Aprile 18, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Italia: gli attivisti per il clima devono pagare per i danni causati dalle manifestazioni

Italia: gli attivisti per il clima devono pagare per i danni causati dalle manifestazioni
Il governo italiano vuole rendere più grave il vandalismo dei beni culturali dopo che gli attivisti per il clima hanno vandalizzato graffiti e opere d’arte sui monumenti. Il gabinetto del primo ministro Georgia Meloni ha accettato il mandato.

Il ministro della Cultura italiano Gennaro Sangiuliano ha annunciato martedì che sono in atto piani per offrire danni compresi tra 10.000 e 60.000 euro e “sanzioni penali” per coloro che “distruggono, sporcano o deturpano” beni culturali. Il Parlamento ha ora due mesi per trasformare il decreto in legge.

“Gli attacchi a monumenti e siti d’arte causano danni economici alla società”, ha detto Sangiuliano dopo una riunione di gabinetto a Roma. I beni culturali sporchi devono essere puliti da “personale altamente specializzato” e “macchine costose”.

Chi lo fa deve anche “assumersi la responsabilità finanziaria”. Nella sua dichiarazione, il ministro ha definito gli attivisti “vandali ambientali”.

È giustificata la forma estrema di protesta della cosiddetta ultima generazione?

04.11.2022 | 31:15 minuti


Come in Germania, gli attivisti per il clima in Italia stanno attirando l’attenzione con azioni insolite. A fine marzo, gli attivisti hanno dipinto di arancione la facciata di Palazzo Vecchio a Firenze. Sono stati presi di mira anche opere d’arte come un dipinto di Van Gogh a Londra o un’auto di Andy Warhol a Milano.
“Siamo di fronte a una distruzione sistematica del nostro patrimonio artistico e culturale che non ha nulla a che fare con la tutela dell’ambiente”, continua Sangiuliano. Gli attuali sforzi del governo per combattere il cambiamento climatico sono insufficienti per gli attivisti, che vedono le loro azioni come forme legittime di protesta.