Febbraio 1, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Ictus: coloro che bevono molto latte possono avere un rischio maggiore di ictus

I latticini forniscono al nostro corpo importanti sostanze nutritive. Allo stesso tempo, ha un effetto sulla salute del cuore. A seconda del prodotto, possono essere positivi o negativi.

Che si tratti di burro, latte o formaggio: i latticini fanno parte del menù quotidiano di molte persone. Gli alimenti possono avere effetti molto diversi sulla salute del cuore. Ad esempio, alcuni possono ridurre il rischio di ictus, mentre altri lo aumentano. I risultati di uno studio osservazionale condotto da scienziati norvegesi mostrano quali prodotti stanno avendo un impatto.

Ictus: un maggiore consumo di latte è associato ad un aumentato rischio

In uno studio osservazionale, gli scienziati hanno esaminato gli effetti del latte e dei latticini sul rischio di ictus.

© Alex9500 / IMAGO

I latticini non fanno male di per sé, anzi: hanno molte proprietà positive, in quanto forniscono all’organismo vitamine, sali minerali, calcio e proteine. Tuttavia, i loro effetti sulla salute del cuore possono essere diversi o addirittura opposti. È nel giornale di settore Giornale europeo di cardiologia preventiva pubblicato studio Gli scienziati hanno chiesto alle persone con quale frequenza hanno consumato determinati alimenti. Tuttavia, gli intervistati erano pazienti con angina stabile (costrizione toracica in cui i sintomi si verificano solo sotto stress), il che significa che i risultati non possono essere facilmente estrapolati ad altri gruppi di persone. Tuttavia, le persone che hanno già problemi cardiaci dovrebbero dare un’occhiata più da vicino alla loro dieta.

La maggior parte dei partecipanti (80%) erano uomini, con un’età media di 61,8 anni. Oltre alla malattia coronarica, il 47% delle persone intervistate soffriva di ipertensione (pressione alta), il 31% aveva il diabete e il 29% delle persone erano fumatori. Inoltre, la maggior parte dei farmaci assunti erano: acido acetilsalicilico (90%), statine (90%), beta-bloccanti (77%). L’autore principale Vegard Lissen del Centro nutrizionale dell’Università di Bergen e del Dipartimento di cardiologia dell’Ospedale universitario dei Paesi Bassi ha spiegato al portale specializzato MedscapeI latticini sono un “gruppo alimentare molto eterogeneo” che dovrebbe essere considerato singolarmente piuttosto che in combinazione.

READ  Nel Saarland, il tasso di infezione sta diminuendo in Germania

Non perdere nulla: puoi trovare tutto ciò che riguarda la salute nella newsletter periodica del nostro partner 24vita.de.

Ictus: uno studio ha dimostrato che un elevato consumo di latticini aumenta il rischio di ictus e morte

Pertanto, il ricercatore non solo vorrebbe che studi futuri valutassero i prodotti lattiero-caseari individualmente piuttosto che insieme, ma anche separassero gli alimenti nella propria indagine. I risultati hanno mostrato che un maggiore consumo di latte e latticini era associato a un aumento del rischio di ictus ea un aumento del tasso di mortalità. D’altra parte, il consumo di burro è associato ad un aumentato rischio di infarto, mentre il formaggio ha un effetto positivo sul rischio di infarto miocardico acuto. A proposito, anche il formaggio può aiutare a perdere peso, per il quale la varietà francese è particolarmente adatta.

Anche Qi Sun, professore di nutrizione ed epidemiologia presso la Harvard TH Chan School of Public Health di Boston, nel Massachusetts, sostiene la valutazione dei singoli alimenti. Ad esempio, il consumo di yogurt è associato a un minor rischio di diabete e malattie cardiache. Mangiare yogurt ogni giorno può ridurre il rischio di ictus. Lesne ha anche sottolineato che lo studio è uno studio osservazionale. Pertanto, i medici non dovrebbero modificare le loro raccomandazioni basandosi esclusivamente su questi risultati. Tutto dipende dal dosaggio e da uno stile di vita sano con una dieta equilibrata e abbastanza esercizio fisico.

Evita l’ictus: fai il pieno di cibi come spinaci, noci, aglio, cipolle, mele e frutti di bosco.

