Febbraio 28, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Israel News ++ Gli Stati Uniti proteggono Israele con il loro veto nel Consiglio di Sicurezza dell’ONU ++

Israel News ++ Gli Stati Uniti proteggono Israele con il loro veto nel Consiglio di Sicurezza dell’ONU ++

Nastro dal vivo Guerra in Medio Oriente

“I semi della prossima guerra” – Gli Stati Uniti proteggono Israele con potere di veto nel Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite

“Hamas non si preoccupa delle vite umane. “Avranno deliberatamente portato gli ostaggi nei tunnel.”

Sembra che Israele stia considerando di allagare con acqua di mare la vasta rete di tunnel di Hamas sotto la Striscia di Gaza. Il generale (in pensione) Roland Kathir teme che l’organizzazione terroristica abbia portato deliberatamente gli ostaggi nei tunnel e lo sapesse.

La risoluzione delle Nazioni Unite per il cessate il fuoco nella Striscia di Gaza, presentata dagli Emirati Arabi Uniti, è fallita al Consiglio di Sicurezza dell’ONU a causa degli Stati Uniti. La Gran Bretagna si è astenuta dal voto. Maggiori informazioni nel live.

DottGli Stati Uniti hanno usato il loro potere di veto nel Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite per impedire il raggiungimento di un accordo sulla richiesta di un cessate il fuoco umanitario immediato nella Striscia di Gaza. Venerdì altri 13 membri hanno votato a New York a favore del progetto di risoluzione presentato dagli Emirati Arabi Uniti. La Gran Bretagna si è astenuta dal voto. Con una mossa rara, il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres ha formalmente avvertito il consiglio formato da 15 membri di una minaccia globale derivante dalla guerra durata due mesi.

Gli Stati Uniti proteggono il loro alleato, Israele, con il loro veto. Entrambi affermano di respingere il cessate il fuoco perché andrebbe solo a beneficio del movimento estremista islamico Hamas. Invece, gli Stati Uniti hanno sostenuto la cessazione dei combattimenti. Il vice ambasciatore americano presso le Nazioni Unite Robert Wood ha affermato che il progetto di risoluzione è un testo affrettato e sbilanciato che “non ha alcuna relazione con la realtà e non riesce a realizzare progressi tangibili sul terreno”. Wood ha affermato che il cessate il fuoco “seminerà i semi della prossima guerra”.

Leggi anche

Gli Stati Uniti avevano chiesto importanti modifiche al progetto di risoluzione, inclusa la condanna degli attacchi di Hamas avvenuti il ​​7 ottobre che, secondo Israele, hanno provocato la morte di circa 1.200 persone e la presa in ostaggio di altre 240 persone. L’ambasciatrice britannica alle Nazioni Unite Barbara Woodward ha affermato che il suo Paese si è astenuto dal voto perché non vi è stata alcuna condanna di Hamas. Israele deve essere in grado di combattere la minaccia rappresentata da Hamas.

Qui troverai i contenuti di Twitter

Per visualizzare i contenuti incorporati è necessario ottenere il consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati richiedono questo consenso in quanto fornitori di servizi terzi. [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore su “On”, accetti questo (revocabile in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, ai sensi dell’articolo 49, paragrafo 1, lettera a) del GDPR. Puoi trovare ulteriori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in ogni momento utilizzando il tasto privacy a fondo pagina.

Successivamente, il ministro degli Esteri israeliano Eli Cohen ha lanciato gravi accuse contro Guterres. In un post sul sito X lo ha accusato di schierarsi con il movimento palestinese di Hamas. Chiedendo al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite un cessate il fuoco immediato nella Striscia di Gaza, si è unito al movimento terroristico. Questa chiamata è stata “una vergogna per la sua posizione e una condanna delle Nazioni Unite”.

DWO_AP_Gaza_0812231

L’operazione di terra israeliana nella Striscia di Gaza

Fonte: OpenStreetMap; Il mondo delle infografiche

Tutti gli sviluppi nella diretta streaming:

06:55 – Programma alimentare mondiale: le forniture ai residenti di Gaza “non sono più sostenibili”

Secondo il Programma alimentare mondiale, la fornitura di beni di prima necessità alla popolazione civile palestinese è sull’orlo del collasso a causa della guerra di Gaza. “Non c’è abbastanza cibo. La gente muore di fame”, ha scritto su X il vicedirettore del WFP Karl Skau. La sua squadra ha raggiunto più di un milione di persone, “ma la situazione è insostenibile. “Abbiamo bisogno di aiuti umanitari e di un cessate il fuoco umanitario”, ha scritto Skau dopo aver visto la situazione catastrofica a Gaza venerdì. C’è caos e disperazione e le famiglie vivono per strada.

