Dicembre 7, 2021

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il giocatore del Paris Saint-Germain aggredito con una spranga di ferro: il suo collega di club Diallo è sotto custodia della polizia

La nazionale francese Aminata Diallo è stata arrestata in relazione a un violento attacco a un compagno di squadra. E i resoconti dei media hanno confermato che Diallo, il campione di Francia, Paris Saint-Germain, mercoledì.

Il Paris Saint-Germain, dove ha contratto la giocatrice tedesca Sarah Dabritz, non ha fatto il nome della vittima.

Secondo i media e l’Agence France-Presse, Khaira Hamraoui è anche un’attivista di French Choice. Secondo il quotidiano specializzato L’Equipe, la 31enne sarebbe tornata a casa giovedì scorso dopo una cena in discoteca con Diallo, 26 anni, quando degli estranei l’hanno aggredita con una spranga di ferro e l’hanno colpita alle gambe.

Il caso riporta alla memoria uno degli scandali sportivi più clamorosi: nel 1994, la pattinatrice americana Nancy Kerrigan fu colpita al ginocchio da un killer con una sbarra di ferro. Il cliente era Jeff Gillooly, marito di Tonya Harding, il più accanito rivale di Kerrigan all’epoca.

Non è ancora chiaro se ci fosse Diallo dietro l’attacco ad Hamrawi. Non c’è nessun addebito. Tuttavia, mercoledì sera si è saputo che la detenzione di Diallo era stata estesa in modo che potesse rimanere in custodia di polizia fino a venerdì mattina. Inoltre, un uomo estraneo a Diallo è stato arrestato a Lione in relazione al delitto.

Il Paris Saint-Germain ha condannato “fortemente” l’attentato e ha comunque fatto riferimento alle indagini in corso in cui il club ha sostenuto le autorità. Ha aggiunto che saranno esaminate ulteriori misure.

Il centrocampista di Hamraoui ha saltato la partita della fase a gironi di Champions League contro il Real Madrid (4-0) martedì sera – secondo Paris, “per motivi personali”. Diallo, invece, era titolare come Däbritz.

READ  Sembra che i campioni del record abbiano imposto sanzioni severe ai giocatori non vaccinati