Ottobre 21, 2021

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Francia ha lanciato un ultimo avvertimento all’Inghilterra

“Copia”, Pure “Vendetta” Il tono da parte francese è in aumento nel caso delle licenze concesse con parsimonia dal Regno Unito ai pescatori francesi.

“Annunceremo ritorsioni nazionali o europee, ritorsioni e ritorsioni, se necessario, entro una settimana, se non ci sono segnali britannici definitivi sulla licenza”., Al Senato, annunciato dal Segretario di Stato francese per gli affari europei, Clement Bonn, la sera del 13 ottobre.

L’articolo è riservato ai nostri abbonati Per saperne di più Per i pescatori francesi, “Brexit si è concretizzata da un giorno all’altro”

La Francia minaccia di ridurre la sua fornitura di energia, soprattutto a Jersey, e agire nel campo dei servizi finanziari o della ricerca.

“Siamo stati molto pazienti, molto pazienti (…) Gli inglesi non hanno voluto concedere un certo numero di licenze, non perché non avessero informazioni, ma perché hanno fatto questa scelta politica»., Segretario di Stato Hammer.

Sono state rilasciate 200 licenze su 244

L’accordo Brexit tra Londra e Bruxelles, messo sotto accusa alla fine dello scorso anno, prevede che i pescatori europei possano continuare a lavorare in alcune acque britanniche a condizione che continuino ad avere una licenza. . Ma i francesi e gli inglesi discutono sulla natura e sulla quantità dei documenti giustificativi da fornire.

Per saperne di più Parigi esorta Bruxelles a essere “decisa” a pescare con Londra

Delle zone di pesca più contese (6-12 miglia al largo della costa britannica e delle Isole del Canale), Londra e Jersey hanno un totale di oltre 200 licenze permanenti, mentre Parigi ne cerca ancora 244.

“Questo non è un problema francese (…) Questo è un problema europeo”.Ricordando le preoccupazioni del Belgio e dell’Irlanda, Clement Bon ha sottolineato. “Stiamo mobilitando i nostri partner europei”, Ha aggiunto.

READ  In Ungheria i partiti di opposizione scelgono un candidato "conservatore e ottimista" contro Victor Orban

Undici paesi, tra cui la Francia, hanno firmato lunedì una dichiarazione congiunta chiedendo un fronte europeo contro Londra a seguito della decisione britannica sulle licenze di pesca.

I firmatari della dichiarazione sono: Germania, Belgio, Cipro, Spagna, Francia, Grecia, Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Portogallo e Svezia.

L’articolo è riservato ai nostri abbonati Per saperne di più Pesca: Allerta tempesta nell’Atlantico settentrionale, dopo Brexit

Mondo con AFP