Aprile 15, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Kaufland ed Edica stanno ritirando i prodotti dalla circolazione

Kaufland ed Edica stanno ritirando i prodotti dalla circolazione
  1. Home page
  2. consumatore

Insiste

Prezzi più alti significano migliore qualità? Quando si parla di olio d’oliva è vero il contrario. Gli esperti ritengono che la ragione sia un problema globale.

BERLINO – L'olio d'oliva, diventato molto popolare di recente, ha suscitato molto scalpore. Ciò non significa solo prezzi elevati nei supermercati a causa dello scarso raccolto delle olive. Peggiora le cose, al contrario Prezzi elevati dell'olio d'oliva sul mercato nero La qualità continua a migliorare.

La mancanza di qualità dell'olio d'oliva è evidente nei recenti risultati dei test Fondazione Warentest. Prendi come risposta edica E Kaufland Tre prodotti della collezione. I ricercatori vedono prezzi più alti e una qualità sempre più scarsa a causa del cambiamento climatico.

Edeka e Kaufland stanno rimuovendo l'olio d'oliva dalla loro gamma dopo i devastanti risultati dei test

Dopo gli scarsi risultati dei test sull'olio d'oliva condotti dalla Stiftung Warentest, in cui diversi prodotti hanno fallito, Edica e Kaufland giungono ora alla seguente conclusione: entrambi i rivenditori di generi alimentari hanno ritirato dalla circolazione i lotti interessati. alto flusso MDR Kaufland ha giustificato la reazione affermando che “la qualità impeccabile dei nostri prodotti e la sicurezza dei nostri clienti” sono la massima priorità. L'informazione Rivista dell'ARD per l'ora di pranzo Anche Edeka iniziò subito ad analizzare le ragioni.

Edica e Kaufland traggono conclusioni dai risultati dei test effettuati dalla Stiftung Warentest perché, oltre al gusto, si sono verificati difetti di qualità anche nella composizione chimica degli oli d'oliva. ©imago/imagebroker

I prodotti interessati sono “Olio extra vergine di oliva Edeka Gut & Günstig”, “Olio extra vergine di oliva Kaufland K-Bio” e “Olio extra vergine di oliva Kaufland K-Classic”. Si dice che il motivo del ritiro dalla gamma sia il pessimo risultato del test nel numero della rivista “Test” 04/2024.

Dei 23 oli d'oliva di diversi produttori testati, solo quattro hanno ricevuto una valutazione “buona”. Tuttavia, il tasso di fallimento è più allarmante. Sei prodotti sono stati classificati come “scadenti” e pertanto non hanno superato il test:

Edeka olio extra vergine di oliva buono ed economico 5.0
Kaufland K-Bio Olio Extravergine di Oliva (Biologico) 5.0
Olio extravergine di oliva classico Kaufland K 5.0
Bio Planet Olio Extra Leggero di Oliva (Biologico) 5.0
Olio extra vergine di oliva Fiori 5.0
Olio extra vergine di oliva de La Espanola 5.0

“Spesso rancido o pungente” – Il cambiamento climatico come causa di olio d’oliva di scarsa qualità

Stiftung Warentest commenta di conseguenza i risultati dei test sull'olio d'oliva: “I prodotti di alta qualità, extra vergini, hanno spesso un sapore rancido o aspro e anche la qualità chimica è più debole del solito.” Vincenzo Verasto spiega perché ciò accade nel suo rapporto di prova. Verasto è agronomo del CIHEAM, che ricerca l'agricoltura nelle regioni del Mediterraneo. Secondo lui, la ragione principale del declino della qualità dell'olio d'oliva negli ultimi cinque anni è il cambiamento climatico.

Approvvigionamento idrico nell'azienda olivicola.
Sempre più aree di coltivazione soffrono di terreno asciutto a causa di lunghi periodi di siccità. Anche gli ulivi sono soggetti a stress da caldo. © Imago/Jochen Tuck

Più precisamente, gli inverni miti e le primavere calde sono responsabili di raccolti sempre più scadenti, ha rivelato l'agronomo in un'intervista. Gli inverni freddi sono necessari affinché gli ulivi possano prepararsi alla successiva fase di fioritura. Inoltre, in primavera fa molto caldo, il che rende più difficile l'impollinazione. In assenza di giornate fredde, molti parassiti sopravvivranno all’inverno, riducendo anche la qualità del raccolto. L’esperto ritiene che la soluzione risieda nell’agricoltura biologica sostenibile, dove lo stress da caldo può essere gestito in modo più efficiente.

Sfortunatamente, le recensioni negative sul cibo della Stiftung Warentest non fanno eccezione. Ad esempio, in un test di qualità sui bastoncini di pesce, solo due prodotti su 19 hanno ricevuto il punteggio “buono”. (M)