Ottobre 6, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La fatidica elezione di settembre: come l’estrema destra vuole cambiare l’Italia

Il programma del centrodestra in Italia non è altro che un elenco di punti elenco. Soprattutto se vuoi sapere cosa stanno combinando Giorgia Meloni e Matteo Salvini, dovresti ascoltare attentamente.

Per Giorgia Meloni, responsabile del partito di estrema destra Fratelli d’Italia, lo sport è la via da seguire per i giovani italiani. Secondo il manifesto congiunto dei partiti di centrodestra, lo Stato dovrebbe sostenere le attività sportive per promuovere uno stile di vita sano. Meloni, che è stato Ministro della Gioventù e dello Sport sotto l’allora Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi dal 2008 al 2011, ha lasciato contemporaneamente. video Un passo avanti. Le attività sportive dovrebbero aiutare i giovani a sbarazzarsi dei “deviati”. L’Islanda, che un tempo aveva un enorme problema di droga e alcol tra i giovani, ha dimostrato che questo approccio funziona.

Il giorno dopo il video, il suo partito ha twittato un elenco di “deviazioni”: dipendenze da droghe, alcol, nicotina e gioco d’azzardo, disturbi alimentari, autolesionismo, bullismo, bande di bambini e “hikikomori” – un termine giapponese per l’autoisolamento sociale. Descrive le persone. La reazione del pubblico è stata di sgomento. “I disturbi alimentari non sono deviazioni”, ha detto, tra le altre cose. “Fratelli d’Italia” ha cancellato il tweet.

Pochi giorni dopo, Matteo Salvini, capo della Lega nazional-populista, ha annunciato in un’intervista radiofonica di considerare la politica familiare del premier ungherese Viktor Orbán “la migliore d’Europa”. “Non lo dico perché è Orban. Se ce n’è uno in Francia, lo userò come esempio”. Salvini è particolarmente interessato al fatto che il carico fiscale sulle madri in Ungheria diminuisce all’aumentare del numero di figli. “Con quattro figli, non paga più le tasse per il resto della sua vita”.

READ  Italia: "Baby Gangs" seminano paura e panico sul Lago Carta

Gli annunci sono più eloquenti del piano

La stampa in particolare ha seguito il dibattito, che si è trasformato in una feroce battaglia tra i due campi. Nel complesso gli italiani non ne erano molto interessati. Molti sono ancora in vacanza e si sono ritirati dalla politica.

Ma è un peccato, perché a differenza del breve programma in 15 punti della coalizione di centrodestra, dove i partiti di destra hanno dominato a lungo, Meloni e Salvini hanno fatto annunci in questi giorni. Con questo campo può formare il prossimo governo.

Da un lato, c’è l’annuncio di Meloni che la “UE di prossima generazione” dell’Europa sarà ristrutturata finanziariamente, o ne trarrà più soldi, visti gli effetti della guerra in Ucraina, dell’inflazione e dei costi energetici. D’altra parte, la recente dichiarazione di Salvini che chiedeva una revisione delle sanzioni contro la Russia sembra aver danneggiato l’Occidente più della Russia.

“Sì alla Cultura della Vita”

Molti cittadini sentono di non avere comunque l’ultima parola su questi temi, che i politici a Roma ea Bruxelles decideranno comunque al di sopra delle loro teste. Ma dovrebbe essere diverso quando si tratta di privacy, istruzione e famiglia, dove molte cose possono cambiare.

Ad esempio, c’è la dichiarazione di Meloney del 13 giugno. Quel giorno fu ospite a una manifestazione elettorale per il partito spagnolo di estrema destra Vox. suo Discorso Felici i presenti. Altri hanno avuto i brividi lungo la schiena mentre guardavano il video. Al termine della sua performance, Meloni ha dichiarato: “Sì alla famiglia naturale, no alle lobby LGBT. No all’identità di genere, no all’ideologia di genere. Sì alla cultura della vita, abisso della morte. Sì. L’universalità della croce, no alla violenza islamista!” Ha ricevuto un forte applauso.

READ  Serie A: Trasmissione in TV e live streaming in Germania

Dopo la caduta del precedente governo del presidente del Consiglio Mario Draghi, Meloni ha cercato di prendere le distanze da questa performance. Quindi si è scusato con la comunità LGGT dicendo che non si esporrà più così. Ma il suo dolore non è stato molto convincente e il suo discorso in Spagna è stato molto emozionante.

Non tutte le donne si fidano di Melony

Le possibilità che Maloney diventi capo del governo sono ancora alte. Sarà una novità assoluta per l’Italia. Non c’è mai stato un Primo Ministro donna. Solo due donne sono diventate presidente della Camera dei Deputati e solo una è diventata presidente del Senato: Maria Elisabetta Alberti Casellatti di Forza Italia di Berlusconi ricopre attualmente la seconda carica dopo il capo dello Stato. In quanto unica donna a guidare un partito, Meloni è già un’eccezione in Italia.

Un gruppo di femministe che ha lanciato un appello dicendo che il capo del governo sarà un’occasione unica dice: “Ci uniremo a prescindere dal campo politico, perché ciò che è bene per una donna è bene per i suoi figli, bene per tutti”. La giornalista e scrittrice italiana Natalia Aspesi ha replicato sul quotidiano “La Repubblica”: “Non credo che essere donna sia più importante delle tue opinioni politiche”, ha osservato. Sebbene abbia il massimo rispetto per la carriera politica di Meloney, lo deve solo a se stessa: “Ma non posso avere niente a che fare con lei”. Aspesi indica il piano dell’alleanza di centrodestra di usare la parola “donna” una sola volta, e il nome del partito, Fratelli d’Italia, Fratelli d’Italia. Non c’è traccia di sorelle qui.

READ  Ammissione di immigrati: l'Italia fornisce aiuti da Parigi e Berlino

Ma anche questo dibattito ha incontrato scarso interesse pubblico. Una preoccupazione particolare per molte donne è che un governo di centrodestra potrebbe inasprire le leggi sull’aborto o, più recentemente, abrogarle negli Stati Uniti.

Un cattivo gusto

Meloni e Salvini negano con veemenza questa intenzione. “Vogliamo rendere più efficace la legge esistente, dare una mano alle donne che decidono di abortire per motivi economici, per pensarci”, sottolinea Salvini.

La legge può restare, ma non è comunque facile abolirla. Tuttavia, ci sono modi per evitarlo. L’aborto non è già facile in alcune regioni. In Italia, il 65 per cento dei medici si rifiuta di abortire.

Anche le Marche possono vedere dove potrebbero andare le cose sotto il presidente del Consiglio Maloney. Nel 2020 è stata approvata una linea guida nazionale per fornire la “pillola del giorno dopo” nei centri di consulenza. Tuttavia, la linea guida non è vincolante per le regioni. Dal 2020 i marchi gestiti dal politico Fratelli non li hanno implementati. Questa decisione è stata giustificata dal fatto che a marzo nascono pochissimi bambini.

“Dio, patria e famiglia” è il credo dei partiti di destra. La parola “Credo” si trova anche nei manifesti elettorali della Lega, che significa fede in senso religioso. La conferenza episcopale italiana non ne fu felice. Ma i riferimenti religiosi con i grani del rosario e le immagini della Vergine Maria facevano parte delle tattiche di propaganda di Salvini. Sulla scia della vittoria elettorale di destra del 25 settembre, la direzione è chiara: andrà indietro nel tempo.