Maggio 24, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I problemi della Mercedes sono “autoprodotti”, secondo Helmut Marko

I problemi della Mercedes sono “autoprodotti”, secondo Helmut Marko
10:51

Marco: La colpa dei problemi è della stessa Mercedes

Dopo un inizio di stagione disordinato, l’austriaco non ha simpatia per la concorrenza. “Mercedes ha compensato la mancanza di opportunità”, afferma Marko. corrispondente a “oe24”. La situazione è diversa rispetto alla Red Bull della stagione 2014.

Dopo aver vinto quattro titoli mondiali di fila con Sebastian Vettel, i Bulls sono poi caduti e hanno vinto nuovamente il titolo piloti solo nel 2021 con Max Verstappen dopo una pausa di otto anni.

“La differenza è che all’epoca avevamo un motore più debole di 50 CV rispetto alla Renault”, afferma Marko, sottolineando che la Red Bull non era da biasimare per il suo incidente, a differenza della Mercedes al momento.

“Sembrano essersi persi da qualche parte”, dice Marko, e spiega: “La Mercedes ha più di un cantiere, questo è ovvio. Non hanno fatto progressi rispetto alla scorsa stagione. Se guardi ai divari, è stato un passo Indietro.”

Frasi come questa probabilmente forniscono solo una motivazione extra a Brackley!

14:29

Capito: Foles è un buon allenatore per la Williams

L’ex capo del team Williams ha rivelato a Sky di ritenere che il suo successore, James Fowles, sia la scelta giusta. “Ho detto fin dall’inizio, durerò due anni, tre anni al massimo”, ha ricordato Capito.

“Siamo giunti alla conclusione che è meglio consegnare lo scettro ora”, spiega il suo addio e dice riguardo al suo successore: “Naturalmente abbiamo discusso in quale direzione dovrebbe andare”.

Non sapeva in anticipo che sarebbe stato Vowles, “ma la scelta è buona”, dice Capito, che spiega: “Può guidare la squadra per molto tempo”. Questa pianificazione a lungo termine è importante per Williams e Vowles, motivo per cui è “una scelta davvero eccellente”.


14:09

Ecco come dovrebbe essere una festa a Las Vegas

A tal proposito, siamo già on the road negli USA: la Formula 1 ha postato alcuni scatti mostrati del nuovo tracciato di Las Vegas. Questi mostrano come dovrebbe essere il Night Grand Prix, che si terrà per la prima volta quest’anno.

In ogni caso, non c’è dubbio che lo spettacolo dovrebbe essere emozionante. Ma ovviamente sarà anche importante per noi che la gara continui in pista!


13:55

Button e Raikkonen guidano la NASCAR

Formazione di alto livello per la prima gara su circuito del calendario 2023 della NASCAR Cup Series: Kimi Räikkönen non è l’unico sulla griglia di partenza il 26 marzo al Circuit of the Americas di Austin.

Anche Jenson Button è coinvolto! Sarà il debutto della NASCAR nel campionato del mondo di Formula 1 2009 e la prima delle tre gare in programma per lui nel calendario della NASCAR Cup 2023.

Puoi trovare tutte le informazioni qui!


13:46

Al Gran Premio d’Australia del 1996…

… Il debuttante Jacques Villeneuve ha fatto scalpore: il canadese Williams lo ha portato in pole position al suo debutto in Formula 1! Fino ad oggi nessun altro pilota della massima divisione è stato in grado di farlo.

Avrebbe potuto vincere la gara se la sua macchina non avesse avuto una perdita d’olio così presto prima del traguardo. Alla fine è arrivato “solo” secondo dietro al compagno di squadra Damon Hill.

A proposito, i piloti della nostra serie fotografica hanno dovuto aspettare “un po’” di più per arrivare alla loro prima pole…



13:20

Ferrari: guai a Leclerc in qualifica ‘problemi iniziali’

Quello che è stato presto dimenticato dopo il ritiro di Monaco dalla gara in Bahrain: il giorno prima c’erano stati problemi con le qualifiche. Parti dell’SF-23 si sono staccate direttamente dalla prima uscita del Q1.

“Penso che sia ancora una volta un riflesso dei limitati test pre-stagionali”, afferma Jock Clear, spiegando: “Non abbiamo avuto la possibilità di testare tutto. È un peccato e sicuramente infastidisce un po’ il pilota”.

“Ovviamente non vuoi una cosa del genere in qualifica”, sa, ma conferma anche: “In realtà era solo una piccola parte della carenatura della ruota anteriore. L’abbiamo sostituita e rinforzata durante la notte”.

“Cose del genere in qualifica non ci piacciono, possiamo farne a meno. Ma questa è solo una parte della prima gara per togliere dalla macchina i problemi iniziali” conferma.

Soprattutto, in questo momento la Ferrari sembra avere cantieri molto più grandi…



12:53

Dominicali: La stagione non è ancora finita!

Il boss della Formula 1 conferma che la Red Bull non dovrebbe essere campione del mondo dopo la prima gara della stagione. Il passato mostra che bisogna essere “estremamente cauti” con tali previsioni.

Menzionato in “sportmediaset” L’anno precedente, quando la Ferrari vinse due delle prime tre gare, ma alla fine non ebbe alcuna possibilità al mondiale. Anche allora, all’inizio dell’anno tutti dicevano “la stagione è finita”, ha detto Domenicali.

“Ogni gara è diversa”, conferma e spiega che i team devono prima capire perché la Red Bull è progredita finora. Allo stesso tempo, ammette anche che Max Verstappen è attualmente in ottima forma.

“Ora è un pilota che raramente commette errori”, ha detto l’italiano. Quindi sarà difficile da battere. Ma non è nemmeno impossibile…


12:35

Quando tornerà la donna in Formula 1?

