Aprile 21, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Francia sancisce il diritto all’aborto nella sua Costituzione

La Francia sancisce il diritto all’aborto nella sua Costituzione

Al: 4 marzo 2024 alle 20:23

La “libertà di aborto” è inclusa nella Costituzione francese – la prima del suo genere al mondo. I deputati di entrambi i rami del Parlamento hanno votato a favore della risoluzione a larga maggioranza. Gli applausi sono scoppiati davanti alla Torre Eiffel a Parigi.

La Francia è il primo Paese al mondo a includere nella propria Costituzione la “libertà di aborto”. I deputati di entrambi i rami del Parlamento hanno dato il via libera al progetto del presidente Emmanuel Macron a netta maggioranza.

Alla Reggia di Versailles hanno votato sì 780 parlamentari e 72 no. Per approvare la legge era necessaria la maggioranza dei tre quinti. Successivamente quasi tutti i rappresentanti e senatori presenti si sono alzati e hanno tributato una standing ovation. Molti relatori hanno celebrato il loro voto come storico.

Il Primo Ministro: “Il tuo corpo è tuo”

“Abbiamo un dovere morale nei confronti delle donne”, ha affermato il primo ministro Gabriel Attal, riferendosi alle donne che hanno sofferto o sono morte durante aborti clandestini. “Mandiamo un messaggio a tutte le donne: il tuo corpo è tuo e nessuno può decidere per te.” Il presidente Macron ha scritto sul servizio elettronico X: “Orgoglio della Francia. Un messaggio globale”.

Nella piazza del Trocadero, di fronte alla Torre Eiffel, sono scoppiati applausi, mentre decine di persone guardavano il dibattito e votavano su un grande schermo. “Mon Cops Mon Choix” e “My Body My Choice” sono stati proiettati sulla Torre Eiffel.

La Torre Eiffel si illumina con il messaggio “Il mio corpo, la mia decisione” dopo il voto del Parlamento.

I due rami del Parlamento, l'Assemblea nazionale e il Senato, hanno già approvato individualmente il disegno di legge. L’articolo 34 della Costituzione prevede di “garantire la libertà delle donne di abortire”.

La maggior parte dei francesi lo ha sostenuto

I sondaggi d'opinione indicano che l'86% dei francesi è favorevole alla completa liberalizzazione dell'aborto. Ma c’è stata anche una protesta contro: durante il voto, diverse centinaia di oppositori dell’aborto si sono radunati vicino al Congresso di Versailles per protestare contro la modifica costituzionale. Anche la Chiesa cattolica ha chiarito che continua a rifiutare l’aborto. “Nell’era dei diritti umani universali, non può esserci alcun “diritto” di distruggere la vita umana”, ha affermato la Pontificia Accademia per la Vita, secondo BFMTV.

Il cambiamento costituzionale in Francia è stato guidato da una decisione politica presa dall’altra parte dell’Atlantico. Nell’estate del 2022, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha annullato la sentenza Roe v. Wade del 1973 – e con essa il diritto all’aborto a livello nazionale. Ciò ha portato ad accesi dibattiti pubblici in Francia e all’avvio di un processo politico per sancire il diritto all’aborto nella costituzione.

In Francia, dal 1975, gli aborti fino alla 10a settimana di gravidanza restano impuniti. Oggi in Francia le donne incinte possono abortire fino alla 14a settimana, i cui costi sono a carico della cassa malati.