Il principe William chiede la fine dei combattimenti: “troppi morti”

Date:

Share post:

Ersilia Toscani
Ersilia Toscani
"Tipico pioniere della birra. Appassionato del web adatto agli hipster. Fanatico dell'alcol certificato. Amante di Internet. Amante degli zombi incredibilmente umile."
al di fuori Guerra in Medio Oriente

“Troppi sono stati uccisi” – Il principe William chiede la fine dei combattimenti a Gaza

Il Principe di Galles ha recentemente fatto un'apparizione pubblica a Londra

Il Principe di Galles ha recentemente fatto un'apparizione pubblica a Londra

Fonte: Agenzia di stampa tedesca/Jordan Pettitt

Puoi ascoltare i nostri podcast WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati è necessario ottenere il consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati richiedono questo consenso in quanto fornitori di servizi terzi. [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l'interruttore su “On”, accetti questo (revocabile in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, ai sensi dell'articolo 49, paragrafo 1, lettera a) del GDPR. Puoi trovare ulteriori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in ogni momento utilizzando il tasto privacy a fondo pagina.

L'erede al trono britannico, il principe William, ha commentato la guerra nella Striscia di Gaza. Ha detto di essere profondamente preoccupato per il “terribile costo umano”. William chiede la fine delle violenze, un maggiore sostegno umanitario per i palestinesi e il rilascio degli ostaggi.

IOIn una rara dichiarazione politica, l’erede al trono britannico, il principe William, ha chiesto la fine dei combattimenti nella Striscia di Gaza. Il figlio di re Carlo III ha dichiarato: “Resto profondamente preoccupato per il terribile costo umano causato dal conflitto in Medio Oriente dopo l'attacco terroristico di Hamas del 7 ottobre”. Lo afferma una dichiarazione rilasciata martedì da Kensington Palace a Londra. “Molti sono stati uccisi. Come molti altri, voglio che i combattimenti finiscano il più rapidamente possibile. “A causa della sua rigida neutralità, la famiglia reale britannica è generalmente riluttante a rilasciare dichiarazioni sulle questioni politiche attuali.

William intende partecipare questa settimana a diversi eventi legati al conflitto in Medio Oriente, come annunciato in precedenza da Kensington Palace, la residenza ufficiale del Principe di Galles.

“C'è un urgente bisogno di aumentare il sostegno umanitario a Gaza”, ha detto il 41enne, secondo la dichiarazione. “È fondamentale che arrivino gli aiuti e che gli ostaggi vengano rilasciati”. L’importanza di una pace duratura è diventata chiara solo a causa dell’enorme portata della sofferenza umana.

Leggi anche

Israele vuole creare fatti e distruggere completamente Hamas nella Striscia di Gaza

“Anche nei momenti più bui, non dobbiamo cedere ai consigli della disperazione. Mi aggrappo ancora alla speranza che si possa trovare un futuro migliore e mi rifiuto di rinunciare a quella speranza”, ha detto William.

Dopo il massacro del 7 ottobre che ha ucciso più di 1.200 persone, William e sua moglie, la principessa Kate, hanno condannato gli attacchi contro Israele. Ha detto in una dichiarazione in quel momento che erano entrambi in grave shock. L'attacco terroristico lanciato da Hamas ha portato un terribile terrore in Israele. La coppia ha espresso le sue condoglianze alle vittime, alle loro famiglie e ai loro amici e ha sottolineato il diritto di Israele all'autodifesa. William ha visitato Israele e i territori palestinesi nel 2018.

Qui troverai contenuti di terze parti

Per visualizzare i contenuti incorporati è necessario ottenere il consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati richiedono questo consenso in quanto fornitori di servizi terzi. [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l'interruttore su “On”, accetti questo (revocabile in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, ai sensi dell'articolo 49, paragrafo 1, lettera a) del GDPR. Puoi trovare ulteriori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in ogni momento utilizzando il tasto privacy a fondo pagina.

Related articles

Sono stati segnalati più casi di Oropouche: la clinica fornisce i dettagli

Pagina inizialeil mondostava in piedi: 20 luglio 2024, 6:20Da: Vittoria CrumbeckPremeredivisoIn Italia sono stati segnalati nuovi casi di...

La figlia di Valya è dovuta andare in ospedale!

Samira Yavuz è preoccupata: sua figlia Valya è dovuta andare in ospedale!bromflashSamira W Serkan Sono diventati genitori per...

Il campione olimpico Harting si lamenta di “un’ideologia orientata alle minoranze”

L’atletica tedesca è in crisi. Il campione olimpico Robert Harting ha una visione chiara delle ragioni e...