Maggio 22, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il tasso di infezione scende drasticamente al 1830 e il tasso di vaccinazione ristagna

Il tasso di infezione sta diminuendo notevolmente a livello nazionale. I numeri sono in calo anche nella regione di Borken: il tasso di infezione non supera i 2.000 e il numero di nuovi contagiati non è così alto come l’ultima volta.

Gli eventi e gli sviluppi che circondano il coronavirus a volte sono capovolti. Pertanto, stiamo attualmente segnalando su questo blog live.

Un’anteprima delle cose migliori (a partire da martedì 12 aprile a mezzanotte):

413 (413) morti

Totale infortuni: 116.597 (116.237)

Recuperati: 109.017 (108.147)

Attualmente contagiati: 7.167 (7677)

Infortunio: 1830.3 (2287.5)

Martedì 12 aprile

12:00: Il tasso di vaccinazione, basato sulla popolazione totale del distretto di Borken, è stagnante. Per giorni è stato dell’84%. Negli ultimi sette giorni sono stati effettuati 539 colpi di richiamo.

11:50: I casi di SARS-CoV-2 confermati in laboratorio per 100.000 abitanti negli ultimi sette giorni sono i seguenti per le contee e le aree metropolitane della regione amministrativa di Münster (numeri tra parentesi: rapporto del giorno precedente):

Bottrop Città 780.3 (823.8)

Regione di Borken 1.830,3 (2.287,5)

Distretto di Cosfield 1.840,9 (1.801,9)

Città di Gelsenkirchen 769.6 (674.6)

Münster 1.482,0 (1.717,1)

Distretto di Recklinghausen 941.0 (924.9)

Distretto di Steinfurt 1.513,0 (1.631,4)

Distretto di Warrendorf 1.662,8 (1.723,4)

Lunedì 11 aprile

15:39: Questo è il numero di persone contagiate sul territorio presso i singoli siti dell’area di distribuzione (sempre il valore del giorno precedente tra parentesi):

  • Ahaus: 843 (861)
  • Cavolo: 212 (240)
  • Miti: 170 (178)
  • Salario comunale: 439 (466)
  • Retribuzione meridionale: 217 (202)
  • Vreden: 490 (494)

13:46: Il tasso di vaccinazione nella provincia di Borken rimane basso. 258.919 persone hanno ora aggiornato la loro protezione vaccinale. Tuttavia, solo 606 persone hanno ricevuto un’iniezione nell’ultima settimana.

READ  Cosa aiuta davvero contro l'herpes labiale: l'esercizio di guarigione

Per fare un confronto: 312.298 persone sono completamente protette dalla vaccinazione, ovvero due lotti del vaccino di Biontech/Pfizer. Ciò corrisponde a una media dell’84% ed è ben al di sopra della media nazionale.

12:03: Per quanto riguarda la situazione negli ospedali della regione che curano pazienti affetti da COVID-19, lunedì la clinica Westmünsterland ha fornito le seguenti informazioni per le sedi dei suoi ospedali ad Ahaus, Bocholt, Borken e Stadtlohn: 93 pazienti sono attualmente in cura lì, 4 dei quali sono nel reparto di terapia intensiva. Nella clinica Westmünsterland sono disponibili 70 posti letto di terapia intensiva (55 posti letto attualmente in uso più 15 che possono essere operati nell’area di terapia intensiva). Al San Antonio Gronau Hospital, sta attualmente curando 16 pazienti, 3 dei quali in terapia intensiva. Lì sono disponibili un totale di 16 letti di terapia intensiva e 7 letti possono essere aggiunti in uno scenario di emergenza.

10:44: Purtroppo nei giorni scorsi si è verificato un altro decesso legato al contagio da coronavirus. Un uomo di Bocholt è morto. Direttore Distrettuale Dott. Kai Zwicker ha espresso la sua più profonda solidarietà. Questa morte è stata successivamente determinata per un giorno già trascorso (data della morte). Cioè, dall’inizio della pandemia di Corona sono stati registrati 413 decessi.

9:30: Borken ha ancora il maggior numero di infezioni nella regione amministrativa di Münster. Questi sono gli incidenti di sette giorni segnalati lunedì:

  • Bottrop Città 823.8 (880.8)
  • Distretto di Borken 2.287,5 (2.283,2)
  • Distretto di Cosfield 1.801,9 (1.804,2)
  • Città di Gelsenkirchen 674.6 (713.6)
  • Münster 1.717,1 (1.772,4)
  • Distretto di Recklinghausen 924.9 (951.4)
  • Distretto di Steinfurt 1.631,4 (1.455,2)
  • Distretto di Warrendorf 1.723,4 (1.723,4)
READ  Politica energetica tedesca: niente più gas russo: cosa succederà?