Febbraio 22, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Italia: perché l’incitamento alla fame può portare a due anni di carcere

Italia: perché l’incitamento alla fame può portare a due anni di carcere

Punizioni severe

L’Italia vuole punire severamente “l’anoressia indotta”.

Disturbo alimentare: è la perdita di appetito

Disturbo alimentare: è la perdita di appetito

Circa la metà per cento di tutte le persone nel mondo soffre di anoressia. Le donne sono principalmente colpite.

Mostra spiegazione

Le immagini del corpo su Internet hanno poco a che fare con la realtà. L’Italia prevede di criminalizzare l’incitamento alla fame online

Roma Dimagrante e Adorazione del corpo Su Internet: gli esperti avvertono che su Internet e sui social media viene diffusa un’immagine del corpo completamente irrealistica. Se guardi le pagine dei social media degli influencer più importanti, a volte senti che tutte le donne sono magre e in perfetta forma, e tutti gli uomini sono pasticcioni.

Queste immagini fisiche hanno poco a che fare con la realtà. Tuttavia, molti giovani si sentono Ossessione per il dimagrimento Sotto pressione in rete. All’inizio sono solo consigli alimentari, poi si trasforma in anoressia: i corpi perfetti su Instagram fanno ammalare tanti giovani, non solo in Italia. E in Spagna c’è una campagna contro l’ossessione di essere magri.

I critici in Italia ora vogliono regolamentare i siti più da vicino. L’Italia, la terra della pizza e degli spaghetti, ama dare il tono. Il partito al governo “Fratelli d’Italia”, un gruppo attorno al premier di destra Giorgia Meloni, ha presentato al parlamento un progetto di legge che imporrebbe multe per “incitamento all’anoressia”. Coloro che promuovono la mania della perdita di peso sui siti Web dovrebbero essere accusati Due anni di reclusione vieni punito. Previste anche multe fino a 60.000 euro.

L’anoressia dovrebbe essere riconosciuta come una malattia sociale

Sempre più persone ne sono colpite Disordine alimentare. Più del cinque per cento della popolazione italiana, ovvero cinque milioni di persone, ne sono state colpite. Il disegno di legge italiano si concentra su campagne di prevenzione nelle scuole con l’aiuto di psicologi e nutrizionisti. Gli iniziatori vogliono chiarire che i disturbi alimentari sono una patologia psichiatrica che dovrebbe essere riconosciuta anche come malattia sociale.




Gli esperti mettono in guardia contro i siti web che Ossessione per il dimagrimento Fare campagne e consigliare le giovani donne su come rimanere affamate. In Italia ogni anno 8.500 persone sviluppano anoressia e il 95% dei casi sono donne.

Suggerimenti per sopravvivere alla fame – Rapporto sui blogger thailandesi

Qualche tempo fa, una 19enne è stata denunciata in Italia per aver provocato anoressia. La sua ossessione per essere magra è glorificata sul suo blog e incoraggia le giovani donne a essere magre. Affamato Quel giorno, secondo i media italiani, l’accusa. La madre di un ragazzo anoressico di 15 anni si è lamentata con la giovane. Sul suo blog, la figlia ha ricevuto consigli su come sopportare la fame.

L’Italia prende anche questo Il mondo della moda Vuole combattere l’appetito sotto la lente d’ingrandimento e tra le modelle. Un esempio è la Francia, dove le modelle devono esibire un certificato medico. Per lavorare alle sfilate di moda o ai servizi fotografici di Parigi, i manichini hanno bisogno di un certificato medico che attesti che la loro salute è idonea alla professione. Il fattore chiave qui è l’indice di massa corporea, che confronta il peso con l’altezza.

Pesante penalità per l’utilizzo di modelli magri

Il certificato è generalmente rilasciato per due anni. Chi assume modelle senza certificazione rischia sei mesi Prigione e una multa di 75.000 euro. Israele ha già vietato le modelle magre. Questo problema viene ripetutamente discusso in altri paesi europei. Spesso ci sono impegni autoimposti da parte di associazioni o designer a non utilizzare modelli skinny.

IL Infezione da corona E varie crisi colpiscono in particolare i giovani. Molti di loro non solo lottano con problemi psicologici, ma sviluppano anche disturbi alimentari: secondo gli studi, questo numero è quasi la metà rispetto a prima della pandemia.

Anche i bambini che soffrono di anoressia

L’anoressia adolescenziale è un problema serio e serio Una malattia mortale. Colpisce il 90% delle ragazze e delle giovani donne, ma anche i ragazzi e i giovani possono contrarlo. Il numero di pazienti maschi nelle cliniche per il trattamento dell’anoressia è in aumento, avvertono gli esperti.

L’età media all’esordio della malattia va dai 13 ai 14 anni, ma secondo gli esperti ce ne sono alcuni. Bambini In età scolare che presentano già sintomi tipici dell’anoressia. I sintomi principali sono voglie intense, assunzione di cibo notevolmente ridotta e perdita di peso indotta emotivamente, che è spesso accompagnata da altri sintomi come l’eccessivo esercizio fisico.