i sinistri nel settore automobilistico

Ascolta il materiale

Questa versione audio è stata creata artificialmente. Maggiori informazioni | Invia la tua opinione

“Stiamo assistendo a una distruzione di veicoli mai vista prima”: così descrive l'anno trascorso la più grande compagnia di assicurazioni automobilistiche tedesca. Nonostante i maggiori contributi, la HUK-Coburg ha registrato una perdita nel suo core business. Probabilmente la situazione non cambierà quest'anno.

La HUK-Coburg, la più grande compagnia assicurativa automobilistica tedesca, subisce perdite nel suo core business a causa dei costi delle riparazioni e dei pezzi di ricambio – e questo non cambierà quest'anno nonostante l'aumento dei prezzi. Klaus-Jürgen Heitmann, capo della HUK-Coburg, a Monaco, ha affermato che la società ha registrato una perdita tecnica di 216,3 milioni di euro nella sua divisione automobilistica nel 2023. Ha parlato di un “anno impegnativo”. Nel 2022 qui l’azienda guadagna ancora 37,4 milioni di euro.

Il combined ratio è peggiorato al 113,4%, anche perché sempre più automobili sono state colpite da grandine e altri temporali. C'è un nuovo livello di danno naturale. “Stiamo assistendo alla distruzione dei veicoli come non abbiamo mai visto prima”, ha detto Heitman. Essendo la più grande compagnia di assicurazioni auto prima di Allianz, siamo esposti a più danni di altri. Il combined ratio di HUK è stato peggiore della media del settore, pari a circa il 111%.

I costi per il risarcimento dei danni sono aumentati di 600 milioni di euro a 4,5 miliardi di euro nel 2023. I contributi per i 13,9 milioni di veicoli assicurati sono aumentati dell’8,3% a 4,8 miliardi di euro perché HUK ha aumentato i contributi in media del 5%. All’inizio dell’anno 2023-2024 è stato nuovamente aumentato del 10%.

Tuttavia, il membro responsabile del consiglio d'amministrazione Jörg Rheinlander non si aspetta quest'anno un combined ratio inferiore al 100%, il che significa numeri neri operativi – né in HUK né nell'intero settore. Ciò avverrà “probabilmente entro due o tre anni”.

Il CFO Thomas Senn non si preoccupa delle finanze, dato il suo capitale di 7,8 miliardi di euro. “Pensiamo che saremo in grado di sopportare tutto questo per un po’, ma non vogliamo sopportarlo troppo a lungo”. L'anno scorso il gruppo ha conseguito un utile ante imposte di 451 milioni di euro grazie ai maggiori risultati degli investimenti. Il risultato finale è che l’utile netto è raddoppiato arrivando a 300 milioni di euro. I contributi sono aumentati del 6% raggiungendo i nove miliardi di euro.

Related articles

Spagna – Italia: Disgustosa provocazione dei tifosi! Ecco perché lo Schalke viene fischiato

Ecco come domina il favorito! Nella finale preliminare, la Spagna ha vinto 2-0 contro un'altra contendente al...

Questo cavo USB-C a doppia porta condivide in modo intelligente l’alimentazione

Alimentatori e cavi: la maggior parte dei nostri lettori probabilmente ne ha alcuni a casa. I cavi...