Maggio 22, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Italia: Molto bella, ma molto affollata: cos’è Amalfi Beach?


Amalfi Ghost vuole riscoprire se stessa. La zona è particolarmente popolare tra gli americani. Tuttavia, in futuro, i turisti non dovrebbero precipitarsi in luoghi affollati.

“Chissà, la prossima volta che verrai ad Amalfi, non ci saranno i limoneti”, spiega Salvador Aceto ai visitatori del suo piccolo museo. La sua famiglia coltiva limoni sulle montagne alla fine della bellissima città costiera da sei generazioni.

Ma nessuno può indovinare se suo figlio continuerà l’attività. La coltivazione su terrazze ripide è difficile e non redditizia per molto tempo. In passato, le donne portavano grandi cesti di vimini pieni di 50-60 chilogrammi di limoni sulla schiena per centinaia di gradini, dice Salvador. Oggi impiega lavoratori dell’Est Europa perché gli italiani non vogliono più lavorare sodo. Tuttavia, i giardini in altri paesi sono preferiti Spagna Per servire i loro limoni così a buon mercato, poteva entrare Italia Non può più vendere il suo raccolto in modo redditizio. Anche prima di Corona, dice, ha perso 25.000 25.000 all’anno.

Durante l’alta stagione, le auto e gli autobus vengono spinti lungo la stretta strada della spiaggia. È uno dei più belli del Mediterraneo. Ecco un boogie di vetro nell’adrenalina.

Foto: Lia Te

Ecco perché da molti anni Salvador offre tour con pranzo e corsi di cucina attraverso le sue terrazze di limoni. Non è una decisione facile. “È impensabile aprire i nostri giardini di limoni a estranei”, ha ricordato. “Dopo tutto, questa è la nostra parte sacra.” Ma non aveva scelta. A quel tempo era in tournée negli hotel e chiedeva agli ospiti di offrire la sua limonata. Non ha soddisfatto il grande desiderio per questo. “Ognuno qui pensa solo a se stesso ed è geloso degli altri”, rimprovera Salvador. “Questa è la grande tragedia del sud Italia”.

READ  Anche l'Italia conosce la "nocca": sulle montagne russe con Angela Merkel

Coltivazione del limone ad Amalfi: benefico per l’ambiente

Deve, infatti, aver abbandonato da tempo la coltivazione dei limoni. Ma se le terrazze non vengono più mantenute, può avere conseguenze catastrofiche ovunque. Questo perché i terrazzi, induriti da muretti a secco, sono il sistema perfetto per lo stoccaggio dell’acqua. Se si disintegrano, c’è un effetto domino e Amalfi, situata in una stretta valle, sarà spazzata via dall’alluvione nella prossima forte pioggia. Perché una volta c’era un letto di un fiume dove oggi i visitatori vagano per negozi di souvenir e taverne. “Siamo gli ultimi protettori dell’ambiente”, dice Salvador. “Se ci arrendiamo, qui non ci sarà turismo chic”.

Atmosfera serale al Minori Beach, uno dei pochi ad Amalfi Beach. La spiaggia più grande con ombrellone dopo ombrellone si trova nel vicino comune di Maori. Gli ospiti vengono a Minori per il cibo, che si definisce la gustosa località di Amalfi Beach.

Foto: Lia Te

Ma in futuro sarà diverso. La spiaggia, particolarmente apprezzata dai turisti americani, vuole ricrearsi come la “vera spiaggia di Amalfi”. I visitatori non dovrebbero precipitarsi in luoghi affollati, ma fare passeggiate e vedere produttori di vino e agricoltori della natura. Scopri i cibi tradizionali Ed esplorare l’interno. Le occasioni per questo non mancano: una passeggiata lungo la Via del Limone da Minori a Maori, una visita al Museo Archeologico di Poseidone con imponenti murales di una villa romana, una visita ai viticoltori e alle chiese della Val Tramondi, o un’escursione oltre la Valle Delle Ferriere fino alle montagne antiche e alle cascate del passato.

Leggi anche questo

Dietro l’iniziativa c’è una rete di 14 comunità e organizzatori di escursioni, hotel, ristoranti e politici locali. Collabora con l’Ente Nazionale del Turismo Italiano ENIT e l’Associazione Tedesca dei Piccoli e Medi Tour Operator Forum Anders reisen per creare offerte di viaggio sostenibili. L’intero progetto è finanziato da sovvenzioni statali nell’ordine di un milione di cifre.

READ  Alla Camera dei Deputati italiana è stata approvata la legge sul suicidio assistito

L’infrastruttura è il problema più grande per il progetto

Quando l’ambizioso piano è stato presentato in autunno, non era proprio credibile. Avrebbe senso se ci fosse un turista Scooter elettrico Guidare per le stradine di Amalfi o esplorare l’affollata Amalfitana con una bici elettrica è una questione aperta. Il problema più grande è la stretta strada costiera che corre attraverso ripide scogliere a innumerevoli tornanti da Meta di Sorrento a Vietri sul Mare. Gli ingorghi sono inevitabili poiché centinaia di autobus che trasportano turisti diurni si fanno strada attraverso molti ostacoli e curve, a volte con manovre audaci. Pertanto viene considerato il sistema di guida al parcheggio. Ma ciò può richiedere molto tempo prima che accada. Dopotutto, una società è già stata assunta per registrare la quantità di traffico.

“Abbiamo bisogno di una rete di sentieri escursionistici in modo che i turisti possano camminare da un villaggio all’altro su sentieri segnalati”, afferma Peter Hookstaden, che vive da molto tempo sulla spiaggia di Amalfi e offre escursioni attraverso la sua compagnia Genius Loci Travel. Per anni ha cercato di ispirare i politici locali, con discreto successo. Di tanto in tanto veniva individuato un sentiero escursionistico, ma dopo un po’ nessuno si interessava.

Nessuno sarà responsabile della manutenzione della natura e dei percorsi di trekking

Questo vale anche per il sentiero escursionistico più popolare: il Sentiero degli Dei. Sopra il mare, il sentiero dalla città di Azerola a Nocerola si snoda in ripidi pendii e offre una vista spettacolare sulla spiaggia. Enzo, la guida escursionistica del tour operator cardotreking, afferma che il percorso attraversa quattro comunità. Ma nessuno è responsabile della manutenzione. Le guide se ne prendono cura nel tempo libero. “Molte persone qui fanno buoni affari nel turismo”, afferma l’esperto di escursionismo Hookstaden. “Ma non si rendono conto che il vero tesoro è la terra. Infatti bisogna pagarli per proteggere la terra unica coltivando i terrazzamenti dei contadini.

READ  L'Italia sta valutando la possibilità di tenere i profughi nelle case della mafia

Andrea Ferroli, titolare dell’hotel e responsabile del Disreto Turistico Costa d’Amolfi, ha spiegato di essere ancora alla ricerca di progetti di sostenibilità adeguati. Ad esempio, un hotel di lusso vuole avviare un programma di riduzione dei rifiuti. Alla domanda se il fondo sosterrebbe il coltivatore di limoni Salvador, ha risposto: “No, è troppo complicato”.