Maggio 23, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

‘Jauch vs Sigl’: Thomalla batte Jauch quando si tratta di calcio

“Jauch contro Sigl”
Thomalla batte Jauch quando si tratta di calcio

Di Nina Jerzy

La vendetta di Jauch su Sigl sembra quasi avere successo. Ma il “Rapporto sulle studentesse tedesche” tedesco divenne di cattivo auspicio. Quando Sofia Tomala ha battuto l’ex broker di “Sportstudio” quando si tratta di calcio, il suo destino è stato segnato.

Sophia Tomala non ha mentito. L’attrice si è raccomandata come esperta sportiva per la squadra del Günther Jauch e ha davvero brillato in questa categoria, sfortunatamente non a vantaggio del suo capitano. Aveva bisogno di tutto l’aiuto possibile. Jauch ha partecipato alla premiere del nuovo quiz show di RTL “Jauch gegen Sigl” contro l’attore “Bergdoktor” ei suoi quattro principali sostenitori.

Gauch ha ammesso: “È stata una settimana molto difficile per me. Lui e la sua squadra hanno reso me e la sua squadra molto bagnati e piatti”. Ma per vendetta di lunedì, le sue possibilità di guadagnare 50mila euro per i suoi telespettatori erano buone. Dopotutto, questa volta gli è stato permesso di avere quattro sostenitori dalla sua parte. Alla fine, Gauch ha avuto solo l’amara realizzazione: “Hans Siegel ora sta portando via la mia donna”.

Oltre a Thomalla, Jauch ha anche nominato i comici Wigald Boning e Torsten Sträter e la cantante Patricia Kelly nella sua squadra. Nei dieci round, è stato consentito loro di deliberare sulla risposta corretta tra le risposte a scelta multipla. Kelly inizialmente ha segnato quando ha intuito, da un punto di vista puramente melodico, che la canzone del nuovo arrivato americano Gayle dovrebbe essere chiamata “abcdefu” invece di “XS-SM-LXL-XYZ”. Bonning sapeva che i passaporti belgi recavano abbellimenti di fumetti famosi. Sträter ha potuto confermare che i dolci sono tradizionalmente cotti in pentole di rame e poi arrotolati. Quando si tratta di educazione al porno soft nella Germania dell’Est, il Team Jauch fallisce su tutta la linea.

“Sarà proprio qui su RTL?”

Il presentatore Oliver Bucher si è sentito inaspettatamente trasportato indietro ai tempi perduti da tempo della radio privata con sede a Colonia. Bucher ha chiesto nel quarto round: “Ci sarà un diritto qui sull’RTL?” Il team di Jauch dovrebbe sapere quale programma “Sieben Freckles” ha colpito “Sieben Freckles” è stato confrontato: “Sesame Street”, “TV Lottery”, “Hitparade” o “Schoolgirl Report”. “Chiediamo all’unica persona nata nella DDR”, ha riferito Gautsch a Tomala. L’attrice, purtroppo, non stava aiutando. “Sono nata un mese prima della caduta del muro”, ha implorato. “Quindi tu sei Vollossi per me”, Pocher respinse l’obiezione.

Infine, Gauche accede all’innocente Sesame Street. Il suo ragionamento: la risposta corretta viene sempre data in un film per giocatore singolo – e RTL non mostra scene di sesso con studenti, vero? Tuttavia, il presentatore del programma “Chi vuole essere milionario?” Sottovaluta il suo datore di lavoro. Gli spettatori di “Jauch gegen Sigl” sono stati brevemente rapiti in un campo di villeggiatura nella DDR da “Sieben Freckles” e in studio almeno una donna che ricorda ancora vagamente che il film è stato rilasciato.

Alla fine dei dieci giri, Jauch era nettamente davanti a Sigl con 46 a 22 punti. Tuttavia, l’avversario ha vinto tutti e quattro i duelli medi e ogni volta ha eliminato uno degli assistenti di Jauch in finale. Bucher ha spiegato che “Gunther Gautsch ora sta provando almeno ad andare in finale con Sofia Tomala”, ma neanche la detentrice della vetta ci è riuscita. Quindi ha dovuto competere da solo contro Bergdoctor nel round finale. Ma questa volta Jauch ha vinto e vinto un premio in denaro di 50.000 euro per metà del suo pubblico in studio. Ma non è tutto nello show, la struttura a volte complessa che Gauch ha ripetutamente inventato. Perché la fine ha seguito il confronto per determinare il vincitore finale dei due spettacoli.

Thomala batte Gauche

Il visibilmente nervoso Jauch ha mostrato nervi in ​​rapidi giri di campana. Ad esempio, “Chi è stato l’ultimo campione di calcio tedesco non chiamato Bayern Monaco?” L’austriaco Siegel era qui. Gauch, l’ex supervisore di “Sportstudio”, apparentemente ha lottato con se stesso, ma è giunto alla conclusione: “Non oso”. D’altra parte, il suo esperto sportivo Tomala ha chiesto la risposta corretta: il Borussia Dortmund.

Alla fine, Sigl ha unito i nervi saldi, la velocità e l’abilità tattica. Ha dato la risposta corretta due volte prima che Bucher leggesse completamente le domande. L’attore è finalmente apparso come il vincitore finale del duello “Jauch vs Sigl” e immortalato sul “Wall of Fame”. Ci sono ancora quattro spazi rimasti. Bucher ha così dichiarato: “Ci rivedremo a maggio, con un nuovo avversario. Restate sintonizzati”.

READ  Riccardo Basile e Lily zu Sayn Wittgenstein Berlberg