Qui troverai i contenuti di Twitter

Per visualizzare i contenuti incorporati è necessario ottenere il consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati richiedono questo consenso in quanto fornitori di servizi terzi. [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore su “On”, accetti questo (revocabile in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, ai sensi dell’articolo 49, paragrafo 1, lettera a) del GDPR. Puoi trovare ulteriori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in ogni momento utilizzando il tasto privacy a fondo pagina.

3:11 – Tre combattenti Hezbollah sono stati uccisi in Siria da un drone israeliano

Secondo un’organizzazione di monitoraggio, tre combattenti della milizia libanese Hezbollah e un siriano sono stati uccisi in un attacco di droni israeliani nel sud della Siria. L’Osservatorio siriano per i diritti umani ha riferito venerdì all’agenzia di stampa AFP che gli uomini stavano viaggiando in un’auto a noleggio nella provincia siriana di Quneitra, non lontano dalle alture di Golan occupate da Israele, quando è stata attaccata da un drone.

Leggi anche

Hezbollah ha poi affermato che tre dei suoi combattenti sono stati uccisi. La milizia sciita appoggiata dall’Iran non ha fornito ulteriori informazioni. Israele ha già effettuato centinaia di attacchi aerei sul territorio siriano, la maggior parte dei quali ha preso di mira milizie filo-iraniane, combattenti Hezbollah o posizioni dell’esercito siriano. Israele generalmente non commenta gli attacchi.

23:28 – Cinque arrestati durante una manifestazione filo-palestinese a Stoccarda

Cinque persone sono state arrestate durante una manifestazione nel centro di Stoccarda con lo slogan “Contro la guerra a Gaza”. La polizia ha annunciato questa sera che sono state individuate numerose violazioni e che sono stati aperti 14 procedimenti penali. Secondo la polizia, la maggioranza dei partecipanti alla manifestazione filo-palestinese, che contava circa 80 persone, apparteneva allo spettro di sinistra. Secondo diverse accuse, almeno tre manifestanti sono stati allontanati dalla manifestazione con l’uso della forza e arrestati.

23:17 – L’ambasciata americana a Baghdad conferma l’attacco missilistico

Un portavoce militare americano ha detto che due missili sono stati lanciati venerdì contro l’ambasciata americana nella capitale irachena, Baghdad. Un portavoce dell’ambasciata ha detto che non ci sono state vittime. L’ambasciata sta attualmente indagando sull’incidente. Ci sono indicazioni che dietro l’attacco ci fossero milizie filo-iraniane.

Finora nessun gruppo ha rivendicato la responsabilità dell’attacco. Il portavoce ha dichiarato: “Ribadiamo il nostro appello al governo iracheno affinché faccia tutto ciò che è in suo potere per proteggere gli individui, le strutture diplomatiche e i partner della coalizione”. Ha ribadito che ci si riserva il diritto alla legittima difesa.

Leggi anche

Matthias Döpfner

Il terrorismo di Hamas contro Israele

21:26 – Due soldati israeliani sono rimasti feriti nel tentativo fallito di salvare gli ostaggi

Secondo rapporti israeliani, due soldati israeliani sono rimasti “gravemente feriti” durante un tentativo di salvataggio di ostaggi nella Striscia di Gaza. L’esercito israeliano ha affermato che “diversi terroristi” coinvolti nel rapimento e nella custodia degli ostaggi sono stati uccisi durante l’operazione. Tuttavia, durante l’operazione non è stato rilasciato alcun ostaggio.

Il movimento estremista islamico Hamas aveva precedentemente affermato che i suoi combattenti “hanno contrastato un tentativo israeliano di liberare un prigioniero israeliano”. Ha aggiunto in una dichiarazione che l’ostaggio “è stato dichiarato morto”.

Qui troverai contenuti di terze parti

Per visualizzare i contenuti incorporati è necessario ottenere il consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati richiedono questo consenso in quanto fornitori di servizi terzi. [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore su “On”, accetti questo (revocabile in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, ai sensi dell’articolo 49, paragrafo 1, lettera a) del GDPR. Puoi trovare ulteriori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in ogni momento utilizzando il tasto privacy a fondo pagina.