Febbraio 25, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il Real Madrid chiuderà tutte le filiali rimanenti: i tempi sono ormai stati fissati

Il Real Madrid chiuderà tutte le filiali rimanenti: i tempi sono ormai stati fissati
  1. Home page
  2. consumatore

Decisa la fine definitiva della catena di supermercati Real. Delle restanti 63 filiali solo alcune sono state rilevate dai concorrenti.

Kassel – Quando a settembre la catena di supermercati self-service Main Real ha aperto la procedura di insolvenza, i dipendenti erano già molto preoccupati. Ora è chiaro: gran parte delle filiali dovrà chiudere: cosa significa questo per circa 5.000 dipendenti?

Si sono dovute chiudere 45 filiali fisiche, solo alcune sono state rilevate

In uno comunicato stampa Real GmbH ha annunciato che trasferirà almeno 13 negozi “mein Real” a Rewe entro il 31 marzo 2024. Altri tre negozi verranno trasferiti a Kaufland e Edeka ne acquisirà uno. Un sito è già stato consegnato al gruppo Rewe. Se l’FBI approverà l’acquisizione, nulla potrà impedirlo. Per molte persone, si tratta anche del loro lavoro. A seguito dell’acquisizione circa 1.500 dipendenti potranno mantenere il proprio posto di lavoro.

Gran parte delle rimanenti filiali “Mein Real” dovranno chiudere nel 2024 e molti dipendenti rimarranno senza lavoro. © Oliver Berg/DPA

Anche se la Real GmbH ha affermato di aver “cercato a lungo di trovare un acquirente”, per i restanti 45 negozi non è stato trovato nessuno. Ecco perché dovrebbero Le filiali fisiche hanno chiuso il 31 marzo 2024 Diventare. Di circa 3.500 dipendenti Pertanto l’attività non può essere salvataDevi cercare un nuovo datore di lavoro. Come annunciato, si svolgeranno ulteriori confronti con il Comitato Aziendale per raggiungere una conciliazione tra interessi e piano sociale.

Bisogna chiudere 45 negozi fisici – Verdi critica i proprietari

Il sindacato Verdi ha fortemente criticato la chiusura dei 45 negozi della catena di ipermercati Mein Real. Le critiche del sindacato si rivolgono soprattutto al proprietario SCP. “L’investitore SCP si sottrae alle proprie responsabilità e i contribuenti lo pagano pagando i fondi di insolvenza”, ha affermato Heino Georg Kassler, segretario di stato per il commercio al dettaglio della regione Verde nella Renania settentrionale-Vestfalia. Come ha spiegato, anche i dipendenti a lungo termine hanno diritto all’indennità di buonuscita solo fino a un massimo di due mesi e mezzo di stipendio.

“SCP non si considera un’azienda commerciale strategica, ma un’azienda puramente di trasformazione”, ha continuato la sua critica Casler. Nel 2020 SCP ha acquisito solo 276 negozi dal gruppo aziendale Metro per poi smantellarli e venderli. “All’epoca l’interesse del Partito comunista sudanese era concentrato principalmente sul settore immobiliare”, continua. Nonostante la decisione di chiudere i mercati il ​​31 marzo 2024, si prevede che le operazioni commerciali nei mercati interessati continueranno normalmente fino alla fine di marzo 2024. (Il terzo è con l’EPA)