Dicembre 6, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Italia: Meloni pone fine a parte delle misure Corona – almeno simbolicamente

all’estero Italia

Meloni sta ponendo fine a parte delle misure Corona, almeno simbolicamente

“La maggior parte della popolazione è molto stanca quando si tratta dell’obbligo di indossare le mascherine”

L’Italia completa la trasformazione di Corona. Le misure di protezione precedenti devono essere revocate. “Non è che ci sia una grande ondata di paura perché il governo vuole annullare queste misure”, ha affermato Virginia Kerst, corrispondente dall’Italia da Roma.

Puoi ascoltare il podcast WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché tale consenso è richiesto dai fornitori di contenuti incorporati come fornitori di terze parti [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore a levetta su “On”, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali ad altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con la Sezione 49(1)(a) del GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite il toggle e tramite Privacy in fondo alla pagina.

“La scienza non è una religione” – Giorgia Meloni vuole che la sua politica Corona segua questo mantra. Come uno dei suoi primi atti ufficiali, ha annullato quasi tutte le misure Corona. Ma uno sguardo più attento rivela che i passaggi sono principalmente simbolici.

ioIn Italia da una settimana è al potere il nuovo premier nazionalista di destra Giorgia Meloni. Sistematosi nei primi giorni, il suo nuovo governo comincia ora a fare politica: in cima all’agenda c’è la politica Corona, che Meloni si è impegnata ad annacquare in campagna elettorale.

“Naturalmente riconosciamo il valore della scienza, ma non lo confondiamo con la religione”, ha detto la Meloni nel suo discorso di apertura in Parlamento la scorsa settimana sulla politica di Corona. E lunedì sera, ho promesso di attuare la politica Corona. Vuoi essere libero dall’ideologia.

Leggi anche

Nervosa del solito: la premier Giorgia Meloni durante il suo primo intervento di governo alla Camera

Il nuovo primo ministro italiano

Di conseguenza, il suo Gabinetto ha deciso, a mezzogiorno di oggi, lunedì, di annullare l’obbligo di vaccinare gli operatori sanitari e di consentire ai dipendenti che in precedenza non erano autorizzati a lavorare perché non vaccinati di tornare al loro lavoro. Inoltre saranno sospese le sanzioni per gli over 50 che hanno violato la vaccinazione obbligatoria e le statistiche nazionali Covid non saranno inviate giornalmente, ma solo settimanalmente.

Politica coerente ma simbolica

Ha senso che Meloni annacquasse la politica di Corona come una delle sue prime azioni ufficiali: prima delle elezioni, aveva a lungo rimproverato l’opposizione contro regole che riteneva troppo rigide. Tuttavia, a un esame più attento, si scopre che le decisioni di lunedì sono principalmente una politica simbolica, non grandi tagli.

L’obbligo di vaccinazione per i dipendenti del settore sanitario scadrà il 31 dicembre 2022, ovvero entro due mesi. Il governo Meloni si è offerto solo di abolirlo. Da martedì i dipendenti di ospedali, strutture di cura e case di cura non dovranno più fornire la prova della vaccinazione contro il coronavirus per poter andare al lavoro.

Leggi anche

Il premier Georgia Meloni

Con la fine della vaccinazione obbligatoria spariranno le basi per vietare il lavoro agli operatori sanitari non vaccinati, come ha spiegato il nuovo ministro della Salute Orazio Chilacci. Di conseguenza, circa 3.000-4.000 dipendenti non vaccinati che attualmente non sono autorizzati a lavorare saranno reintegrati nei loro luoghi di lavoro. Il governo vuole anche affrontare la carenza di manodopera qualificata in questo settore.

Opportunamente, il governo Meloni sospende temporaneamente la riscossione delle multe per gli over 50 che non sono stati vaccinati entro il 15 gennaio 2022. Invece di eliminare del tutto le sanzioni, il governo si limita a rinviare la decisione finale a metà 2023. Anche qui, c’è più simbolismo della grande polizza – sia quando la multa è stata inizialmente inflitta sia quando è stata sospesa: perché la multa è di soli 100 euro.

Leggi anche

Cambia anche la pubblicazione degli attuali numeri Corona: in futuro non sarà giornaliera, ma solo settimanale. Anche questo è solo un cambiamento estetico, perché chiunque abbia bisogno dei dati può anche interrogarli tra i post settimanali, ha confermato Schillaci lunedì sera.

Ad un certo punto, la politica di allentamento della Meloni è stata interrotta: in precedenza era stato riferito che il suo governo voleva eliminare l’obbligo della maschera negli ospedali e in altre strutture sanitarie, gli ultimi posti in cui si applica ancora in Italia. Ma ora non sta accadendo, forse anche perché i capi distrettuali hanno protestato contro la cancellazione. Le condizioni della maschera rimangono. Anche Meloni e Schillaci lunedì sera hanno confermato di non aver mai avuto intenzione di cancellarlo.

Non esiste una strategia a lungo termine

Tuttavia, non è chiaro quale strategia abbia messo in atto il governo nel caso in cui il sistema sanitario dovesse essere nuovamente messo a dura prova. Finora Meloni si è limitato a dire che “non vuole in alcun modo” ripetere la strategia Corona del precedente governo, e che fa affidamento su informazioni più chiare e senso di responsabilità da parte dei cittadini.

Tuttavia, il nuovo governo ha evitato misure davvero drastiche che avrebbero contraddetto in modo significativo la politica Corona del governo precedente. Resta in vigore un requisito di isolamento di cinque giorni per i positivi al Covid.

Quando un giornalista gli ha chiesto se questo potesse essere revocato in futuro, Chilachi ha detto che un gruppo di esperti si stava occupando di lui, ma è rimasto sul vago. Altri paesi, come la Spagna, hanno abolito per mesi l’obbligo di isolamento.

READ  La Polonia fa a pezzi i monumenti sovietici: "La decostruzione è importante per il nostro futuro"