Le noci rallentano l’indurimento delle arterie. Contengono fibre, magnesio, grassi polinsaturi, vitamina E e antiossidanti, tutti ingredienti che prevengono le malattie cardiovascolari. Mandorle, nocciole e arachidi in particolare contengono molta vitamina E, che impedisce l’assorbimento di molecole di grasso nocive nel sangue e quindi protegge dall’aterosclerosi. (Immagine dell’icona) © Achim Sass / Imago
Gli spinaci sono ricchi di acido folico, che previene l'aterosclerosi.
Gli spinaci sono ricchi di acido folico, che previene l’aterosclerosi. È ricco di vitamina D ed E, che aiuta a prevenire l’assorbimento del dannoso colesterolo LDL, con conseguente minore accumulo e restringimento delle arterie. (Immagine dell’icona) © Vitalina-Rybakova / Imago
L'olio d'oliva riduce la pressione sanguigna e il colesterolo dannoso nel sangue, riducendo il rischio di aterosclerosi.
Secondo la “German Heart Foundation”, l’olio d’oliva ha dimostrato di ridurre il colesterolo LDL dannoso nel sangue, che riduce anche il rischio di placca nei vasi sanguigni e l’aterosclerosi. È stato dimostrato che il rischio di malattia coronarica diminuisce. (Immagine dell’icona) © Panthermedia/Imago
Le cipolle e l'aglio agiscono come detergenti naturali per i vasi perché gli oli che contengono impediscono l'indurimento delle arterie.
Le cipolle e l’aglio non solo danno ai nostri piatti la forza necessaria, ma agiscono anche come detergenti naturali per i vasi, perché gli oli che contengono prevengono l’aterosclerosi. L’aglio in particolare può mantenere in salute il cuore: il tubero stimola la produzione di azoto nell’organismo, migliorando così la flessibilità e l’elasticità delle arterie. (Immagine dell’icona) © YAY Immagini / Imago
Gli acidi grassi omega-3 nel salmone d’allevamento e selvatico prevengono la formazione di coaguli di sangue e prevengono l’indurimento delle arterie.
L’alto contenuto di acidi grassi omega-3 nel salmone d’allevamento e selvatico previene la formazione di coaguli di sangue e contrasta la formazione di placca sulle pareti delle arterie. (Immagine dell’icona) © foodandmore / Imago
L’avocado contiene acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi, che mantengono l’elasticità cellulare e prevengono l’ostruzione delle arterie.
Secondo il Medical Tribune, mangiare avocado riduce le lipoproteine ​​dannose. L’avocado contiene acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi, che mantengono l’elasticità cellulare e prevengono l’ostruzione delle arterie. Quindi aggiungi più spesso guacamole alla tua lista, la salsa di avocado messicana che è popolare anche in questo paese. (Immagine dell’icona) © Artjazz / Imago
Le mele Red Delicious o le mele Granny Smith in particolare contengono le cosiddette procianidine, che prevengono la formazione di coaguli di sangue e l’indurimento delle arterie.
Le mele Red Delicious o Granny Smith in particolare contengono quelle che vengono chiamate procianidine. Queste sono sostanze che hanno la capacità di prevenire la formazione di coaguli di sangue. Inoltre, possono anche mantenere le arterie flessibili e forti. (Immagine dell’icona) © Westend61 / Imago
Il pompelmo rosso in particolare può ridurre i livelli elevati di lipidi nel sangue, un alto rischio di sviluppare l’aterosclerosi.
Il pompelmo non solo è ricco di vitamina C, ma aiuta anche a perdere peso. Inoltre, i ricercatori israeliani hanno scoperto che il pompelmo rosso in particolare può avere un effetto positivo sui livelli elevati di lipidi nel sangue. Secondo il “Deutsche Apotheker Zeitung”, livelli elevati di lipidi nel sangue rappresentano un alto rischio di sviluppare l’aterosclerosi. (Immagine dell’icona) ©Lupo Ivanco/Imago
Si dice che gli antociani presenti nei mirtilli mantengano l’elasticità dei vasi sanguigni e quindi li proteggano dall’aterosclerosi.
I mirtilli sono sempre una buona scelta come dessert o spuntino, soprattutto perché le sostanze vegetali secondarie, i cosiddetti flavonoidi, neutralizzano i radicali liberi nel corpo. Si dice che gli antociani, i principi attivi dei mirtilli, combattano l’infiammazione nel corpo, mantengano l’elasticità dei vasi sanguigni e quindi proteggano dall’aterosclerosi. (Immagine dell’icona) ©Larissa Veronesi/Imago
Il tè verde contiene procianidina, che aumenta l’elasticità delle arterie.
Come le mele, anche il tè verde contiene procianidine, che aumentano l’elasticità delle arterie e aiutano a trasportare ossigeno e sostanze nutritive a tessuti, muscoli e organi. (Immagine dell’icona) © Panthermedia/Imago

Questo articolo contiene solo informazioni generali sull’argomento sanitario pertinente e non è quindi destinato all’autodiagnosi, al trattamento o ai farmaci. Non sostituisce in alcun modo una visita dal medico. Sfortunatamente, i nostri redattori non sono autorizzati a rispondere a domande individuali sulle immagini cliniche.

Immagine elenco regole: © Alex9500 / IMAGO

READ  I ricercatori trovano molecole di RNA nella Via Lattea