Giugno 27, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La nuova classe di grasso scoperta potrebbe rivoluzionare la terapia: la pratica della guarigione

Limita i grassi per curare il diabete

I ricercatori ne hanno uno Una nuova classe di grassi scelto da Sensibilità all’insulinaIl Controllo della glicemia e altri parametri metabolici Effetto. La scoperta apre le porte alle possibilità Nuove opzioni di trattamento per il diabete di tipo 1 e di tipo 2.

gruppo di lavoro di Beth Israel Deaconess Medical Center A Boston (USA) ha una funzione di un gruppo speciale di grassi, i cosiddetti FAHFA, decodificare. Il grasso influisce sulla glicemia, sulla sensibilità all’insulina e sul metabolismo, ed è quindi un bersaglio molto interessante per il suo trattamento diabetico. I risultati sono stati recentemente pubblicati sulla rivista.temperare la natura” Piede.

Il diabete è una malattia metabolica diffusa

In tutto il mondo 422 milioni di persone soffrono di diabeteCirca 1,5 milioni di persone muoiono ogni anno a causa di malattie metaboliche.

diabete mellito di tipo 1 È una malattia cronica in cui viene prodotta l’insulina cellule beta in pancreas numero Insulina produrre di più.

Diabete di tipo 2 Succede al corpo Resistente o insensibile all’insulina Diventare.

Insulina Tuttavia, è necessario per il corpo Controllo della glicemia. Entrambi i tipi di malattie portano regolarmente a livelli elevati di zucchero nel sangue, che nel tempo possono causare gravi danni al cuore, ai vasi sanguigni, agli occhi, ai reni e ai nervi.

Nonostante il trattamento, possono verificarsi complicazioni

Esistono molte opzioni di trattamento per il controllo delle malattie metaboliche, come una di queste Nutrizione mirata e il Iniezione di insulinaTuttavia, molti pazienti hanno difficoltà a controllare i livelli di zucchero nel sangue nonostante il trattamento, il che porta a questo rischio di complicazioni è aumentato.

READ  Stress, obesità, malnutrizione: questa app calcola il rischio di infarto

Alla scoperta di una nuova classe di grassi

Il team di ricerca statunitense ha ora identificato un enzima chiave per la sintesi di una nuova classe di grassi chiamati FAHFA, che si formano nei tessuti umani. I FAHFA hanno effetti benefici sulla sensibilità all’insulina, sul controllo glicemico e su altri parametri metabolici.

“L’obiettivo a lungo termine è sostituire in modo sicuro le cellule beta che producono insulina nel pancreas nelle persone con diabete di tipo 1, ma ciò richiede la protezione di queste cellule dall’attacco del sistema immunitario”.spiegato Professoressa Dr. Barbara B. Kan Dal Beth Israel Deaconess Medical Center.

Innovazione nella ricerca sul diabete

“Abbiamo dimostrato che questi FAHFA proteggono le cellule beta dall’attacco immunitario e dallo stress metabolico”.Secondo il dott. corazzata. Il Aumento dei livelli FAHFA Può, secondo il gruppo di lavoro, entrambi Trattamento del diabete di tipo 1 e di tipo 2 Sii in forma.

“La nostra nuova scoperta è una svolta perché sappiamo per la prima volta come si formano questi grassi nei tessuti dei mammiferi”.L’esperto conferma.

I FAHFA sono stati scoperti nel 2014

Nel 2014, il team di Kahn, in collaborazione con il professor Alan Sagatilian (ora al Salk Institute), ha scoperto una classe di lipidi precedentemente sconosciuta chiamata FAHFA, abbreviazione di esteri degli acidi grassi degli idrossi acidi grassi.

I FAHFA sono direttamente correlati alla sensibilità all’insulina

Secondo gli scienziati, il livello di FAHFA nell’uomo è direttamente correlato alla sensibilità all’insulina. Il team è già stato in grado di dimostrare che la somministrazione di FAHFA nei topi obesi Migliora il controllo glicemico degli animali E il Diminuzione delle risposte immunitarie pro-infiammatorie.

READ  Telescopio spaziale James Webb: Aspettando la luce

I ricercatori sono stati anche in grado di dimostrare che il grasso protegge le cellule beta del pancreas che producono insulina attacchi delle cellule immunitarie e prima stress cellulare protezione. nelle persone con obesità Fai I livelli normali di FAHFA sono spesso troppo bassiIl gruppo di ricerca conferma.

L’enzima come pezzo mancante del puzzle

Nell’ambito del presente studio, il team guidato dal Dr. Khan ha ora scoperto che un enzima chiamato Lipasi dei trigliceridi (ATGL) Svolge un ruolo importante nella sintesi dei lipidi FAHFA. L’ATGL è il principale enzima di biosintesi dei FAHFA nel tessuto adiposo.

Inoltre, i ricercatori sono stati in grado di stabilire che le persone obese sono resistenti all’insulina Hanno livelli più bassi di ATGL nel tessuto adiposo bianco Come le persone magre. L’ATGL sembra essere associato a riduzioni dei FAHFA nei soggetti insulino-resistenti.

In generale, il gruppo di lavoro ritiene che i fattori qui elencati portino ad a Aumentare la gravità del diabete. La regolazione dei sigilli ATGL e FAHFA può essere un file Una nuova strategia terapeutica per il trattamento del diabete Rappresentare.

Prevenzione del diabete di tipo 2 attraverso FAHFA

“Idealmente, le nuove scoperte potrebbero essere utilizzate per aumentare i livelli di FAHFA nelle persone ad alto rischio di diabete di tipo 2 per la prevenzione, o per migliorare il controllo glicemico nelle persone che hanno già il diabete di tipo 2”.riassume il professor Kahn.

“Capire la regolamentazione dell’ATGL potrebbe portare a strategie per aumentare questi grassi benefici nelle malattie metaboliche e immunitarie”Khan aggiunge nella conclusione. (FP)

Informazioni sull’autore e sulla fonte

autore:

Editore laureato (FH) Volker Plasek

Fonti:

  • Beth Israel Deaconess Medical Center: una scoperta rivoluzionaria che potrebbe portare benefici ai pazienti diabetici (data di pubblicazione: 14/06/2022), bidmc.org
  • Patel R, Santoro A, Hoover P et al. ATGL è un enzima di biosintesi per gli esteri degli acidi grassi degli idrossiacidi grassi; In: Natura (2022). https://doi.org/10.1038/s41586-022-04787-x, Natura.com

nota importante:
Questo articolo contiene solo consigli generali e non deve essere utilizzato per l’autodiagnosi o il trattamento. Non può sostituire una visita dal medico.