In precedenza abbiamo parlato brevemente di Tatiana Calderon, che almeno è arrivata in Formula 2. Ma quando rivedremo una donna in prima fila? Susie Wolf spiega contro “cielo”non si dovrebbero avere idee sbagliate.

“So che è possibile per una donna correre a quel livello”, conferma Wolff, amministratore delegato della nuova F1 Academy da quest’anno. Tuttavia, spiega anche: “Ci vorrà del tempo”.

“Per trovare una ragazza di Formula 1 di successo dobbiamo pensare al medio-lungo termine, e questo significa che dobbiamo essere pazienti”, ha detto Wolff. Ciò significa che ci vorranno “alcuni anni” prima che le donne possano fare quel salto.



12:11

Brundle: la Red Bull non sarà penalizzata

L’esperto Martin Brundle ha cattive notizie per tutti coloro che sperano che la Red Bull perderà terreno quest’anno a causa della riduzione dei tempi dei test aerodinamici. Nella sua rubrica per “Sky” Spiega perché la punizione non gioca un ruolo importante.

Confini Red Bull […] Non gioca un ruolo così importante se hai una grande macchina fin dall’inizio. L’unico scenario che potrebbe danneggiarli sarebbe se dovessero combattere i problemi e rimediare, cosa che ovviamente non fanno”, ha detto Brundle.

O per dirla in un altro modo: i progressi della Red Bull in Bahrain sono stati così grandi che la RB19 probabilmente non avrà bisogno di ulteriori sviluppi per vincere il titolo mondiale nel 2023. Quindi la penalità è trascurabile.


11:53

Horner: Potrebbe essere stato “ingiusto” nei confronti di Albon

Parlando di Albon, il team principal della Red Bull Christian Horner ha recentemente rivelato che è stato “ingiusto” per lui e Pierre Gasly promuovere dalla Toro Rosso alla Red Bull così presto nella loro carriera.

Gasly aveva solo poco più di un’intera stagione di Formula 1 al suo attivo prima di ritirarsi, e Albon anche la metà. Ed entrambi alla fine non hanno avuto alcuna possibilità contro Max Verstappen.

Ecco perché hanno deciso di scegliere Sergio Pérez dopo i due, perché aveva molta più “esperienza”. Perché il messicano guida in Formula 1 dal 2011 e ha anche vinto una gara in anticipo sui tempi con la Red Bull.

E Horner spiega che con tutta questa esperienza gli riesce un po’ più facile contro Verstappen.


11:36

Albon: I CV sono stati dati dopo che la Red Bull ha finito

Cosa fa effettivamente un pilota di Formula 1 quando perde l’abitacolo? Ce l’ha Alexander Albon In una lirica per “The Players” Tribune Rivela: “Ho fatto quello che fanno tutti senza lavoro. Ho dato curriculum”.

Albon ha perso il suo solito abitacolo della Red Bull dopo la stagione 2020. “Devo ammettere che avevo un aspetto leggermente diverso dalla maggior parte”, dice Albon, spiegando di aver elencato i tempi sul giro e i diversi segmenti in forma tabellare sul suo curriculum.

“Ne ero così orgoglioso”, ha detto Albon, che ha ricordato: “Verso la metà dell’anno ne ho regalato uno a Just Capito del team Williams”. E, come è noto, ciò ha effettivamente portato Albon a tornare nella formazione titolare nel 2022!


11:18

Wolff: C’è di più nell’Aston Martin?

“Non ho mai visto un salto del genere in Formula 1”, ha detto il capo del team Mercedes Toto Wolff dopo l’inizio della stagione. in “oe24” Intanto su Aston Martin e lodi: “Hanno fatto davvero un ottimo lavoro”.

“Hanno un ragazzo della Red Bull [Dan Fallows] Chi è riuscito a rendere improvvisamente la macchina più veloce di due secondi. Un anno fa erano 17° e 19° in allenamento”, ricorda Wolf.

“Sapevamo che Alonso era forte ed entusiasta, ma anche Lance Stroll è andato avanti con una mano rotta e un dito del piede rotto. Questo dimostra quanto sia buona la macchina”, ha sottolineato Wolff.

In ogni caso, siamo molto curiosi di vedere se l’Aston Martin può replicare la prestazione in Arabia Saudita – o anche fare meglio lì con un Lance Stroll leggermente più sano!


Sono le 11:00

Altri esempi…

… della classe Red Bull e Mercedes le trovate nella nostra gallery!


10:34

Stuck si fida dei “buoni risultati” dell’Aston Martin.

Rimaniamo con l’Aston Martin perché alcuni pensano che l’ex squadra di Sebastian Vettel possa vincere quest’anno. L’ex pilota di Formula 1 Hans-Joachim Stuck non va così lontano. “Sono su un percorso promettente”, dice. di fronte a “Eurosport”.

Strietzel ha detto che si è “sviluppato nella giusta direzione durante l’inverno” e può “sperare in qualche buon risultato”. Sarà però “difficile” raggiungere il livello della Red Bull, perché i progressi dei Bulls in Bahrain sono stati colossali.

Tuttavia, l’Aston Martin ha una “squadra forte” e Mike Crack è “il ragazzo giusto al vertice”, crede Stuck, che aggiunge anche: “Alonso è tutt’altro che vecchio. Si vede quanto sia importante l’esperienza”.

A proposito, non pensa che Sebastian Vettel ora si penta delle sue dimissioni. “Al suo posto, sarei più felice per l’Aston Martin, perché è il suo lavoro, tra le altre cose, che ora guidino davanti”, ha detto il 72enne.